Venerdi' 24 Novembre 2017

Come addestrare un Pit Bull

  • Pubblicato il:  01/04/2017

Esistono varie razze di cani Pit Bull, anche se in genere mostrano tutti gli stessi standard caratteriali, di forza e di obbedienza. E' quindi molto importante sapere come addestrare correttamente un Pit Bull in quanto una scarsa o sbagliata formazione può portare ad avere un cane molto pericoloso e aggressivo.

Collegamenti sponsorizzati

I Pit Bull si contraddistinguono principalmente per la loro forza e il loro potente morso, ed essendo cani da guardia possono causare profonde lesioni alle loro prede quando vengono morse. Possiamo comunque dire che questi cani, se ben educati, possono convivere con i loro proprietari tranquillamente.

Sono cani molto forti fisicamente e di grande carattere, vogliono essere rispettati e hanno bisogno di una costante e assidua formazione. Con una corretta educazione possono diventare ottimi cani da guardia e da compagnia, ma purtroppo... pochi sanno addestrare correttamente un Pit Bull.

Purtroppo le diverse razze di Pit Bull sono diventati di moda tra gli adolescenti, ma che sono lontani dal sapere educare questo cane, usando spesso tecniche sbagliate e spesso controproducenti.

In questo articolo spiegheremo come addestrare un Pit Bull sin da cucciolo, o se ne avete adottato un adulto, vi daremo alcuni suggerimenti per una efficace istruzione e socializzazione.

Addestrare un cucciolo di Pit Bull: la sua casa

cucciolo di pitbull
Dobbiamo preparare un posto in casa dove il nostro cucciolo di Pit Bull possa riposare, un ambiente confortevole e con un letto soffice. È possibile farlo con l'aiuto di alcuni cuscini e coperte o potete comprare una cuccia confortevole in qualsiasi negozio di animali, anche perchè il prezzo non è molto alto.

Il letto deve essere posto in un luogo accessibile, tranquillo e lontano da correnti d'aria, in modo che possa dormire sonni tranquilli quando ne ha voglia. Ricordate che i cuccioli hanno bisogno di dormire molto nei primi mesi di vita, con sonnellini brevi ma frequenti.

Se non volete passare notti insonni, evitate di coccolarlo quando inizierà a piangere o a lamentarsi di notte, perché potrebbe associare il piangere con le vostre coccole. In genere, dopo due o tre notti imparerà a dormire da solo e a smettere di piangere.

Molte persone scelgono la cucina o la lavanderia dopo posizionare la sua cuccia durante la notte, perché i cuccioli non hanno ancora imparato a fare i loro bisogni lontano da casa, e la loro igiene sarà più semplice da gestire.

Il vostro cucciolo di Pit Bull può dormire fuori a partire dai tre mesi di vita, anche se è consigliabile attendere i sei mesi, soprattutto se fuori c'è troppo freddo o troppo caldo.

Alimentazione per un cucciolo di Pit Bull

cucciolo pitbull e gatto
Molte persone pensano che il miglior modo per alimentare un cucciolo sia quello di lasciargli del cibo a disposizione per l'intera giornata. Per dirlo in parole semplici, possono mangiare a volontà. Questo è forse il più grande errore che si può commettere con un cane, qualunque razza sia.

Comprate un cibo adeguato per il vostro cane, e che sia di alta qualità e studiato per soddisfare le esigenze nutrizionali dei cuccioli. Se volete potete utilizzare una dieta naturale, soprattutto a base di carne e ricca di proteine.

Il modo corretto per nutrire un Pit Bull è quello di dividere la razione giornaliera in mini razioni giornaliere, 4 per i cuccioli e 3 per i cani adulti. Quindi un cucciolo dovrebbe mangiar a colazione, pranzo, merenda e cena.

Mettete il cibo nella sua ciotola e aspettate fino a quando il cane si tranquillizza e vi guarda. Posate la ciotola sul pavimento, ma ad una certa distanza dal cane almeno fino a quando non sarete voi a dirgli di mangiare. E' un modo per chiederci il permesso sin da piccolo.

Lasciate a disposizione la ciotola del cibo solo quindici minuti, poi toglierla fino al pasto successivo. Se non ha mangiato o ha lasciato resti di cibo, potete aggiungere la quantità rimasta nel prossimo pasto.

Ricordate di non far mai mancare al cane acqua fresca e pulita sia di giorno che di notte.

Questo è l'unico modo corretto per dare da mangiare al nostro Pit Bull, magari il cane inizialmente avrà delle difficoltà, ma è essenziale per la sua formazione.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Evitate che il cucciolo di Pit Bull diventi il maschio alfa di casa

I Pit Bull sono cani molto dominanti già per genetica. Anche i cuccioli sono generalmente più dominanti rispetto alle altre razze, quindi è molto importante far capire al cane chi deve comandare, fin dal primo giorno.

I cuccioli di Pit Bull sono chiamati anche cuccioli gladiatori, perché spesso preferiscono giocare lottando o mordendo un giocattolo o altri cuccioli.

Ecco alcuni suggerimenti che potete prendere in considerazione per aiutare il vostro cane a capire che deve obbedirvi. Ricordate di non colpire mai un cane, ma usate la tecnica del rinforzo positivo, e quando non ascolta dovete semplicemente ignorarlo.

  • Quando si esce o si entra in casa non lasciate che sia il cane ad entrare per primo.

  • Mai lasciarli salire su di voi per prendere il cibo o sedersi sopra di voi. E' consigliabile anche non consentire al cane di salire sul divano di casa o sul letto dove dormite.

  • Quando portate la ciotola con il cibo e il cucciolo iniziare a mangiare, provate a prendere la scodella per un secondo o mettete la vostra mano tra il cibo e e il cane. in questo modo lo abituerete a non ringhiare o mordere, rispettando la vostra azione prima di continuare a mangiare.

Tutti questi suggerimenti saranno molto utili per ridurre il predominio del Pit Bull, e gli faranno capire che solo voi avete il potere di impartire ordini.

Aiutare un cucciolo di Pit Bull a socializzare

Una volta che il cucciolo ha ricevuto tutte le vaccinazioni necessarie, bisogna portarlo fuori ogni giorno più volte, rispettando possibilmente gli stessi orari (più o meno).

E' molto importante far passeggiare un cane per strada, lasciargli annusare tutte quello che vuole, lasciarlo giocare con altri cani e soprattutto, lasciare che si annusi con gli altri cani e rimproverarlo solo quando necessario.

Ricordate che i cani si salutano e si ricordano degli altri cani annusandosi i genitali. Anche se la cosa può sembrarci sgradevole per loro è una cosa del tutto naturale.

Se avete un parco vicino dove abitate, sarebbe ideale farlo giocare ogni giorno con altri cani. E' un mezzo importante per socializzare bene, giocare e magari farsi ringhiare da un cane più grande. In questa fase, tutto è importante per il cucciolo.

L'addestramento di un cucciolo di Pit Bull passa necessariamente attraverso la socializzazione con altri cani e persone, perché altrimenti rimarrà scontroso, timoroso e, di conseguenza, aggressivo.

Se durante le passeggiate o un gioco con altri cani il vostro Pit Bull cerca di dominare o diventa aggressivo, fermatelo e rimproveratelo fino a quando non si è tranquillizzato. E' del tutto normale che un Pit Bull gioca anche mordendo, ma c'è una netta differenza tra mordere in modo aggressivo e mordere per giocare.

Insegnare ad un Pit Bull a fare i bisogni fuori casa

cuccioli di pitbullI cuccioli fanno sempre i loro bisogni dove vivono, quindi inizialmente all'interno della casa. Non bisogna mai arrabbiarsi perché il cane fa pipì o cacca in casa, ne rimproverarlo o dargli botte. Basta ignorare e ripulire.

E' un errore comune strofinare il naso del cucciolo sulla pipì per intimargli di non farlo più.... ma è inutile !!

Il modo corretto per insegnare ai nostri cuccioli di Pit Bull a fare i loro bisogni fuori casa, è tramite il rinforzo positivo e le uscite programmate. La prima cosa da fare è pianificare le passeggiate, così imparerà a che ora uscirà e a trattenere la sua pipì fino alla uscita.

E' consigliabile far uscire il cucciolo almeno 3-4 volte al giorno, alcune di circa quindici o venti minuti, ma almeno una di un'ora.

Il trucco è molto semplice, quando si vai a fare una passeggiata per la pipì o la cacca, aspettate che finiscano i bisogni fisiologici, quindi congratulatevi con loro con parole di incoraggiamento e un bel premio (un biscotto, un pezzo di pane, ecc ....).

Se il nostro cucciolo invece fa pipì o cacca di cane in casa, ignoratelo completamente. In questo modo impareranno rapidamente che devono fare i loro bisogni lontano da casa per ricevere il premio. I cani non sono stupidi, credeteci!!

In genere, in poche settimane il Pit Bull impara tutto, ma ricordate di iniziare ad educarli ai bisogni fisiologici dopo i tre mesi, perché per loro è impossibile imparare prima.

Insegnare ad un Pit Bull a non mordere

Tutti i cuccioli mordono. Mordono i loro lettini, i mobili, mordono i loro giocattoli e ogni tanto mordono pure noi. E' abbastanza naturale dato che usano la bocca per fare tutto, come noi usiamo le mani.

C'è da considerare anche la fase di dentizione, dove il cane prova fastidi e morde le cose per alleviarne i sintomi.

Insegnare ad un cucciolo di Pit Bull a non mordere è molto semplice, ed anche obbligatorio. Se il cucciolo morde la nostra mano bisogna rimproveralo, ma mai colpirlo. Prendete un giocattolo, tiratelo e state a vedere se lo prende e ci gioca.

Quando il cane mastica un giocattolo durante il gioco, congratulatevi con lui, se invece morde i mobili o qualsiasi altra cosa sgridatelo, in modo che impari
che può mordere solo i suoi giocattoli, ma non le altre cose.

Se il piccolo Pit Bull morde una persona, bisogna sgridarlo e punirlo. La punizione consiste nel guardalo con faccia arrabbiata per un paio di minuti affinchè si renda conto che non lo deve rifare.

Guarda il Video

Guardate come gioca questo Pit Bull
Guardate come gioca questo Pit Bull

Addestrare un Pit Bull adulto

Purtroppo, siccome il Pit Bull è una razza molto forte e dal carattere risoluto, se avete adottato un Pit Bull adulto vi consigliamo di rivolgervi ad un comportamentista canino professionista il prima possibile.

Solo un buon addestratore è in grado di valutare l'idoneità del cane e applicare la disciplina che ritiene necessaria. Un Pit Bull adulto potrebbe avere avuto un passato di abusi che lo ha portato a sviluppare alcuni comportamenti aggressivi, o magari non hanno avuto un'istruzione adeguata.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere