Sabato 31 Ottobre 2020

Metodi contraccettivi per Gatti

Se non desiderate o non potete ospitare una cucciolata di gattini dovreste cercare di evitare a tutti i costi che il vostro gatta si accoppi e rimanga incinta. In questo articolo parleremo di alcuni metodi di contraccezione che si possono eseguire per i nostri gatti.


Metodi contraccettivi per i Gatti femmine

La femmina ha un ciclo sessuale poliestrico stagionale, questo significa che è fertile più volte l'anno, soprattutto in coincidenza con le stagioni più favorevoli alla riproduzione, e cioè i periodi più caldi e con più luce solare.


Vediamo alcuni metodi per prevenire la gravidanza nel gatto femmina:

STERILIZZAZIONE CHIRURGICA
La sterilizzazione chirurgica generale o ovarioisterectomia, è la rimozione dell'utero e delle ovaie, ed evita così il ciclo mestruale e la gravidanza.
E' un metodo irreversibile, ma se viene eseguito diminuisce anche il rischio di cancro al seno nel gatto.
Ovviamente, le gatte sterilizzate necessitano di cure particolari .

STERILIZZAZIONE CHIMICA
La sterilizzazione chimica, al contrario di quella chirurgica, è reversibile e viene eseguita attraverso farmaci che agiscono sugli ormoni riproduttivi naturali, inibendo così il ciclo mestruale e la gravidanza.

Il metodo più sicuro è per iniezione periodica, tuttavia, a lungo termine risulta più costosa di una sterilizzazione chirurgica. Anche le compresse possono essere usate come un contraccettivi orali, ma possono avere un maggior numero di effetti collaterali.

Contraccezione nei Gatti maschi

La sterilizzazione nel gatto maschio si effettua solo con mezzi chirurgici, e tramite due opzioni:

VASECTOMIA
Consiste nella resezione e chiusura dei vasi deferenti impedendo allo sperma di uscire, ma la produzione di testosterone rimane intatta e il gatto può continuare senza problemi la propria vita sessuale.

CASTRAZIONE
Si tratta di un intervento chirurgico che richiede solo 10 minuti, ed è più semplice e meno costoso rispetto ai gatti di sesso femminile.

Consiste nella rimozione dei testicoli. Come vasectomia è un metodo irreversibile, anche se il gatto castrato ha bisogno di un controllo maggiore nell'alimentazione.

Rischi dei contraccettivi

Per farsi un'idea di quanto possa essere dannoso l'uso dei contraccettivi nei gatti basti pensare che, una volta che il farmaco viene somministrato, l'animale è a rischio per il resto della sua vita. Di solito all'inizio non ci sono sintomi. I tumori possono richiedere anni dopo l'inizio dell'azione contraccettiva.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che l'uso di contraccettivi aumenta del 90% la propensione allo sviluppo di tumori e infezioni uterine nei gatti.

Pertanto il veterinario dovrebbe raccomandare sempre la castrazione. Capiamo che a volte le persone affrontano la castrazione con paura, ma al giorno d'oggi, è una procedura in cui i rischi sono davvero minimi, il periodo postoperatorio è di solito ben sopportato e avrete a casa un gatto più calmo, senza rischi di gravidanza o periodi di calore.

Consultatevi con il veterinario

Come potete vedere ci sono vari metodi contraccettivi per i gatti, ma non tutti sono eseguibili sul vostro animale, per cui si consiglia di consultarsi con un veterinario, perchè solo un medico potrà consigliarvi qual'è il miglior metodo contraccettivo per il gatto e quali sono i vantaggi e gli svantaggi che ne possono derivare.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->