Lunedi' 18 Giugno 2018

Rimproverare il cane: come e quando

  • Pubblicato il:  18/01/2018
Foto Rimproverare il cane: come e quando

Il cane vi ha disubbidito e non ascolta il vostro rimprovero? In molte occasioni ci troviamo nella situazione in cui il cane ha tenuto un comportamento inopportuno e bisogna rimproverarlo per correggerlo, in modo che capisca che quello che ha fatto è sbagliato.

Collegamenti sponsorizzati

Certo, è sorprendente vedere che la maggior parte delle persone che condividono la propria vita con un animale non sanno come sgridare correttamente un cane. Anzi, spesso i nostri comportamenti possono creare più confusione e stress nei nostri amici pelosi

In questo articolo vogliamo darvi alcuni consigli pratici per capire quando e come rimproverare il vostro cane, in modo che lui possa capirlo.

Come rimproverare un cane?

In genere, quando si pensa di rimproverare il proprio cane, si immagina la scena di urla e grida mentre lui rimane seduto e mostra una faccia colpevole. Bene, non è sempre così... e comunque non è un modo corretto di rimproverare un cane.

In realtà, non serve a niente sgridare un cane perché non capirà. La cosa giusta da fare è correggere il cane "mentre" quando fa qualcosa di sbagliato in modo che capisca quello che sta facendo, che non ci piace e non lo approviamo.

È assolutamente inutile fare un discorso al cane. E sì, sembrano colpevoli, come se stessero chiedendo perdono... ma lo fanno solo perché ci vedono arrabbiati, non per altro.

Il modo corretto di correggere un cane è tramite una piccola sculacciata o un pizzicotto leggero. Mai, e in nessuna circostanza bisogna colpire, maltrattare o ferire il proprio cane, ma un semplice tocco è più che sufficiente.

Collegamenti sponsorizzati

Quando sgridare il cane

È incredibile vedere come molti quando tornano a casa e trovano qualcosa di rotto rimproverano il proprio cane per diversi minuti, come se il cane capisca qualcosa di quello che sta succedendo.

Non illudetevi, i cani non hanno la percezione del tempo che hanno gli umani.... quindi il rimprovero è assolutamente inutile.

Il modo migliore è correggerli nel momento in cui mostrano un comportamento inappropriato, né prima né dopo. Un esempio pratico? Arrivate a casa e il vostro cane ha rosicchiato il suo letto o ha fatto a pezzi il divano. Non litigate, perché non servirà a niente. Invece, se lo vedete mordere il letto, solo allora bisogna intervenire e accompagnare una bella sculacciata con un sonoro "NO!". In quel momento capirà che non dovrà più farlo.

Quando non bisogna sgridare il cane?

Ci sono molte situazioni in cui si pensa che bisogna sgridare un cane per correggere il suo comportamento, anche se in realtà è un grave errore.

Ci sono alcune situazioni abbastanza comuni che non richiedono la nostra attenzione, dal momento che sono comportamenti normali per i cani. Correggerli può significare confondere l'animale, frustrarlo e/o creare ulteriori problemi.

  • Se il cane ringhia o abbaia non lo sgridate, perché è il suo modo di esprimere qualcosa o il suo modo di avvertirci e attirare la vostra attenzione. Ovviamente, se il cane abbaia in modo eccessivo, potete sempre usare la terapia comportamentale.

  • Se il cane ha paura, non sgridatelo perchè potreste aggravare la sua paura e farlo prendere dal panico. Se il vostro cane ha la coda tra le gambe o le orecchie tirate all'indietro, lasciatelo tranquillo.

  • Se è un cucciolo. I cuccioli sono pieni di vitalità e hanno bisogno di esplorare il mondo, cosa che spesso significa rosicchiare, urinare in casa, strappare i cuscini... Non dovete sgridare un cucciolo, perché sta solo sperimentando il mondo. Potete correggerlo quando fa qualcosa di sbagliato, ma con delicatezza.

Cosa fare di fronte a comportamenti sbagliati?

È assolutamente normale per un cane commettere errori, comportarsi male o essere un po' monello, ma questo non significa che devono essere costantemente corretti o rimproverati.

Di fronte ad un cattivo comportamento bisogna pensare che forse la colpa è anche nostra, e in genere la risposta è che o non l'abbiamo educato correttamente o non lo facciamo giocare abbastanza.

I comportamenti inopportuni dovuti alla mancanza di allenamento vengono corretti attraverso l'applicazione di una buona tecnica di educazione canina , non attraverso correzioni costanti.

Se il cane si comporta male, e le cause sono dovute all'ansia o allo stress, probabilmente ha di bisogno di qualche passeggiata in più o di giocare con voi. Un cane non è un giocattolo da tenere tutto il giorno a casa... ha bisogno di correre, divertirsi e godersi la vita all'aria aperta ogni giorno.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere