Martedi' 22 Maggio 2018

Pupille dilatate nel Cane (Anisocoria)

  • Pubblicato il:  16/12/2017
Foto Pupille dilatate nel Cane (Anisocoria)

Gli occhi di un cane ci trasmettono le loro emozioni e il loro umore. Quando il cane è felice o stressato, le sue pupille possono dilatarsi o restringersi, riflettendo il suo stato emotivo e i suoi sentimenti.

A volte, però, le la dilatazione delle pupille nei cani può indicare che qualcosa nel loro stato di salute non va.

Collegamenti sponsorizzati

Cos'è l'Anisocoria?

La pupilla è un'apertura circolare situata al centro dell'iride che permette alla luce di passare fino a raggiungere retina.

La pupilla si dilata quando c'è molta luce e si contrae quando c'è buio o poca luce. L'Anisocoria nei cani si riferisce ad una disuguaglianza delle dimensioni delle due pupille, rendendo quindi una delle pupille del cane più piccola dell'altra.

Con una diagnosi precoce e a secondo della causa è possibile curare e risolvere il problema. Questa malattia può svilupparsi sia nei cani che nei gatti.

Cause di Anisocoria nel Cane

In genere l'anisocoria si verifica all'improvviso, ed è importante portare immediatamente il cane dal veterinario. La dilatazione anomala delle pupille nel cane è un sintomo e possono esserci diverse cause, tra cui:

  • Lesione della cornea, tra cui l'ulcera corneale
  • Malattia o lesione del cervello o dei nervi dell'occhio affetto
  • Glaucoma, una malattia in cui vi è una pressione maggiore all'interno dell'occhio (la pupilla nell'occhio colpito sarà dilatata)
  • Uveite, o infiammazione della parte interna dell'occhio (la pupilla nell'occhio colpito sarà generalmente più piccola)
  • Malattia della retina
  • Formazione di tessuto cicatriziale tra l'iride e il cristallino (chiamata sinechia posteriore), una condizione che può svilupparsi in seguito ad una uveite
  • Atrofia dell'iride o diminuzione di tessuto all'interno dell'iride, solitamente causata da un cambiamento degenerativo associato all'invecchiamento
  • Difetto congenito dell'iride. In questi casi il tessuto dell'iride non si sviluppa correttamente
  • Cancro nell'occhio affetto

Se l'anisocoria del cane si verifica all'improvviso, bisogna contattare subito il veterinario per una visita urgente per ridurre la possibilità che l'animale possa diventare cieco.

Collegamenti sponsorizzati

Sintomi di Anisocoria nel cane

In tutti i casi di anisocoria, la pupilla del cane di un occhio è più grande o più piccola rispetto a quella dell'altro occhio.

In alcuni casi, potrebbe essere l'unico sintomo, ma in molti altri casi, a seconda della causa sottostante, la parte bianca dell'occhio interessato potrebbe essere arrossata, la cornea potrebbe essere di un colore opaco o bluastro, il cane tende a lacrimare e strizzare continuamente l'occhio.

Diagnosi di Anisocoria

Il veterinario inizierà con un esame fisico del cane, incluso un esame dettagliato dell'occhio. A seconda dei risultati, potrebbe eseguire ulteriori test sull'occhio del cane.

Per esempio può misurare la produzione lacrimale e la pressione intraoculare (pressione negli occhi) per ciascun occhio. La cornea può essere valutata, con la tintura di fluoresceina, per cercare lesioni o ulcere corneali sottostanti, e si possono prelevare campioni di tessuto tramite biopsie congiuntivali per ulteriori test di laboratorio.

Gli esami del sangue sono utili per determinare se la condizione è correlata a una malattia sistemica dell'animale. In alcuni casi, il veterinario può raccomandare un rinvio ad un oculista veterinario per ulteriori test diagnostici.

Come si cura l'anisocoria nel cane?

Il trattamento dell'anisocoria canina dipende ovviamente dalla causa che l'ha generata, e il trattamento specifico sarà adeguato alla diagnosi.

Il veterinario discuterà con voi le opzioni di trattamento migliori per le circostanze individuali del vostro cane.

La prognosi del cane, per il pieno recupero, dipende dalla causa dell'anisocoria. In alcuni casi, il vostro cane potrebbe aver bisogno di farmaci per controllare la causa.

Se il cane diventa cieco per la malattia, è molto improbabile che la condizione sia reversibile.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere