Lunedi' 23 Ottobre 2017

Rianimazione Cardiopolmonare nel Cane

  • Pubblicato il:  14/12/2015
Foto Rianimazione Cardiopolmonare nel Cane

La Rianimazione Cardiopolmonare nel Cane o CPR, è una combinazione di compressioni toraciche e di respirazione artificiale. E' normalmente utilizzata quando non si si riesce più a sentire il battito del cuore del cane. Una volta che il cane smette di respirare il cuore andrà in arresto cardiaco e cesserà di battere.

Collegamenti sponsorizzati

Prima di eseguire questa procedura si prega di tenere presente che la rianimazione cardiopolmonare è pericolosa e può causare complicazioni fisiche o danni fatali se eseguita su un cane sano. Dovrebbe essere eseguita quando strettamente necessario.

Rianimazione cardiopolmonare per cuccioli / cani fino a 14 kg:
1) Sistemate il cane su una superficie piana e sul suo fianco destro.
2) Unire i palmi delle mani e poggi

Collegamenti sponsorizzati

atele sul cane sopra la regione del cuore. (È anche possibile posizionare il pollice su un lato del petto e tenere le dita sul lato opposto.)
3) Comprimere il petto e poi rilasciatelo subito. Proseguire a una frequenza di 100 compressioni in un minuto.
4) Effettuate una respirare artificiale nel naso del cane una volta ogni cinque compressioni. Se siete i due, praticare la respirazione artificiale una volta ogni due o tre compressioni.
5) Continuare la CPR e la respirazione artificiale finché il cane ricomincia a respirare da solo e il battito cardiaco del cane diventa costante.

Rianimazione cardiopolmonare per cani di medie / grandi dimensioni (superiori a 14 kg):

1) Sistemate il cane su una superficie piana e sul suo fianco destro.
2) Mettete uno dei i palmi delle mani sulla cassa toracica del cane, vicino alla regione del cuore, e mettere l'altra palma su di esso.
3) Senza piegare i gomiti, premere la gabbia toracica con un movimento verso il basso.
4) Comprimere il petto e poi rilasciate subito dopo. Proseguire ad un ritmo di 80 compressioni al minuto.
5) Chiudere la bocca con la mano prima di iniziare la respirazione artificiale. Se c'è una seconda persona, effettuate la respirazione artificiale ogni due compressioni.
6) Continuare ad eseguire CPR fino a quando il cane ricomincia a respirare e ha battito cardiaco costante.

Se il cane non mostra alcun segno di miglioramento dopo 10 minuti di CPR, si può fermare in quanto non ha avuto successo.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere