Mercoledi' 15 Agosto 2018

Il mio cane è paralizzato: cosa posso fare?

  • Pubblicato il:  19/03/2018
Clicca per ingrandire le foto

Avete mai visto un cane paralitico camminare su una sedia a rotelle o trascinarsi dietro le gambe posteriori? Questi animali, molto probabilmente, sono affetti da paralisi, una condizione che, purtroppo, non è così rara nei nostri amati animali.

Collegamenti sponsorizzati

Problemi o lesioni spinali e le malattie neurologiche sono due cause per cui i cani a volte rimangono paralizzati, soprattutto nelle zampe posteriori. A volte, non sviluppano una paralisi posteriore completa, ma potrebbe trattarsi per lo più di una debolezza che rende difficile loro alzarsi e camminare.

Lo shock iniziale nel vedere il proprio cane paralizzato è angosciante per qualsiasi proprietario. Alcuni di questi cani guariscono, ma anche se non lo fanno, anche nella disabilità possono sempre condurre una vita felice.

Anche se la paralisi nei cani è più frequente nelle zampe posteriori, ciò non vuol dire che non potrebbe verificarsi anche nelle zampe anteriori, soprattutto se le radici nervose del collo, della spalla o delle zampe sono deteriorate.

Prendersi cura di un cane paralitico è un impegno che dura tutta la vita e che richiede molto tempo. Pertanto, non è per tutti. Il vostro cane merita la vita migliore possibile, e se non potete offrirgliela, dovresti essere onesti con voi stessi e cercare una soluzione.

cane paralizzato
Per un proprietario amorevole, tuttavia, prendersi cura di un cane paralizzato può essere un'esperienza davvero gratificante, che lo avvicina affettivamente ed emotivamente al suo cane.

Sintomi che il cane soffre di paralisi

E' che un cane che improvvisamente non riesce più ad alzarsi o che trascina le gambe posteriori ha una paralisi, ed è chiaro che c'è stata una qualche tipo di lesione che richiede l'attenzione del veterinario.

Ma non tutti i casi di paralisi sono improvvisi. Ecco alcuni sintomi più sottili che potrebbero indicare un potenziale problema o presagire una futura paralisi:

  • Potreste sentire lo sfregamento delle unghie del cane contro il pavimento. All'inizio questo potrebbe essere occasionale, ma col passare del tempo potrebbe diventare più regolare.

  • Le unghie del cane si consumano in modo irregolare. Quando tagliate le unghie del vostro cane, potreste notare che sono consumate in modo poco uniforme. I lati o le parti superiori potrebbero essere più limati (soprattutto le unghie centrali delle zampe posteriori) rispetto al solito.

  • Il cane sembra instabile mentre cammina. Potrebbe occasionalmente inciampare o addirittura cadere.

  • L'estremità posteriore del cane sembra che si stia cedendo. Questo sintomo può indicare debolezza o atrofia muscolare.

  • Potrebbe iniziare ad urinarsi addosso anche mentre dorme.

Collegamenti sponsorizzati

Cause di paralisi nel Cane

Lesioni spinali o altre malattie (come la mielopatia degenerativa), o alcuni disturbi neurologici, sono le cause comuni di paralisi nei cani.

La prima cosa da fare è portare il cane dal veterinario, il quale può eseguire alcune radiografie e altri test per cercare di determinare la causa della debolezza o della paralisi.

Prima le condizioni vengono diagnosticate e trattate migliore sarà la prognosi e il recupero del cane. Inoltre, la mancanza di dolore non indica che il cane sta bene, quindi non esitate a farlo visitare dal medico!

Trattamento della paralisi nei Cani

Alcune condizioni sono curabili e altre no. Alcune possono essere trattate se diagnosticate nella fase iniziale, in caso contrario le possibilità di recupero si riducono o sono addirittura nulle. Le opzioni di trattamento possono includere il riposo forzato, l'intervento chirurgico, la somministrazione di farmaci steroidi o antinfiammatori, la fisioterapia, i trattamenti con agopuntura e un adeguamento nutrizionale.

Anche con il trattamento, il recupero non è sempre garantito.

Parlate con il vostro veterinario sui possibili trattamenti disponibili per il vostro cane. Ad esempio, un cane anziano con altre condizioni mediche potrebbe non essere il miglior candidato per la chirurgia.

Prendersi cura di un cane paralitico

Sia che la chirurgia sia o meno un'opzione, il vostro compagno peloso avrà bisogno di maggiori cure per diverse settimane o forse per il resto della sua vita.

  • Molti cani paralizzati soffrono di incontinenza e non sono in grado di pulirsi adeguatamente. Pertanto, dovrete essere voi ad assicurargli una buona igiene e cura del suo corpo, sia per il bene della vostra famiglia che per il benessere dell'animale. Lavatelo spesso, e usate le salviette per neonati.

  • Un cane paralizzato ha bisogno di un ambiente confortevole, e ha bisogno di sentirsi a proprio agio e rilassato per poter guarire. Alcuni preferiscono una stanza buia con una radio in sottofondo, altri guariscono meglio in salotto o in cucina dove vivono i suoi amici umani.

  • Gli animali paralizzati, come gli esseri umani, possono sviluppare piaghe da decubito. Hanno bisogno di letti più morbidi, e spesso può essere utile usare diversi asciugamani, coperte o trapunte. Potete usare delle traverse sopra i cuscini per evitare che l'urina penetri nel materasso.
    Un altro modo per alleviare le piaghe da decubito è girare frequentemente il cane ogni quattro-sei ore. Un animale paralizzato può trarre beneficio da seduto sul suo petto.

  • Se il cane non urina abbastanza, la sua vescica potrebbe essere affetta da un'infezione. Le infezioni del tratto urinario sono comuni perché i batteri crescono rapidamente. L'animale può beneficiare di capsule di vitamina C; cambiano il pH delle urine e riducono la crescita dei batteri.

  • Un cane paralizzato dovrebbe continuare a uscire, tempo permettendo. Anche se non tutti gli animali si divertono all'aria aperta, a volte un po' di aria fresca potrebbe risollevargli l'umore. Quando il tempo è bello, sedetevi fuori con lui per un po'.

  • La fisioterapia può essere molto utile. L'esercizio aiuta a ridurre la rigidità alle zampe dell'animale. L'idroterapia o la terapia in acqua (piscina) permettono al cane di recuperare la forza muscolare nelle gambe senza caricare il suo peso sulle articolazioni doloranti. L'atrofia, la degenerazione dei muscoli, di solito può contribuire ad accelerare il processo di recupero dopo una paralisi.

Carrozzelle e imbracature per cani paralitici

Le sedie a rotelle o i carrelli per cani possono essere un'ottima opzione per un cane che ha le gambe anteriori forti e la zona posteriore paralizzata. Una sedia a rotelle per cani darà al vostro amico più libertà di movimento, il che è positivo sia per la sua salute fisica che psicologica.

Prima di usare una sedia a rotelle o un'imbracatura, parlate sempre con il veterinario o con un fisioterapista, in quanto un uso improprio potrebbe essere dannoso per l'animale.

Qualità della vita ed eutanasia

I cani hanno la straordinaria capacità di vivere e adattarsi anche se non riescono a camminare. Molti cani paralizzati possono trascorrere una buona qualità della vita e sono felici con le loro famiglie.

cane paralitico con sedia a rotelle
Ogni proprietario dovrà valutare la qualità della vita del proprio cane parlandone con il proprio veterinario prima di pensare all'eutanasia. Alcuni aspetti da considerare sono:

  • Il cane ha un dolore ingestibile? Non è divertente per nessuno vivere e veder soffrire un animale con dolori costanti.

  • Sembra depresso? I problemi di incontinenza possono essere fonte di disagio per molti cani. Alcuni proprietari riferiscono che i loro cani sembrano addirittura "imbarazzati" dopo un incidente. Che lo siano o no, i cani non vogliono vivere nei loro stessi rifiuti.

  • Lo stato di salute generale? Se cade ripetutamente o si trascina procurandosi piaghe o ferite, alla fine può diventare un problema, soprattutto se le piaghe non vengono prontamente curate. I cani potrebbero non lamentarsi, ma ciò non significa che soffrano.
Non è mai facile prendere la decisione sull'eutanasia. È difficile, se non impossibile, conoscere il "momento", se sempre esiste un momento preciso.

Molte persone sono dell'opinione che è meglio "lasciarli andare" un pò prima anzichè aspettare troppo a lungo. Prima di fare una scelta, parlatene con il veterinario e soprattutto fatela bilanciando amore e ragione.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere