Sabato 24 Giugno 2017

Radioterapia nel Cane

  • Pubblicato il:  25/10/2016

La radioterapia è uno strumento per trattare principalmente i tumori nel cane.
Viene effettuata singolarmente o in combinazione con la chirurgia o la chemioterapia.

L'obiettivo della radioterapia nel cane è quello di distruggere più cellule tumorali possibile, senza danneggiare il tessuto sano.

Collegamenti sponsorizzati

Per effettuare la radioterapia, ci sono diversi tipi di radiazioni.
Il veterinario, a secondo del tipo di tumore, può usare radiazioni gamma, radiazioni di elettroni e i Raggi X.

L'irradiazione può curare i cani (trattamento curativo) e compattare il tumore per migliorare la qualità di vita dell'animale (trattamento palliativo).

Ci sono tumori che sono maggiormente radiosensibili, cioè rispondono meglio alla radioterapia.
Tra questi ci sono i linfomi, come il linfoma maligno e il mieloma multiplo, ma anche il tumore venereo, un cancro dei genitali esterni di cani (trasmissibile).

La radioterapia nel cane può essere effettuata localmente o in tutto il corpo (sistemica).

Clicca per ingrandire le foto

COME VIENE FATTA LA RADIOTERAPIA NEL CANE?

Il veterinario regola i livelli della radioterapia a secondo del tipo di cancro e della sua localizzazione.

Si determina l'area da irradiare, e la frequenza della radiazione.
La terapia non viene eseguita quotidianamente anche perché il cane ha bisogno di essere sedato. Viene somministrato un anestetico in vena, grazie al quale il cane si addormenta immediatamente.

Spesso la radioterapia nei cani affetti da cancro viene eseguita in combinazione con la chirurgia e la chemioterapia.

La seduta viene eseguita a livello ambulatoriale e richiede solo pochi minuti.
Gli animali recuperano dopo la breve anestesia e possono tornare a casa con il loro proprietario.

In genere negli animali la radioterapia viene effettuata tre volte alla settimana e per alcune settimane.

QUANDO VIENE UTILIZZATA LA RADIOTERAPIA NEL CANE?

Il veterinario utilizza la radioterapia nel cane malati di cancro quando i tumori non possono essere completamente rimossi o quando la chemioterapia da sola non è consigliata.

La radioterapia può essere utilizzata prima o dopo l'intervento:
- prima dell'intervento per ridurre il tumore in modo che la chirurgia risulti più facile
- dopo l'intervento se non è stato possibile rimuovere l'intero tumore

In combinazione con la chemioterapia, il veterinario con la radioterapia può aumentare la sopravvivenza dei cani con alcuni tumori.

La radioterapia è comunemente impiegata nei tumori del cavo orale, della tiroide, delle cavità nasali, della pelle e del cervello.

QUALI SONO I RISCHI DELLA RADIOTERAPIA NEL CANE?

La radioterapia può provocare effetti collaterali nel cani e soprattutto nel tessuto sano circostante.

Effetti collaterali acuti della radioterapia negli animali possono essere:
- dermatite, eritema
- caduta dei peli
- infiammazione delle mucose
- secrezione nasale, infiammazione nasale
- enterite
- cistite
- danni alla cornea, infiammazione oculare
- polmonite

foto cane radioterapia
Potenziali effetti collaterali cronici della radioterapia nel cane sono:
- cambiamento del colore della pelle e dei peli
- lesioni cutanee
- secchezza delle fauci
- ipofunzione della tiroide
- polmonite
- danni ai nervi
- danno osseo, tumori ossei

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere