Venerdi' 24 Novembre 2017

Infezioni della vescica e delle vie urinarie nel Coniglio

  • Pubblicato il:  16/02/2016
Foto Infezioni della vescica e delle vie urinarie nel Coniglio

Collegamenti sponsorizzati

Infezione della vescica nel coniglio

Le infezioni della vescica in genere si verificano a causa di alte concentrazioni di batteri nella vescica o nel tratto urinario del coniglio. Tuttavia, questi batteri, per sviluppare un'infezione attiva e diffondersi devono trovarsi in un coniglio con patologie preesistenti, quali un sistema immunitario indebolito o elevati livelli di calcio nelle urine.

L'Infezione delle vie urinarie è in genere più comune nei conigli di mezza età, circa 3-5 anni e nei conigli obesi con una vita sedentaria o con scarsa nutrizione.

Sintomi

Conigli con infezioni batteriche del tratto urinario inferiore mostrano alcuni sintomi tipici. I più comuni sono:
- Sangue nelle urine ( ematuria).
- Incontinenza urinaria, in particolare durante il parto o in luoghi che non sono di uso comune al coniglio.
- Minzione frequente, ma solo in piccole quantità.
- Scottature della pelle o ustioni a causa dell'urina, in particolare intorno genitali e alle zampe posteriori.

Le cause

Sebbene i batteri provocano l'infezione alla vescica, ci sono molti fattori che possono rendere il coniglio più suscettibile all'infezione, tra cui:
- Obesità.
- Mancanza di esercizio.
- Dieta esclusiva a base di erba medica o di pellet.
- Condizioni che possono causare ritenzione urinaria o un incompleto svuotamento della vescica (ad esempio, una ostruzione del tratto urinario o della vescica).
- Non bere abbastanza acqua.
- Pulizia inadeguata della lettiera.
-Somministrazione eccessiva di vitamine o minerali come il calcio.

Collegamenti sponsorizzati

Diagnosi

Sarà necessario comunicare al veterinario la storia clinica completa del coniglio e l'insorgenza dei sintomi. Saranno necessari analisi al sangue e alle urine. Se è presente una infezione, l'urina in genere mostra anomalie evidenti, come la colorazione anormale o un aumento dei globuli bianchi. Sulla base di questi test, il veterinario potrebbe approfondire gli esami con una cultura delle urine al fine di determinare l'esatto ceppo di batteri presente nel tratto urinario del coniglio.

Il medico dovrà anche differenziare un'infezione delle vie urinarie da altre malattie delle vie urinarie, come ad esempio una infezione della vescica, calcoli renali, calcoli alla vescica, tumori, ecc. La diagnostica visiva includerà una ecografia della vescica e dell'uretra.

La biopsia può essere necessaria per raccogliere campioni dalla parete vescicale per analisi di laboratorio se vengono sospettati tumori. Anche una cistoscopia sarà utile al medico per condurre un esame visivo degli organi interni.

Trattamento

Ai conigli a cui è stata diagnosticata una infezione delle vie urinarie sono di solito trattati ambulatorialmente. I conigli rispondono bene ad una combinazione di terapia antibiotica, ad un aumento del consumo di acqua, ad una dieta equilibrata, e ad un aumento dell'esercizio.
Nei casi più gravi, per esempio nei conigli con grandi quantità di calcio nella vescica, sarà necessaria una terapia di fluidi e un massaggio manuale.

Se l'urina provoca scottature sulla pelle o nei genitali, ci sarà bisogno di una pulizia delicata, con prodotti a base di ossido di zinco in polvere.

Cosa fare

Aumentare l'attività motoria del coniglio e favorire lo svuotamento della vescica. Fornire più fonti di acqua dolce in diversi punti della casa e aromatizzate l'acqua con frutta o succhi di verdura (senza zuccheri aggiunti). Ridurre il calcio nella dieta per prevenire la formazione di calcoli di calcio nella vescica e nel tratto urinario.
Incoraggiare l'assunzione di liquidi bagnando ortaggi a foglia, offrite una vasta selezione di verdure fresche, inumidite, come coriandolo, lattuga romana, prezzemolo, cime di carota, tarassaco, spinaci, cavolo, erba e il fieno di buona qualità.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere