Mercoledi' 21 Novembre 2018

Stress felino: cos'e' e perche' si verifica

  • Pubblicato il:  08/05/2017

Lo stress è uno dei grandi mali della nostra epoca, e anche i gatti non ne sono estranei, anzi, si tratta di uno dei problemi più comuni ed importanti che si nota nei nostri felini.

Collegamenti sponsorizzati

Il gatto è un animale estremamente emotivo che vive in modo particolare i cambiamenti ambientali e di routine, e la maggior parte dei proprietari che vivevano con loro non se ne rendono conto della fino a quando le manifestazioni diventano un serio problema anche per loro.

Un team di veterinari dell'Ohio State University ha condotto uno studio su come lo stress agisce sui gatti, confermando come lo stress felino sia la causa di molti problemi di salute e comportamentali dei nostri compagni pelosi.

Sapere cos'è, come riconoscerlo, e come prevenirlo, può aiutarci a migliorare la qualità della vita dei nostri gatti.

Che cos'è lo stress felino?

Lo stress felino è una reazione fisiologica del corpo che entra in gioco con vari meccanismi di difesa per far fronte ad una situazione percepita come minacciosa o ad uno stimolo ambientale sconosciuto.

gatto e stress
Lo scopo di questa reazione è quello di adattare il proprio corpo ad una nuova situazione attraverso una risposta, la quale si articola in tre fasi distinte:

  • Allarme: l'animale percepisce una fattore di allarme che può essere stressante per lui e lancia alcuni segnali, sia organici che comportamentali. Appare pauroso, si nasconde, è solitario...

  • Adattamento: il corpo del gatto, inizia ad adattarsi alla nuova situazione e a reagire in diversi modi per risolvere il problema.

  • Esaurimento: il corpo è in grado di adattarsi normalmente. Se il fattore di stress però persiste troppo a lungo, la risposta si ripresenterà nuovamente.

Ma allora lo stress può essere dannoso o no per il gatto?
Lo stress del gatto non va mai sottovalutato, perchè il suo corpo è costantemente obbligato a rispondere ad una prolungata esposizione di pericolo e di emergenza ambientale, causando problemi sia nell'equilibrio che nelle risposte naturali dell'animale, e provocando uno stato di debolezza fisica ed emotiva.

Lo stress felino è stato accostato con l'aumento di alcune malattie. Animali e persone che soffrono di stress cronico mostrano spesso un abbassamento delle difese immunitarie mentre il corpo fatica ad adattarsi alla minaccia costante a cui viene sottoposto.

Stanchezza fisica e mentale, debolezza e problemi delle difese derivano anche dall'incapacità del gatto di risolvere il problema emotivo.

Sempre più studi, inoltre, collegano lo stress con numerose malattie "opportunistiche", cioè che approfittano del momentaneo stato emotivo del gatto per svilupparsi.

Lo stress gioca un ruolo importante nella fase di apprendimento, nella memoria e nel processo decisionale. Quindi non crea solo problemi fisici al gatto, ma può influenzarne anche la personalità.

Collegamenti sponsorizzati

Sintomi dello stress nei Gatti

Il trattamento dello stress nel gatto, comporta, in primo luogo, che venga identificato la causa del problema. Ma quali sono i sintomi più comuni che presenta un gatto stressato?
  • Marcatura del territorio con urina e unghie (anche nei gatti sterilizzati)
  • Il gatto urina e defeca fuori dalla lettiera
  • Perdita di appetito (anoressia)
  • Vomito
  • Eccessiva perdita di pelo
  • Auto-toelettatura eccessiva (il gatto si lecca continuamente)
  • Tremori
  • Iperattività
  • Miagolii continui
  • Aggressività (sia con le persone che con altri gatti)
Tra le malattie ricorrenti collegate allo stress nei gatti troviamo la cistite idiopatica felina (infiammazione della vescica senza nessuna causa diangosticabile), asma, colite cronica, alopecia (perdita di pelo), iperestesia felina, acne, malattie della pelle, infezioni croniche.

L'atteggiamento tipico di un gatto stressato di solito include tremori, pupille dilatate, e il continuo sbavare. Anche la diarrea è molto comune. Le orecchie sono posizionate all'indietro, la coda è bassa. Questi gatti si muovono sempre con cautela e si fermeranno spesso.

I sintomi sopra menzionati sono comuni a diverse malattie, quindi, a meno che non ci sia una chiara causa di stress, prima di tutto deve essere esclusa qualsiasi malattia fisica.

Quali sono le cause di stress nel gatto?

Un gatto che vive felicemente in un ambiente stabile, dove tutto è al suo posto, senza evidenti alterazioni nella sua routine, non presenta sintomi di stress.

Se invece l'animale è sottoposto a sostanziali cambiamenti ambientali, come la nascita di un bimbo, ecc ... e soprattutto se avvengono bruscamente, è molto probabile che il gatto a breve cominci a manifestare sintomi di stress. Un gatto ha bisogno di controllare il suo ambiente per sentirsi al sicuro.

gatto stressato
Situazioni che producono stress nei gatti:

  • Pessimo rapporto con gli abitanti della casa: una delle cause più frequenti di stress felino si presenta quando il gatto viene costantemente molestato da un altro membro della famiglia (un altro gatto, cani, bambini ...).

    Questa situazione, soprattutto nei gatti timidi, li costringe a rimanere in un costante stato di allerta.

  • I cambiamenti ambientali: il gatto è un animale territoriale e molto abitudinario. Dedica molto del suo tempo a marcare il suo territorio con i feromoni e a controllare che tutto sia in ordine.

    Per lui il controllo del tempo e dello spazio è di vitale importanza. La scomparsa del suo proprietario, magari per un lungo un viaggio, la solitudine, l'introduzione di qualcosa di nuovo, che non ha odore, o che genera nuovi rumori, odori strani, possono far aumentare i livelli di stress.

  • Trauma e abbandono: i gatti che sono stati abbandonati dopo aver vissuto nel calore di una casa, o quelli che sono stati fisicamente abusati in passato ... sono animali che hanno il bisogno di rimanere in costante allerta.

    Hanno imparato dalle loro esperienze che la vita è imprevedibile. In molte occasioni, pur avendo risolto i problemi di base possono mostrare segni di stress post traumatico.

  • Scarsa socializzazione: parliamo di animali con una socializzazione scarsa, che sono costretti contro la loro volontà a vivere in ambienti non consoni con il loro carattere. In questi casi, bisogna porci la domanda di quale sia la soluzione migliore per risolvere il problema. Allevare per esempio un gatto randagio, spesso, non è una buona idea.

  • Noia: il gatto non ama rimanere chiuso in casa, soprattutto se non trova cose da fare e si annoia. Infatti, molti problemi di stress possono essere risolti con un adeguato arricchimento ambientale adatto ai felini.

Trattamento dello stress felino

La cosa migliore per un gatto sarebbe, ovviamente, evitare le fonti di stress. Spesso, il problema viene risolto offrendo al gatto alcuni stimoli ambientali e, soprattutto, contribuendo a mantenere un adeguato livello di attività fisica: posti per nascondersi, giochi interattivi e tanto tanto gioco con il proprietario. Da evitare anche cambiamenti improvvisi nell'ambiente del gatto.

Ma cosa succede se il vostro gatto mostra già sintomi di stress? Possiamo aiutarlo con diversi rimedi, sia "fatti in casa" che veterinari.

Cambiare la causa dello stress può essere facile o molto difficile. Ad esempio, se il gatto è stressato quando arrivano ospiti in casa, possiamo isolarlo prima che arrivano. Se la causa è l'aspirapolvere, usatene una più silenziosa. Se il gatto si stressa per i viaggi, riduceteli.

Se il gatto è stressato perchè ci sono altri animali domestici in casa, è importante dare ad ogni animale il suo "spazio", con la sua lettiera, il suo letto, la sua ciotola e posti dove arrampicarsi o nascondersi quando vogliono stare da soli.

Per ridurre la risposta allo stress, i proprietari di gatti utilizzano spesso Feliway, un prodotto a base di ormoni felini. Questa sostanza, viene prodotta nelle ghiandole dei gatti e viene usata per marcare il territorio, per identificare posti sicuri. Questi ormoni hanno la capacità di tranquillizzare e calmare i gatti nervosi, anche se il loro effetto è soggettivo.

Ci sono anche alcuni alimenti o integratori che possono aiutare i gatti durante i periodi più stressanti. Ad esempio, alcuni mangimi possiedono Alfa-Casozepine, derivate dalla caseina (proteine ​​del latte) e aiutano a calmare l'ansia negli animali.

Il triptofano, se ingerito, viene trasformato in serotonina, una sostanza essenziale nella regolazione dell'umore, e può essere somministrato a gatti con problemi di stress.

Anche le vitamine del gruppo B riducono l'ansia, e il lievito di birra è ricco di questo nutriente.

Alcune persone preferiscono utilizzare soluzioni omeopatiche o fiori di Bach per gestire le situazioni di stress del loro gatto. Questi trattamenti devono essere consigliati da un professionista e acquistati presso siti attendibili.

Ad esempio, può essere utile l'olio essenziale di lavanda, ma se non trattato in modo corretto potrebbe contenere tracce di fiori tossici per i gatti. La valeriana è molto usata in caso di stress del gatto.

Ci sono anche aiuti farmacologici, ma dovranno sempre essere prescritti da un veterinario e vanno usati solo in casi estremi o gravi. Due farmaci ampiamente usati sono il Clomicalm (clomipramina) e il Valium (diazepam). Come tutti i farmaci, possono verificarsi effetti collaterali e quindi dovrebbero essere usati sotto stretta sorveglianza del medico veterinario.

Collegamenti sponsorizzati

Le informazioni riportate potrebbero non essere accurate ma hanno hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   6  Persone hanno inserito un Commento

Circus21/01/2018 | Rispondi

Salve a tutti e complimenti per l'articolo. Ho un gattino di un anno che soffre di stress quando in casa arrivano persone che non conosce, ad esempio, un falegname, un medico o un amico. Si nasconde, e ha vari posti per farlo e si sente al sicuro.

Il problema è che il giorno dopo ha un po' di diarrea. All'inizio pensavo che avesse i parassiti, o che il cibo non fosse adatto. Poi, a poco a poco ho ricollegato che la diarrea si verifica uno o due giorni dopo la situazione di stress. Oggi è successo nuovamente perché ieri l'ho portato dal veterinario per il vaccino annuale.

Per il resto, ha un'eccellente salute. Cosa posso provare (feromoni) per calmarlo?

Genius200021/01/2018 | Rispondi

Sì, la diarrea post-stress è normale... il mio gatto ci ha sofferto per un po' di tempo. Prova a mettere il gatto in una stanza da solo quando hai visite, e puoi provare anche i feromoni. Quando vai dal veterinario puoi provare a dargli qualche rimedio omeopatico per abbassare la tensione e l'ansia.

Beatrice01/01/2018 | Rispondi

Molto interessante questo articolo. Abbiamo un gatto siamese di 6 anni. I suoi primi 5 anni ha vissuto in una casa con giardino, quindi passava molto tempo fuori a prendere il sole ed era anche un felice cacciatore.

Da un anno ci siamo trasferiti in un appartamento più piccolo e senza giardino,e trascorre molto tempo solo perché lavoriamo.

Negli ultimi tre mesi è stato molto stressato, si strappa il pelo, piange, urina fuori dalla lettiera. Cerco di giocare con lui tutti i giorni per almeno 15 minuti, apro le tende in modo che guardi fuori.

Avete qualche consiglio? Avevamo pensato di portare in casa un altro gatto per fargli compagnia, ma dal momento che è sempre rimasto solo e indipendente abbiamo paura di come potrebbe reagire. Quando vivevamo nella casa più grande, andava spesso nella casa del vicino dove c'erano altri cani e gatti e non aveva grossi problemi.

Genius200003/01/2018 | Rispondi

È probabile che un cambiamento così drastico lo abbia stressato molto. I siamesi sono di solito molto affezionati e attivi, il che è anche peggio.
Compragli qualche gioco interattivo e lasciali quando rimane solo durante il giorno. Compra anche un buon raschietto.

Se ha vissuto con altri gatti, è probabile che andrà d'accordo con un compagno di giochi, penso gli farebbe bene! ciao

SuperBall6601/11/2017 | Rispondi

Ciao! Una pagina eccellente! Ho un gattino di 2 anni e mezzo e non è sterilizzato. Si spaventa tantissimo quando sente forti rumori... è nato in un rifugio e l'abbiamo adottato quando aveva solo 3 mesi. E' diffidente, ma quando vuole sa essere molto affettuoso con me e il mio compagno. Soprattutto con me, perché lo amo di più, gli do da mangiare e gioco con lui...

Mi infastidisce molto il fatto che non appena qualcuno arriva in casa, o non appena suona il campanello, fugge terrorizzato e si nasconde. Mi piacerebbe farlo vedere alle persone. Ho letto di alcune terapie comportamentali o usare i feromoni, ma temo che i feromoni possano "attivare il suo istinto sessuale" (per ora quando va in calore è tranquillo). Cosa posso fare? Grazie!

roberta7002/11/2017 | Rispondi

Non forzare il gatto se si spaventa di vedere le persone, ci sono animali che fuggono quando sentono rumori forti o quando non sono abituati alla presenza di persone.

Prova a dire ai tuoi ospiti di parlare sottovoce e di non fare troppo rumore. Se il gatto è curioso, prova a dargli qualcosa da mangiare che gli piace tanto e fallo avvicinare a voi.

Teoricamente i feromoni non aumentano l'istinto sessuale, anzi lo dovrebbero lievemente placare. Puoi provare sia il feliway che il felifriend.

cerca un veterinario

Articoli correlati

Foto Alprazolam (Xanax) - Farmaci per cani e gatti

Alprazolam (Xanax) - Farmaci per cani e gatti

Alprazolam, più comunemente noto come Xanax®, è un farmaco usato nei cani e gatti per alleviare stati di ansia o come rilassante muscolare. E' comunemente usato nei cani che hanno fobie durante i t.


Foto Tranquillanti naturali per Gatti

Tranquillanti naturali per Gatti

Terapie naturali e rimedi casalinghi per gatti sono ormai in piena espansione, non solo nel campo della salute umana, ma anche in medicina veterinaria, e questo è dovuto alla necessità di trattare i.


Foto Perchè il mio gatto fa pipì ovunque?

Perchè il mio gatto fa pipì ovunque?

Se il vostro gatto fa la pipì fuori dalla lettiera, può essere per motivi di salute, stress o perché vuole segnare il suo territorio. Continuate a leggere per capire le cause e le possibili soluzio.


Foto Ansia e stress nei Gatti: cause e trattamento

Ansia e stress nei Gatti: cause e trattamento

In questo articolo, conoscerete tutto quello che c'è da sapere sullo stress nei gatti: cos’è lo stress, quali sono le cause, e, cosa più importante, come alleviare lo stress e l'ansia nel vostro .


Dieta BARF per gatti: consigli e ricette

Dieta BARF per gatti: consigli e ricette

Sapete cos'è la dieta BARF per i gatti? Conosciuta anche come dieta ACBA, è una speciale alimentazione basata su cibi crudi e con ingredienti naturali. La dieta BARF non è altro che una alimentazio.


Segni che il Gatto sta per morire

Segni che il Gatto sta per morire

Quando un gatto è troppo malato o molto anziano, è importante per un proprietario comprendere i sintomi clinici che in genere indicano l'avvicinarsi della morte, soprattutto per prendere una scelta .


Il gatto miagola di notte? Cause e soluzioni

Il gatto miagola di notte? Cause e soluzioni

Una delle lamentele più comuni dei proprietari di gatti, è legata al loro forte 'pianto' nel bel mezzo della notte.Questo comportamento è purtroppo molto comune, soprattutto nei gatti anziani..


Il Gatto sbava: cause e problemi

Il Gatto sbava: cause e problemi

I gatti in genere non sbavano, anche se in alcune circostanze (per esempio quando sono molto rilassati e fanno le fusa) è possibile che si verifiche una leggera ipersalivazione. Se, invece, il vostro.


Perchè il Gatto dorme con me?

Perchè il Gatto dorme con me?

Ci sono diversi motivi per cui al gatto piace dormire con voi: per la temperatura, il comfort, il senso di sicurezza e per il rapporto d'amore che ha con voi. Per noi può essere molto rilassante e p.


Tranquillanti naturali per Gatti

Tranquillanti naturali per Gatti

Terapie naturali e rimedi casalinghi per gatti sono ormai in piena espansione, non solo nel campo della salute umana, ma anche in medicina veterinaria, e questo è dovuto alla necessità di trattare i.


-->