Lunedi' 23 Ottobre 2017

Parvovirus nel Cane

  • Pubblicato il:  12/06/2015
Foto Parvovirus nel Cane

Che cos'è il parvovirus?

Il Parvovirus (parvo) è un virus altamente contagioso che colpisce i cani. Ci sono due forme di virus: intestinale e cardiaco.
Collegamenti sponsorizzati

La forma intestinale è più comune ed è caratterizzata da vomito, diarrea sanguinolenta e pericolosa per la vita disidratazione. Nella forma cardiaca, meno comune, il virus attacca i muscoli del cuore, e spesso conduce il cane alla morte.

Entrambe le forme possono interessare il midollo osseo, causando la diminuzione dei globuli bianchi e la successiva predisposizione a infezioni batteriche secondarie.

Nella maggioranza dei casi si nota in cuccioli di età tra sei settimane e sei mesi, ma tutti i cani non vaccinati sono soggetti alla malattia.

Come si trasmette la parvovirosi?

Un cane potrebbe infettarsi sia attraverso il contatto diretto con un cane infetto o ingerendo il virus attraverso il contatto oro-fecale.

Una persona può inconsapevolmente portare il virus nell'ambiente di un cane calpestando involontariamente feci infette. Alcune malattie o terapie farmacologiche che sopprimono la normale risposta del sistema immunitario possono aumentare il rischio di infezione.
La parvovirosi è molto comune nelle zone urbana, come i parchi, rifugi, cortili suburbani, aree di imbarco e canili.

Fate attenzione se state acquistando un cane, perchè molti allevatori spesso rassicurano solo verbalmente di aver vaccinato il cane.

Quali sono i sintomi di parvovirosi?

In un cane infetto da parvovirosi, la maggior parte dei proprietari notano uno stato di letargia (astenia e sonnolenza), inappetenza e perdita di peso. Il cane può manifestare segni come se avesse dolori allo stomaco.

I segni clinici poi possono includere vomito, diarrea sanguinolenta, che portano ad una disidratazione repentina.

La disidratazione è spesso più letale del virus stesso. Alcuni cani con questa malattia presentano febbre, ma molte volte, a secondo della gravità del virus, potrebbero manifestare ipotermia (bassa temperatura corporea).

Se avete qualche sospetto che il cane abbia contratto il virus, recatevi immediatamente da in un veterinario. Si tratta di una malattia pericolosa, che può causare morte in 24 ore.

Collegamenti sponsorizzati

Come si diagnostica la parvovirosi?

Per diagnosticare il virus della parvovirosi, il veterinario eseguirà un esame fisico e prelevare un campione delle feci. La maggior parte delle cliniche veterinarie dispongono di un test immediato che indica se un cane ha contratto la malattia.

Un veterinario può anche raccomandare analisi al sangue, alle urine, radiografie addominali o ecografia addominale per escludere altre malattie.

Come si cura la parvovirosi?

Il trattamento terapeutico della malattia può essere difficile e costoso. Siccome la parvovirosi è una malattia di origine virale, non esiste nessun farmaco per curare l'infezione.

Il trattamento è focalizzato per alleviare i sintomi, come disidratazione, finché il virus non è stato debellato. Un cane infetto ha bisogno di liquidi per sostituire quelli persi da vomito e diarrea.
Il modo migliore per trattare il cane è ricoverarlo e somministrare fluidi per via endovenosa supportata da una dieta alimentare adeguata.

Un veterinario può prescrivere antiemetici per aiutare a contenere nausea e vomito, e antibiotici per le prevenire infezioni batteriche secondarie. Si dovrebbero anche monitorare i livelli di proteine ed elettroliti, così come altri segni vitali.
Le possibilità che un cane sopravviva variano notevolmente da caso a caso.

Molti cani possono recuperare con un adeguato trattamento, ma la morte a volte può avvenire per le complicazioni, tra cui la disidratazione, infezione batterica secondaria, tossine batteriche nel sangue (setticemia) o emorragia intestinale.

Se il cane riesce a superare l'infezione, dovrà essere isolato per un po di tempo. Il parvovirus è molto resistente a molti disinfettanti e può sopravvivere nell'ambiente per più di un anno.
Tutto quello che il cane ha utilizzato (ciotole, cucce, giocattoli, ecc) deve essere accuratamente disinfettato. Si consiglia una soluzione diluita di candeggina (mezza tazza di candeggina per un litro di acqua) è efficace per uccidere il virus.

Come prevenire l'infezione da paarvovirus

E' possibile prevenire il contagio da parvovirus con la vaccinazione. I cuccioli richiedono più step di vaccinazioni per essere completamente protetti dal virus; una singola vaccinazione non garantisce l'immunità.

I vaccini dovrebbero iniziare a circa sei settimane di età e possono essere somministrati ogni tre o quattro settimane fino alle 16 settimane.

Il Parvovirus canino è una malattia a volte mortale altamente contagiosa che può colpire qualsiasi cane o un cucciolo.
La vaccinazione è fondamentale per evitare l'infezione, quindi parlate con il vostro veterinario se state acquistando un nuovo cucciolo.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere