Mercoledi' 19 Dicembre 2018

Ecografia Cane: quando farla e quanto costa?

  • Pubblicato il:  17/07/2018

Di tutte le tecniche di imaging medicali più utilizzate in medicina veterinaria, l'ecografia è tra le più utili per diagnosticare molte malattie come tumori, pancreatite e anomalie interne, o condizioni del cane. In questo articolo parleremo di cosa si tratta, quando farla e quanto costa un'ecografia per cani.


Cos'è l'ecografia per Cani

La tecnica ecografica utilizza gli ultrasuoni per visualizzare la forma e la struttura di vari organi. Gli ultrasuoni vengono inviati attraverso una sonda che il veterinario poggia a contatto con la pelle dell'animale. Quando gli ultrasuoni "incontrano" un organo, vengono riflessi e ritrasmessi alla stessa sonda che, collegata a un sistema informatico di elaborazione dati, consente di ricostruire l'immagine sonora dell'organo che verrà visualizzata su uno schermo.

Non tutti gli organi interni del cane non possono essere scannerizzati con l'ecografia perché gli ultrasuoni non si diffondono quando trovano ossa e aria. Nonostante queste limitazioni, l'esame ecografico è una tecnica di imaging medicale ampiamente utilizzata dai veterinari per aiutare a stabilire una diagnosi o guidare le azioni del chirurgo durante una procedura terapeutica.

Quali sono i vantaggi dell'ecografia per i cani?

  • Non è invasiva, è completamente indolore e può essere eseguita su un animale sveglio, senza necessariamente ricorrere alla sedazione o all'anestesia (a meno che il cane non diventi aggressivo o non collaborativo),

  • I risultati sono immediati

  • Non è irradiante (al contrario dei raggi X o di altri test diagnostici) ed è sicura per la salute dell'animale, e sono preferibili per l'uso durante la gravidanza.

  • Permette di dare un'immagine dettagliata anche delle parti in movimento (ecocardiogramma o ecografia al cuore) e permette di valutarne il funzionamento oltre alla conformazione
ecografia cane

Quando fare l'ecografia al Cane?

Ci sono diversi motivi per cui viene fatta un'ecografia al cane.

ECOGRAFIA PER AIUTARE NELLA DIAGNOSI
Le ecografie possono essere utilizzate per osservare la forma, la struttura e la funzione degli organi addominali e toracici, utili per diagnosticare una condizione, un'anormalità o una malformazione che potrebbe interessare uno di questi organi:

  • l'utero di una cagna per diagnosticare una piometra, un tumore dell'ovaio o altri disturbi del sistema riproduttivo della femmina

  • l'addome di un cane maschio per rilevare la presenza di un testicolo ectopico, un'anomalia della prostata (infiammazione, presenza di un tumore o ascesso sull'organo ...)

  • il fegato per evidenziare la presenza di un tumore, una fibrosi, una malformazione vascolare

  • la milza per diagnosticare un ascesso, una torsione, un tumore o un ematoma

  • lo stomaco e intestino per evidenziare la presenza di un corpo estraneo ingerito, tumori, ulcere o infiammazioni

  • il pancreas per diagnosticare la presenza di tumori o infiammazioni

  • il cuore durante un ecocardiogramma per rivelare una malformazione cardiaca, la presenza di un tumore o un versamento di liquido nel pericardio,

  • la cavità addominale in caso di ascite (accumulo di liquido nell'addome)

  • i polmoni in caso di versamento pleurico (presenza di liquido nella pleura)

  • la vescica e reni in caso di sospetto di calcoli urinari o di tumori vescicali

L'ecografia addominale viene anche utilizzata per ottenere la diagnosi precoce di gravidanza dal 20° al 25° giorno del cane di gestazione. Sebbene l'ecografia possa confermare la gravidanza, non consente di verificare con precisione il numero dei feti.

ECOGRAFIA PER GUIDARE IL VETERINARIO
L'ecografia può anche essere usata per guidare il veterinario durante una procedura diagnostica (biopsia di un organo interno, raccolta di urina direttamente nella vescica ...) o terapeutica (aspirazione di liquido dal pericardio, di una cisti...). In questi casi si parla di un intervento ecoguidato.

In casi specifici, l'ecografia consente quindi di:

  • Evitare l'uso di una tecnica più invasiva, come la chirurgia che richiederebbe l'apertura del torace o dell'addome dell'animale per accedere agli organi. Grazie al supporto ecografico è possibile "fare piccoli buchi" per consentire l'inserimento degli strumenti del chirurgo

  • per visualizzare perfettamente il percorso dello "strumento" del chirurgo all'interno del corpo dell'animale usando l'immagine ad ultrasuoni trasmessa sul monitor.

Sebbene riesca a rendere meno complicata l'operazione chirurgica, in alcuni l'ecografia non consente di fare a meno dell'anestesia generale dell'animale.

Come si fa l'ecografia al Cane?

Il più delle volte, l'ecografia viene praticata su cani svegli, senza che sia necessario ricorrere all'anestesia. L'uso della sedazione o anestesia può tuttavia essere utile se l'animale non si mostra collaborativo con il veterinario.

Poichè i peli impediscono la propagazione degli ultrasuoni, il veterinario raserà l'area dove verrà poggiata la sonda.

Quanto costa un'ecografia per il Cane?

Il costo di un'ecografia dipende dallo studio veterinario, dalla durata dell'esame, se c'è bisogno di anestesia o sedazione (che dipende anche dal peso del cane ...).

In genere, il prezzo di un'ecografia per cani è compreso tra 100 € e 300 €.

Preparare il Cane per una ecografia

È importante parlare con il veterinario per sapere se il cane prima dell'ecografia richiede il digiuno. L'ecografo potrebbe non essere disponibile presso tutti i veterinari.

L'ecografia richiede poco più di mezz'ora. È anche necessario conoscere il costo della procedura con l'anestesia, quando necessaria.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento
-->