Giovedi' 23 Novembre 2017

Piometra nel Cane

  • Pubblicato il:  21/05/2016
Foto Piometra nel Cane

La piometra nei cani è un'infezione dell'utero molto pericolosa e grave che,se non curata, può portare alla morte.

Collegamenti sponsorizzati

Cause di Piometra nei Cani

Ogni volta che un cane non sterilizzato va in calore (di solito due volte l'anno), subisce alcuni cambiamenti ormonali ed il suo rivestimento uterino si gonfia per prepararsi ad una eventuale gravidanza.

A volte, questi cambiamenti uterini persistono, sviluppando una iperplasia endometriale cistica, che rendono l'organo più suscettibile alle infezioni.

I batteri che si trovano normalmente nella vagina del cane possono salire nell'utero provocando sacche di pus. Se poi i batteri e le tossine riescono ad attraversare la parete uterina e entrare nel flusso sanguigno, possono causare l'avvelenamento sistemico.

L'utero potrebbe degenerarsi e lesionarsi liberando il pus nel corpo del cane provocando la morte se non trattata adeguatamente.

Segni di piometra

La piometra è, naturalmente, presente solo nelle femmine (dato che i maschi non hanno un utero). E' più comune nelle femmine anziane (sopra i 6 anni di età), ma può essere notata a qualsiasi età.

I segni di solito si sviluppano circa 6 settimane dopo che la femmina ha concluso il suo ciclo termico (i cani di solito hanno cicli termici ogni sei mesi)

I primi segni che si possono notare sono i seguenti:
- leccare le parti posteriori più del solito
- Letargia
- Anoressia
- Febbre
- Vomito
- Diarrea
- Aumento del consumo di acqua
- Aumento della minzione
- Dolore addominale
- Scarico anomalo dalla vulva
- Disidratazione
- Shock

Se la malattia non viene trattata può peggiorare fino al punto di provocare una disidratazione, collasso e morte per shock settico.

Collegamenti sponsorizzati

Razze, sesso e età

La piometra riguarda solo cani di sesso femminile che non sono state sterilizzate.
Femmine di ogni età, una volta che hanno iniziato i loro cicli di calore, sono a rischio di sviluppare la piometra. Tuttavia, i cani di mezza età e quelli anziani sviluppano la piometra più frequentemente rispetto ai cani giovani.

Alcuni studi hanno identificato un aumento dell'incidenza di piometra nelle seguenti razze di cani:
- Collie
- Rottweiler
- Schnauzer nano
- Cavalier King
- Golden retriever
- Bernese
- Springer spaniel inglese

Diagnosi di Piometra nei Cani

La diagnosi di piometra può essere fatta attraverso le seguenti fasi:
- Esame veterinario e storia clinica: Un cane che ha recentemente avuto il suo ciclo di estro e mostra alcuni dei segni di cui sopra può essere affetto da piometra. Il veterinario potrebbe sentire un utero gonfio durante l'esame fisico.

- Esami di laboratorio: cani con piometra possono avere globuli bianchi alti presenza di batteri nell'esame alle urine.

- Radiografie: una radiografia dell'addome può rivelare un utero gonfio, ma se la malattia è in una fase iniziale, esso potrebbe apparire normale.
A volte l'utero può apparire dilatato in una radiografia, ma per cause diverse dalla piometra, come nel caso di una gravidanza precoce o un tumore.

- Ecografia addominale: se effettuata da un medico esperto, l'ecografia è un esame molto utile per diagnosticare la piometra e contemporaneamente escludere altre cause di dilatazione dell'utero.

Trattamento della piometra nei cani

CHIRURGIA
- Il miglior trattamento per curare la piometra nei cani è la rimozione chirurgica dell'utero e delle ovaie.

- Durante la malattia, il tessuto uterino è gonfio di sangue e più debole a causa dell'infezione batterica. Questo tipo di tessuto è chiamato "friabile" e rende la chirurgia più pericolosa.

- Poichè il cane è malato, l'anestesia e la chirurgia sono più rischiose rispetto ad una sterilizzazione di routine su un cane sano.

- La chirurgia è l'unico trattamento che elimina il rischio di future recidive di piometra in quanto l'utero non è più presente.

- La chirurgia è l'unico trattamento ad oggi sicuro di curare la malattia, sempre se l'animale è in grado di sopportare l'anestesia e la chirurgia.

PROSTAGLANDINE
- Potrebbe essere tentato un trattamento con le prostaglandine, un ormone somministrato attraverso iniezioni ed aiuta l'utero a svuotare il pus.
Possibili effetti collaterali delle prostaglandine sono vomito, eccessiva bava, ansia, respiro pesante e aumento della frequenza cardiaca.

Dopo il trattamento con prostaglandine, la cagna deve rimanere gravida con il successivo ciclo di calore o le possibilità di che la piometra possa ripresentarsi sono vicine al 80%.

DRENAGGIO CHIRURGICO
- Una terza opzione di trattamento, usata soprattutto se cane è molto importante per l'allevamento ed è in condizioni stabili, è il drenaggio chirurgico e il lavaggio dell'utero.

Durante questo trattamento, il cane è anestetizzato e viene fatto passare un catetere attraverso la cervice dell'utero per svuotarlo dal pus. L'utero viene quindi lavato con soluzione salina contenente prostaglandina, oppure con una soluzione povidone-iodio e prostaglandina.

Il drenaggio uterino e il suo lavaggio è un trattamento specializzato, quindi bisogna cercare un veterinario che abbia già esperienza nella cura di questa malattia.

Prognosi e prevenzione

La maggior parte dei cani avrà un pieno recupero dopo il trattamento chirurgico se la malattia è presa in tempo.
La sterilizzazione del cane prima del suo primo calore può impedire che si verifichi questa patologia.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere