Venerdi' 20 Ottobre 2017

Gatti obesi: 9 proprietari su 10 lo ignorano

  • Pubblicato il:  20/02/2016
Foto Gatti obesi: 9 proprietari su 10 lo ignorano

Purtroppo, la maggior parte dei gatti domestici sono in sovrappeso o obesi. Secondo le più recenti ricerche dall'Associazione per Pet Obesity Prevention (APOP), il 58% dei gattini sono in sovrappeso, e il 28% sono considerati obesi.

Collegamenti sponsorizzati

Ancora più scoraggiante è che un sorprendente 90 per cento dei proprietari di gatti pensano che il loro gatto abbia un peso normale. Secondo il dottor Ernie Ward, fondatore di APOP: "I proprietari di non vogliono affrontare questa situazione. Nessuno vuole pensare che il loro animale domestico è in sovrappeso, e superare la negazione è la prima battaglia."

I nostri gatti hanno durate di vita molto più brevi se non li curiamo. A seconda della razza e di altri fattori, la vita del gattino è compresa tra 12 a 20 anni. E proprio come la sua vita è accelerata rispetto alla nostra, lo è anche il danno fatto al suo corpo quando è costretto a trasportare troppo peso.

Non ci sono gatti grassi allo stato selvatico. Sono gli esseri umani che hanno creato questo problema, e solo gli esseri umani possono invertire la tendenza disastrosa di un numero sempre crescente di gatti grassi, malati, e di breve vita.

Gatti grassi si ammalano più spesso

Ci sono tanti motivi per evitare che il vostro gatto diventi sovrappeso o obeso . Uno dei più importanti è quello di assicurare al vostro gatto una buona qualità della vita in tutta la sua vita.

Gatti sovrappeso spesso vivono molto meno rispetto a gatti normopeso. La durata abbreviata della vita di un gatto oversize può essere il risultato di una o più malattie correlate all'obesità.
Portare un eccessivo peso causa enorme stress sulle articolazioni, tendini e legamenti. Ciò può causare artrite. In scenari peggiori, i gatti anziani sono immobilizzati dal peso eccessivo e per il dolore intrattabile.

I gatti in sovrappeso possono accumulare grasso in alcune zone specifiche. Ad esempio, l'accumulo di depositi di grasso nel petto e nell'addome possono limitare la capacità dei polmoni di espandersi, rendendo difficoltosa la respirazione.

L'obesità è il più grande fattore di rischio per il diabete mellito nei gatti. Gatti nutriti con cibi poco equilibrati, in particolare alimenti secchi (crocchette), sono a più alto rischio di sviluppare questa patologia, spesso difficile da gestire.

Gattini in sovrappeso possono sviluppare l'ipertensione (pressione alta), che può avere un impatto negativo sui principali organi vitali.
L'ipertensione provoca danni significativi al corpo di un gatto come perdite di liquido da piccoli vasi sanguigni, in alcuni casi, la rottura. Il risultato può essere un distacco della retina o un ictus. L'alta pressione sanguigna causa anche gravi danni sui reni e il cuore.

I gatti in sovrappeso e obesi sono spesso predisposti alla malattia del fegato grasso, una malattia potenzialmente letale chiamato anche lipidosi epatica. Un accumulo di cellule di grasso nel fegato impedisce il suo normale funzionamento. Se non trattata, il fegato non riesce più a lavorare correttamente e, purtroppo, potrebbe portare alla morte del gatto.

Il vostro gattino sovrappeso è anche a maggior rischio di malattie alle basse vie urinarie. Sono un gruppo di disturbi, ognuno dei quali può interessare la vescica o l'uretra del gatto, inclusa cistite (infiammazione della vescica), infezioni del tratto urinario, calcoli urinari, tappi uretrali, il cancro e altri disturbi.

I gatti in sovrappeso sono anche a maggior rischio di complicanze chirurgiche, diminuzione della funzione immunitaria, disturbi della pelle, stipsi, e alcuni tipi di cancro.

Collegamenti sponsorizzati

Alimentazione ed esercizio fisico

Al fine di snellire un gatto in sovrappeso, è necessario mantenere una alimentazione controllata ed equilibrata. I gatti più in sovrappeso in genere sono alimentati con una dieta secca e con quantità eccessive.

Il gatto avrà bisogno di un basso contenuto di carboidrati, cibo umido e fresco.

Trasformate i pasti in una sessione di allenamento. Mettete il cibo del gattino in una ciotola, e poi iniziate a girare per casa. Di tanto in tanto dategli piccoli bocconi di cibo. Dopo 10 a 20 minuti e di buon allenamento si può mettere la ciotola per terra e lasciare finire il pasto.

Come cambiare alimentazione

E' estremamente importante che la dieta del gatto sia cambiata progressivamente. Pesate il vostro gatto ogni settimana fino a quando non raggiunge il suo peso ideale. Una volta raggiunto, lo si può pesare ogni quattro-sei mesi per assicurarsi che rimanga al suo peso forma.

Se il gatto è obeso, dovrebbe perdere non più di 2,2 Kg al mese per evitare di innescare casi potenzialmente mortali di lipidosi epatica. Se la perdita di peso si verifica troppo in fretta, il grasso in eccesso può compromettere il fegato.

Se il vostro gatto è solo lievemente sovrappeso, dovrebbe perdere fino a un chilo al mese. Quello che è importante è che il suo peso vada giù e non aumenti.
Queste linee guida sono solo suggerimenti. Alcuni gattini dovrebbero perdere peso molto più lentamente di altri a causa di problemi medici esistenti come il diabete e altre malattie croniche. Lavorate a stretto contatto con il vostro veterinario.

E' anche molto importante che non si modifichi il cibo del gatto mentre è a dieta. Se il gatto rifiuta il cibo e non mangia (i gatti lo fanno quando vengono introdotti nuovi alimenti), si possono innescare tutta una serie di problemi metabolici.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere