Lunedi' 23 Ottobre 2017

La malattia di Cushing nel cane: cause e cure

  • Pubblicato il:  03/03/2016

La malattia di Cushing nel Cane, chiamata anche iperadrenocorticismo del cane, è stata originariamente diagnosticata in un essere umano nel 1932 dal Dr. Harvey Cushing. L'iperadrenocorticismo consiste in un aumento della produzione di cortisolo dalle ghiandole surrenali.

Collegamenti sponsorizzati

Il cortisolo

Il cortisolo ha una funzione molto importante nel corpo. Viene rilasciato in piccole quantità dalle ghiandole surrenali soprattutto quando il corpo del cane percepisce uno stato di stress.
Se per qualche causa il corpo rilascia più cortisolo, il cane potrebbe avere problemi di tossicità.

Il rilascio di cortisolo da parte delle ghiandole surrenali del cane, fa scattare un rilascio di glucosio da parte del fegato. Il glucosio (zucchero nel sangue) fornisce energia alle cellule dei muscoli del cane che la userà per le sue azioni quotidiane.

Questo potente ormone, oltre al rilascio di glucosio, fornisce altre importanti funzioni di regolazione nel corpo del cane, tra cui:
- Pressione sanguigna
- Equilibrio elettrolitico
- Funzione immunitaria
- Metabolismo osseo e dei grassi

Perchè troppo cortisolo fa male

Il cane ha bisogno di cortisolo in piccole quantità, ma quando le ghiandole surrenali secernono troppo ormone, la condizione può trasformarsi in una patologia anche grave. Se il cane presenta sintomi di stress cronico, le sue ghiandole surrenali rilasceranno quantità maggiori di cortisolo come reazione.

E' importante capire il corpo del cane; per lui non c'è alcuna distinzione tra il bene e il male, ma tutto diventa stress.

Lo stress cronico porta a eccessiva secrezione di cortisolo, e potrebbe causare vari problemi di salute, tra cui:
- Aumento dello zucchero nel sangue, che può portare al diabete
- Pressione sanguigna elevata, che può provocare malattie cardiovascolari
- Assottigliamento della pelle e del pelo
- Riduzione del volume muscolare e della massa ossea
- Aumento del rischio di infezioni

Cani che hanno la malattia di Cushing si considerano immunosoppressi. Essi possono sviluppare un'infezione ovunque.
Le più comuni sono le infezioni delle gengive, occhi, orecchie, pelle e del tratto urinario.

Se il cane è soggetto ad infezioni ricorrenti o ha in atto un'infezione che non riesce a debellare, una possibile causa è il troppo cortisolo nel sangue.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Animali più soggetti alla malattia di Cushing

Tutti i cani possono sviluppare la malattia di Cushing, ma ci sono alcune razze geneticamente predisposte a questa malattia:
- Terriers (Silkies, Yorkies, Bull Terrier e Boston terrier)
- Poodles
- Bassotti
- American Eskimo / Spitz

I sintomi della malattia di Cushing

Il cortisolo è un ormone diversificato, il che significa che in quantità eccessive crea tutta una serie di sintomi diversi.
La maggior parte dei cani hanno alcuni, ma non tutti i sintomi del disturbo, quindi la diagnosi viene fatta molto tardi.

I sintomi più comunemente osservati nei cani con principi di malattia di Cushing sono:
- Aumento della sete e della minzione (che può portare alla sintomo di incontinenza)
- Respiro affannoso
- Aumento di peso nella zona addominale, nonostante una riduzione delle calorie
- Assottigliamento della pelle e il cambiamento nel pigmento della pelle, dal rosa al grigio o addirittura nero ( ecchimosi)
- Perdita di pelo
- Irritabilità o irrequietezza
- Meno comuni sono i sintomi come: debolezza degli arti posteriori e coaguli di sangue.

La sindrome di Cushing è così quindi molto varia perché tutto il corpo del cane contiene i recettori del cortisolo. Quindi, l'aspetto immunosoppressivo della malattia è quello che potrebbe far insospettire il veterinario.

Diagnosi della malattia di Cushing nel cane

Purtroppo, molti veterinari non affrontano la possibilità che un cane possa aver sviluppato la malattia di Cushing, almeno fino a quando molti dei sintomi non si sono rivelati.
L'approccio migliore è quello di cercare di prevenire la malattia e di trattarla da subito.

La diagnosi della malattia può essere difficile. E' in genere fatta attraverso esami del sangue, come il test di stimolazione ACTH e il test di soppressione con desametasone a basso dosaggio. Entrambi questi test richiedono almeno due prelievi di sangue per confrontare i livelli di cortisolo nel corpo del cane.

Alcuni veterinari preferiscono fare una terza prova tramite alte dosi di desametasone per determinare se l'origine della produzione di cortisolo è surrenalica o ipofisaria dipendente.

Opzioni di trattamento

La maggior parte dei farmaci attualmente disponibili per il trattamento della malattia di Cushing hanno molti effetti collaterali indesiderati, ed inoltre questi farmaci sono molto costosi.
E' molto importante discutere con il veterinario dei possibili effetti collaterali di questi farmaci sul vostro cane.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere