Lunedi' 18 Giugno 2018

Follicolite nel Cane: cause, sintomi e cure

  • Pubblicato il:  19/03/2018
Clicca per ingrandire le foto

La follicolite nel cane è l'infiammazione di uno o più follicoli piliferi. In medicina veterinaria, è comunemente chiamata follicolite batterica, una condizione che coinvolge l'infezione dei follicoli piliferi causata da batteri ed è considerata il tipo più comune di infezione della pelle del cane.

Collegamenti sponsorizzati

I batteri che infettano i follicoli piliferi degli animali che soffrono di questa condizione risiedono in genere sulla stessa pelle del cane. Quindi, la follicolite batterica tende a verificarsi quando un follicolo pilifero sano viene compromesso, sia da una malattia sistemica di base, da un trauma locale o da una specifica malattia della pelle.

Cause della follicolite nel Cane

Sono varie le cause che possono scatenare un'infiammazione della pelle e dei follicoli piliferi, ma le più comuni sono:

  • L'ectoparassita che causa la rogna demodectica (Demodex canis) può causare una follicolite. Si tratta di un parassita onnipresente e normalmente vive nel follicolo pilifero dei cani adulti. Raramente causa sintomi, perché il sistema immunitario sano impedisce agli acari di proliferare.

    I cuccioli e i cani anziani e debilitati sono particolarmente a rischio di demodex, perché il loro sistema immunitario è immaturo o compromesso, e non riesce a tenere sotto controllo gli acari.

  • Alcuni agenti fungini possono anche causare follicolite canina. La dermatofitosi, o tigna, è una condizione molto contagiosa causata da organismi fungini presenti nell'ambiente. E' un problema molto comune nei cuccioli, ma anche i cani adulti possono essere infettati.

  • I batteri sono di gran lunga i fattori più comuni associati alla follicolite. La piodermite batterica (infezione batterica della pelle) può causare una miriade di sintomi, inclusa la follicolite. La causa sottostante più comune della piodermite è l'allergia.

    Alcune razze, tra cui il Cocker spaniel e il Boxer, sono soggette alla allergie alla pelle, ma qualsiasi cane può esserne affetto. Una volta identificato l'allergene responsabile ed eliminato, i problemi della piodermite e della follicolite scompaiono.

Sintomi di follicolite nel Cane

Indipendentemente dalla causa, i sintomi della follicolite sono gli stessi. Gonfiore, arrossamento, prurito, pustole (brufoli) e perdita di pelo sono i sintomi più comuni, ma possono essere evidenti anche altri segni:

  • Papule (gonfiori rossastri sulla pelle)
  • Iperpigmentazione (scurimento della pelle)
  • Lesioni epidermiche (aree circolari con perdita di pelo e con formazione di croste o scaglie ai bordi)
  • Erosioni superficiali
  • Dolore attorno alle aree colpite

I sintomi della follicolite canina si trovano generalmente in aree specifiche del corpo, in particolare nelle regioni delle ascelle, addominali e dell'inguine.

Collegamenti sponsorizzati

Diagnosi di follicolite canina

La follicolite è relativamente facile da identificare, basta solo guardare la pelle. Il problema è capire perchè si è formata.

Per fortuna, ci sono diversi test facili e veloci che possono essere utilizzati per trovare la causa specifica della follicolite.

  • Raschiatura della pelle e dei peli: Demodex può essere identificato tramite un semplice raschiamento della pelle. Un campione di cellule, di peli e detriti presenti sulla superficie della pelle sarà esaminato al microscopio al fine di identificare eventuali parassiti../li>
  • Coltura fungina: una coltura fungina può essere eseguita per identificare i dermatofiti. Ancora una volta, è un test relativamente facile e poco costoso, anche se ci vogliono dai sette ai dieci giorni per ottenere risultati completi.

  • Citologia della pelle: è simile a un raschiamento, ma viene eseguita per determinare la presenza di un'infezione batterica. Sfortunatamente, questo test non specifica quale ceppo di batteri è presente.

  • Coltura batterica: se la follicolite è cronica o non risponde al trattamento prescritto, può essere necessaria una coltura batterica. Anche se questo test può essere costoso, spesso è necessario per essere sicuri che il trattamento scelto funzioni correttamente.

Come si cura la follicolite nei Cani?

Il trattamento della follicolite batterica richiede un approccio su tre fronti: terapia topica, terapia sistemica e un trattamento del disturbo sottostante.

Una volta identificata la causa della follicolite, il trattamento è in genere semplice.

  • Se si sospetta la presenza di demodex, il veterinario prescriverà un unguento a base di calce solforosa o milbemicina ossima (un farmaco usato per prevenire la filaria).

  • La dermatofitosi può essere trattata con shampoo contenenti antimicotici o creme antimicotiche per uso topico. Occasionalmente vengono utilizzati farmaci antifungini orali, ma viene generalmente evitato poiché questi farmaci possono avere effetti collaterali.

  • La piodermite viene trattata con antibiotici per via orale, generalmente per 4-6 settimane. Gli steroidi possono essere utilizzati per ridurre il prurito e l'infiammazione, ma raramente sono necessari per i casi lievi. Gli agenti antibatterici topici possono essere usati per curare le lesioni localizzate. Shampoo contenenti cholorhexadine, ketoconazolo e benzoil perossido sono particolarmente utili per il lavaggio dei follicoli.

Rimedi naturali

Esistono diverse opzioni alternative per trattare i sintomi della follicolite e affrontare alcune delle cause sottostanti.

INTEGRATORI DIETETICI

  • Gli acidi grassi omega-3 (olio di pesce) hanno dimostrato di essere un efficace agente anti-infiammatorio per le malattie della pelle del cane.

  • I probiotici possono essere utili per curare varie condizioni. Molti veterinari pensano che le allergie siano correlate alla scarsa salute intestinale. Che si tratti di uso eccessivo di antibiotici, stress, cattiva alimentazione o problema genetico, alcuni cani sviluppano una crescita anomala di batteri "cattivi" nell'intestino. Ciò non solo porta a una cattiva digestione, ma potenzialmente a un'eccessiva stimolazione del sistema immunitario, che si manifesta come un'eccessiva risposta immunitaria o allergia.

ERBE CURATIVE

  • Le ortiche (Urtica dioica), se assunte per via orale, hanno proprietà antiallergiche e antinfiammatorie.

  • La camomilla può calmare il prurito e può essere somministrata anche per via orale.

  • Il (nero o verde) applicato topicamente ha proprietà sia astringenti che anti-prurito, ottimo per le infezioni della pelle dell'animale.

  • L'aloe vera è una buona opzione in caso di pelle molto irritata e infetta. È sia anti-batterica che lenitiva, motivo per cui viene frequentemente utilizzata anche nei cani per trattare ustioni lievi associate ad un'eccessiva esposizione al sole.

  • L'olio di cocco è un'altra buona opzione topica per la pelle irritata del cane. È anti-batterico, anti-fungino e lenitivo, e grazie alla sua popolarità, è diventato facilmente reperibile nella maggior parte delle erboristerie.

Prima di usare qualsiasi integratore o farmaco bisogna sempre parlarne con il veterinario

Prevenire la follicolite

La prevenzione è semplice finché la causa sottostante può essere identificata ed eliminata o evitata.

  • Gli acari e i funghi Demodex sono onnipresenti nell'ambiente, ma di solito sono solo un problema solo se il sistema immunitario del vostro cane non funziona correttamente. In questi casi, potete contribuire ad aumentare le sue difese naturali con una buona dieta, esercizio quotidiano e minimo stress.

  • Se si sospetta un'allergia, gli allergeni devono essere identificati ed evitati. Ad esempio, un tipo comune di follicolite si verifica sul mento e viene chiamata come "acne del mento". Può essere causata dal contatto con alcuni tipi di plastica, quindi la sostituzione delle ciotole in plastica con altre in vetro o ceramica elimina il problema. Parlate con il vostro veterinario se sospettate che la follicolite del vostro cane sia correlata ad allergie.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere