Venerdi' 17 Novembre 2017

Come capire se siete allergici al cane

  • Pubblicato il:  30/07/2017

Molte persone mostrano sintomi di allergia in presenza di cani, dove peli e saliva possono causare allergie in individui geneticamente predisposti. In particolare il cane è tra gli animali che stimolano risposte allergiche nelle persone.

Collegamenti sponsorizzati

L'allergia è una reazione immunitaria o ipersensibilità del corpo quando viene a contatto con un allergene, producendo una reazione (prurito, lacrimazione, eruzioni cutanee, mal di testa, starnuti...). Quindi, l'allergia al cane o ad un animale in genere, consiste nella comparsa di sintomi allergici per contatto o per inalazione di piccole particelle.

Perchè si è allergici al cane?

L'allergia al cane, in genere, è causata da una o più proteine prodotte dall'animale, scatenando una reazione allergica.

Gli allergeni più comuni si trovano comunemente nella saliva, nelle ghiandole sudoripare, nelle ghiandole sebacee e nei condotti lacrimali del cane. Pertanto, in caso di allergia a queste proteine potrebbe verificarsi prurito o problemi alla pelle.

Contrariamente a quanto si pensa, il pelo non è la causa principale di allergie agli animali o ai cani, ma sono le particelle presenti in esso, provenienti dalle secrezioni delle ghiandole sebacee e salivari, a stimolare il sistema immunitario delle persone.

Le secrezioni contenenti gli allergeni si depositano sul pelo e nello strato superiore della pelle del cane, e spesso tendono a liberarsi nell'aria per molto tempo.

allergia al cane
Pertanto, anche l'inalazione può provocare sintomi allergici soprattutto al naso, occhi e alle vie respiratorie. Quando queste particelle cadono, si depositano sul pavimento, mobili, tappeti, tende... quindi non c'è bisogno di entrare a contatto diretto con il cane per manifestare i sintomi allergici.

Una raccomandazione importante per quelle persone che soffrono di allergie ai cani è quella di pulire frequentemente gli ambienti dove soggiorna il cane, in modo da eliminare il maggior numero possibile di allergeni.

E' possibile anche essere allergici ad alcune razze di cani, anche se non sono state riscontrate differenze per quanto riguarda gli allergeni prodotti tra diverse razze.

Certo, è vero che alcune razze si distinguono per una maggiore secrezione di sebo, rilasciando più pelo rispetto ad altri e peggiorandone i sintomi. Anche in questo caso dobbiamo ricordare che non fa molta differenza la lunghezza del pelo, ma la causa è dovuta principalmente alla pelle morta e forfora.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

I sintomi di allergia al cane

I sintomi allergici al cane sono gli stessi degli altri allergeni ambientali (come il polline e la polvere), vale a dire, rinite, congiuntivite e asma, e si manifestano come prurito al naso e occhi, starnuti, congestione nasale, che naso che cola, lacrimazione degli occhi, tosse, affaticamento, mancanza di respiro e respirazione asmatica con sibili.

Oltre a questi sintomi, il contatto con il pelo e la saliva provoca prurito, orticaria e arrossamento. Nei casi più gravi, alcune persone potrebbero soffrire di un attacco d'asma, anche se di solito si verifica in persone soggette a problemi respiratori.
In rarissimi casi, potrebbe svilupparsi uno shock anafilattico.

Molte persone che vivono con cani possono mostrare sintomi di infiammazione progressiva delle vie aeree in modo intermittente, e che si acutizzano in determinate condizioni, per esempio durante l'esercizio fisico, aria fredda, polvere, fumo e inquinamento.

bambini allergici cane
Essere allergici ai cani, non significa che non possiamo avere un animale. Basta prendere in considerazione alcune precauzioni di base, anche se non è sicuro che i sintomi dell'allergia scompaiano completamente:

  • Fare il bagno al cane frequentemente per ridurre gli allergeni. Almeno una volta alla settimana.

  • Utilizzare shampoo specifici.

  • Spazzolare il pelo ogni giorno per eliminare i peli morti contenenti particelle che causano allergie.

  • Non lasciate salire sul divano o letto e nei luoghi dove riposate.

  • Pulire i luoghi con una buona aspirapolvere, possibilmente ad acqua, nei posti frequentati dal vostro cane.

  • Lavarsi le mani subito dopo aver accarezzato il cane.

Altri modi per ridurre i sintomi di allergie ai cani


  • Ventilare la casa durante il giorno.

  • Utilizzare sistemi di purificazione dell'aria negli ambienti chiusi.

  • Lavare i vestiti che sono stati a contatto con il cane senza riutilizzarli. Lavate spesso anche la biancheria del cane.

  • Fatevi consigliare un trattamento farmacologico per ridurre l'infiammazione delle vie aeree, ad esempio spray nasali, colliri e antistaminici orali.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere