Giovedi' 23 Novembre 2017

Lavare la pipì del Gatto

  • Pubblicato il:  15/12/2015
Foto Lavare la pipì del Gatto

Molte persone non hanno familiarità con il problema della pulizia dell'urina del gatto e cercano di ripulire la pipì del gatto come farebbero con qualsiasi altra macchia, e solo dopo scoprono che il metodo non ha funzionato.

Collegamenti sponsorizzati

Utilizzando i detergenti tradizionali per la casa sulla pipì del gatto in realtà si rende la macchia ancora più difficile da rimuovere con detergenti enzimatici adeguati.

Il metodo più rapido per pulire l'urina del gatto è quello di usare un detergente enzimatico.
Miscele fatte in casa, aceto, bicarbonato di sodio, o detergenti tipici per la casa non contengono i composti necessari per rimuovere tutte le componenti dell'urina del gatto.

Aceto e bicarbonato di sodio sono ottimi per neutralizzare l'odore temporaneamente, mentre il perossido di idrogeno (acqua ossigenata) è il 30% più ossidante del cloro.

La pipì del gatto è composta da sostanze che richiedono enzimi per rompere i legami chimici di cui è formata:

L'urina di gatto è composta da:
- Urea
- Urobilina
- Acido urico
- Sodio
- Altri elettroliti
- Creatinina
- Feromoni
- Batteri (in genere 5 diversi ceppi)

Quando l'urina del gatto si asciuga, l'urea si mischia con i batteri.
Questo è il motivo per cui sentiamo quell'odore di ammoniaca.

Quando si decompone ulteriormente, rilascia tioli (composti organici) che non fanno altro che peggiorare l'odore.

L'urea e l'urobilina non sono difficili da pulire. L'urea è solubile in a

Collegamenti sponsorizzati

cqua, e urobilina è il pigmento che causa il colore.
Detergenti per la casa, perossido di idrogeno, aceto, e bicarbonato di sodio appaiono (inizialmente) efficaci per eliminare il problema.

Ma il problema non è affatto risolto!
L' Acido urico e alcuni suoi sali non sono stati rimossi in quanto l'acido urico non è solubile in acqua.

Le miscele di aceto e acqua ossigenata / bicarbonato di sodio (o detergenti tradizionali) non sono chimicamente in grado di rimuovere l'acido urico e dei suoi sali. Fanno solo sparire temporaneamente l'odore, ma non ripuliscono le altre componenti dell'urina del gatto.

Quando esposti ad umidità, i sali di cristalli di acido urico cominciano a rilasciare nuovamente l'odore sgradevole. Inoltre l'odore dell'urina incoraggia il gatto a continuare a urinare fuori dalla lettiera.

Inoltre, a causa della componente acido urico, l'urina del gatto ha una emivita di sei anni. Ecco perché è assolutamente indispensabile utilizzare un detergente che può abbattere l'acido urico.

Sapone, aceto, bicarbonato di sodio, ammoniaca, cloro, e perossido di idrogeno (per citare i più comuni detergenti) non sono chimicamente in grado di abbattere l'acido urico in pipì di gatto.

L'unica cosa che si riesce a rimuovere definitivamente l'acido urico è un detergente enzimatico.
Gli enzimi sciolgono l'acido urico in anidride carbonica e ammoniaca, entrambi gas, che poi evaporano.

Questo è il motivo per cui è anche essenziale consentire all'enzima il tempo necessario di asciugatura "naturale" per abbattere i sali di acido urico e consentono all'anidride carbonica risultante e all'ammoniaca di evaporare.

Non tutti i detergenti enzimatici sono però efficaci. Per una buona pulizia della pipì del gatto sono necessari prodotti costosi. Quelli più economici funzionano, ma hanno bisogno di essere riapplicati più e più volte (e probabilmente finirà per costare tanto quanto i prodotti più costosi).

Ovviamente, qualsiasi detergente deve essere usato correttamente.
La maggior parte dei detergenti enzimatici vengono venduti in flacone spray.

Per utilizzare correttamente un detergente enzimatico su una macchia di pipì di gatto:
- Asciugare la maggior quantità di urina con uno straccio.
- Mettere a bagno l'area interessata con il detergente enzimatico.
- Lasciate che il detergente enzimatico agisca per 10 - 15 minuti.
- Tamponare la maggior quantità di detergente enzimatico possibile.
- Lasciate asciugare il detergente enzimatico all'aria aperta.

Coprite anche l'area con qualcosa (per es. la cesta del bucato capovolta) per impedire al gatto tenti di fare pipì nello stesso punto mentre il detergente enzimatico fa il suo lavoro.

Le stesse procedure di base si applicano per rimuovere una vecchia macchia.
In questo caso però l'operazione potrebbe richiedere due o tre cicli completi di applicazione dell'enzima pulitore (permettendo che si asciughi completamente tra le applicazioni), al fine di pulire completamente la macchia.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere