Martedi' 17 Luglio 2018

Proteine, essenziali per i Gatti

  • Pubblicato il:  21/01/2018
Clicca per ingrandire le foto

I gatti sono animali carnivori e le proteine ​​sono la fonte di energia primaria per un gatto. Anche se gli esseri umani sono in grado di prendere energia dai carboidrati, i gatti non possono farlo in modo efficace.

Collegamenti sponsorizzati

Arginina e taurina per Gatti

I gatti hanno bisogno di 10 aminoacidi essenziali che non sono in grado di sintetizzare, e due dei più importanti sono:

  • Arginina: i gatti hanno bisogno più arginina rispetto ad altri animali, in quanto non hanno l'enzima che la produce nel corpo. L'arginina è essenziale nel processo di conversione dell'ammonio in urea (processo di disintossicazione), anche se ha anche altri ruoli importanti nel corpo.

  • Taurina: questo β-amminoacido è presente solo nei tessuti animali. I gatti possono usare solo taurina per formare sali biliari (a differenza dei cani che possono usare la glicina), e l'assorbimento di questa sostanza nell'intestino è parziale. Una carenza di taurina causa cardiomiopatie, degenerazione della retina... e altre patologie.

Gli altri amminoacidi possono essere sintetizzati nel fegato e vengono chiamati amminoacidi non essenziali, poiché non devono essere presenti nella dieta.

A cosa servono le proteine?

Le proteine ​​svolgono tantissime funzioni nel corpo del gatto, tra cui lo sviluppo dei muscoli, delle ossa, dei legamenti e dei tendini.

Molte funzioni del corpo vengono svolte dalle proteine: enzimi, proteine ​​plasmatiche, ormoni e neurotrasmettitori, e queste funzioni vengono svolte grazie struttura tridimensionale che hanno nello spazio.

Questa struttura può essere alterata se le proteine ​​vengono riscaldate ad alte temperature (come nel caso di alimenti secchi, in un processo chiamato estrusione), o se entrano a contatto con determinati componenti (acidi, coloranti, conservanti... ecc.). Una volta che perdono la loro caratteristica principale, non solo si riducono gli effetti, ma possono diventare anche dannosi, provocando, ad esempio, le allergie.

Le proteine ​​del corpo di un gatto sono in continuo sviluppo e rigenerazione, e questo permette loro di adattarsi a situazioni diverse. Durante la crescita o il recupero da una malattia, questo processo di sostituzione può rappresentare fino al 40% del dispendio energetico totale dell'animale. A differenza di quanto accade negli esseri umani, che possono ottenere l'energia necessaria anche dai carboidrati, i gatti usano le proteine ​​per creare energia.

Collegamenti sponsorizzati

Valori nutrizionali delle proteine e la loro digeribilità nel gatto

Il valore nutrizionale di una proteina dipende dagli aminoacidi che trasporta e dalla sua digeribilità, assorbimento e utilizzo. Il cosiddetto valore nutrizionale è alto per le proteine ​​provenienti da carne, sottoprodotti della carne ​​(visceri), uova e latticini. Invece, il valore nutrizionale delle proteine ​​vegetali è molto più basso, in quanto hanno pochi aminoacidi e una scarsa digeribilità.

La digeribilità degli alimenti per gatti è di circa l'80% per gli alimenti secchi, l'85% per i semi-umidi o l'umido con i cereali e oltre il 90% per gli umidi con un'alta percentuale di carne. La digeribilità è influenzata sia dalla fonte della proteina che da come viene elaborata. Le proteine ​​animali sono più costose e di qualità superiore rispetto a quelle vegetali.

Quante proteine ha bisogno il Gatto?

La percentuale minima di proteine ​​di cui un gatto ha bisogno deve essere di almeno il 40% per i cuccioli e il 26% nei gatti adulti delle calorie totali.

I fabbisogni proteici nei gatti vengono stabiliti utilizzando cibi sperimentali che contengono più o meno amminoacidi di quelli che sono considerati adatti. In alcuni studi, si è stabilito che il minimo accettabile per i gatti adulti è del 14% su base secca. Questo minimo è fondamentale perché i gatti hanno una capacità di adattarsi anche a bassi livelli di proteine, anche se vengono rapidamente catabolizzate e utilizzate per mantenere i livelli di glucosio.

Il rimanente si accumula come grasso. Pertanto, un eccesso di proteine ​​non è vantaggioso e può portare all'obesità e a problemi renali.

I gatti anziani non dovrebbero essere privati ​​della loro dose proteica giornaliera. Infatti, anche se i dati sono molto controversi, i gatti più anziani potrebbero aver bisogno di più proteine ​​rispetto agli adulti.

I livelli di proteine ​​raccomandati per i gatti anziani sono del 30% su base secca, considerando la digeribilità e la qualità della proteina. Inoltre, l'aumento delle proteine ​​aumenta l'appetibilità del cibo, che è molto importante nei gatti anziani che tendono a perdere massa muscolare e peso con l'età.

Sebbene i gatti possono essere nutriti con alimenti a base vegetale, la maggior parte della loro dieta dovrebbe essere basata su derivati ​​della carne animale. Il profilo aminoacidico dei tessuti animali è simile al profilo nutrizionale di cui i gatti hanno bisogno e, pertanto, è il solo adattato alle loro esigenze.

Proteine per gatti: cibo secco o cibo umido?

Il concetto che il cibo secco contenga più proteine ​​rispetto al cibo umido è solo una falsa idea dovuta all'etichettatura delle confezioni.

Ad esempio, immaginate che uno scatolo di cibo secco contenga il 35% di proteine ​​e una lattina di cibo umido il 10%. Bisogna ricordare che la scatoletta contiene molta acqua, quindi un modo più appropriato per confrontarli sarebbe quello di trasformare queste percentuali in "base secca".

Questo viene fatto dividendo il nutriente in questione per la massa secca totale (sarebbe il 100% in meno della percentuale di umidità che la confezione segna nell'etichetta).

Nell'esempio precedente, se il cibo secco aveva il 10% di umidità, il calcolo su base secca della proteina sarebbe: 35 / (100 - 10) = 38% di proteine ​​contenute nelle crocchette. Se la lattina ha il 75% di umidità, il calcolo diventa: 10 / (100-75) = 40% di proteine ​​su base secca. Quindi abbiamo dimostrato che la lattina di cibo umido per gatti contiene più proteine ​​rispetto al cibo secco.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   2  Persone hanno inserito un Commento

CristinaMora21/01/2018 | Rispondi

Non c'è da meravigliarsi se alcuni gatti diventano obesi senza sapere quale sia la ragione. Molto ben spiegato e complimenti a mondopets!

Icarus21/01/2018 | Rispondi

In genere i prodotti commerciali di fascia bassa hanno poche proteine e poca qualità, quindi i gatti tendono a diventare obesi perché ci sono troppi carboidrati... pochi gatti sono grassi a causa dell'eccesso di proteine!

Articoli da non perdere