Domenica 5 Luglio 2020

Comportamento di un gatto in calore

Foto Comportamento di un gatto in calore

La sessualità dei gatti è piuttosto intensa e talvolta per i loro proprietari può diventare un fastidio o un vero e proprio problema. Ancora una volta ci troveremo di fronte a un comportamento felino che dobbiamo conoscere, caprine l'origine e ciò che lo provoca, al fine di sapere come reagire. I nostri gatti domestici hanno un loro modo peculiare di esprimersi, quindi imparare un po' la lingua dei gatti ci aiuterà a capirli e aiutarli.

Gatta in calore: ricerca della nostra attenzione

Il periodo di calore nei gatti è di dodici giorni, durante i quali la gatta selezionerà i maschi con cui vorrebbe accoppiarsi, attirarli ed essere montata.

Le femmine riescono a riprodursi abbastanza facilmente, e già a partire dai sei mesi di età. Di solito il periodo di zelo si verifica in primavera e in estate; anche se a casa nostra, con il riscaldamento e la luce artificiale, i gatti possono entrare in calore anche in inverno. Lo zelo inizia come uno strano comportamento, a volte così ripetitivo che potrebbe perfino stancarci.

Si basa principalmente sul fatto che il gatto acquisisce comportamenti molto più affettuosi del solito. Ci cercano instancabilmente, miagolando intensamente e in un modo peculiare (per attirare i maschi).

Spesso si sfregano su di noi per diffondere il loro odore attraverso le ghiandole olfattive presenti nella loro testa. Durante questo periodo anche i gatti tendono ad essere trascurati, e a volte possono smettere di mangiare.

I gatti sono animali che si prendono molta cura della loro igiene, ma una gatta in calore può urinare in vari angoli della casa. Sta cercando, come nel caso dello sfregamento, di attirare l'attenzione del maschio in modo che possa accoppiarsi, quindi non è un comportamento negativo, ma un comportamento istintivo che il gatto compie senza malafede.

Gatti maschi: più aggressivi e territoriali

Durante i periodi di riproduzione, non è solo la femmina a modificare il suo comportamento. I maschi possono essere ancora più problematici delle femmine, poiché non solo saranno più aggressivi, ma possono essere disposti a riprodursi continuamente.

Il gatto maschio si comporterà in modo aggressivo, cercando di sfidare eventuali "nemici" che potrebbero minacciare il suo futuro rapporto con la femmina. Per questo motivo possono contrassegnare con l'urina diversi punti della casa, cercando di delimitare il loro territorio in modo da spaventare eventuali intrusi.

Sono, ancora una volta, comportamenti che hanno perso la loro ragion d'essere vivendo sotto la nostra protezione ma che, tuttavia, sono assolutamente naturali e che sono nati dal loro istinto, quindi non bisogna biasimarli.

Attrazione maschile e monta

Una volta che la gatta ha scelto il suo partner, lo attira a se con miagolii costanti e con l'odore che emana. Quando il gatto si avvicina, la femmina si inclina verso il basso, piegando le zampe posteriori e spostando la coda su un lato per consentire la copulazione, senza mai smettere di miagolare.

Il gatto, prima di montare la femmina, la blocca per il collo. L'accoppiamento dura alcuni secondi, durante i quali si intensifica il miagolio della femmina.

Alla fine, la femmina diventa più aggressiva, e potrebbe essere in grado di ferire un maschio inesperto che non ha il tempo di allontanarsi. Dopo il rapporto, hanno origine anche comportamenti caratteristici. Il gatto fa una specie di grido e si allontana dalla femmina. Questa, inizia a leccare i suoi genitali e si rotola a terra, a causa del dolore durante la penetrazione.

L'accoppiamento può ripetersi più volte, anche con maschi diversi, dando origine a cucciolate di diversi padri.

Guarda il Video

Come si accoppiano due gatti?
Come si accoppiano due gatti?

Come affrontare il problema

La prima cosa da fare è essere comprensivi. I gatti, durante il il periodo dell'accoppiamento, sono dominati dai loro ormoni e dai loro comportamenti e, anche se per noi sono spiacevoli, hanno un motivo e vengono eseguiti involontariamente.

Non sono dovuti a comportamenti scorretti, quindi invece di rimproverarli dovremmo provare a mostrare il nostro amore. Se la situazione diventa un problema, si potrebbe pensare alla sterilizzazione, sia per maschi che per femmine. Spesso, questi comportamenti vengono attenuati o completamente risolti.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->