Sabato 18 Agosto 2018

Svezzare il Gatto: come e quando

  • Pubblicato il:  23/12/2015
Clicca per ingrandire le foto

Collegamenti sponsorizzati
Lo svezzamento di un gatto è il processo di transizione dal latte materno al cibo solido. Si tratta di una parte importante per lo sviluppo del gatto, e deve essere fatto al momento giusto e nel modo giusto. Normalmente la mamma gatta, gestirà lo svezzamento del gattino da sola, ma quando ha difficoltà a produrre latte, o il gatto è orfano, dobbiamo intervenire. Ecco alcuni suggerimenti per svezzare un gatto:

Prima di Iniziare

Quando è possibile, i gattini dovrebbero essere alimentati dal latte della madre, soprattutto nelle prime 24 ore di vita. Il primo latte, o il colostro, contiene gli anticorpi che aiuteranno il gatto a proteggersi da numerose malattie.

Se mamma gatto ha una grande cucciolata e non può produrre abbastanza latte, ogni cucciolo dovrebbe comunque ricevere una minima dose del suo latte. Se invece non è in grado di produrre latte a causa di mastiti o altri problemi, un'altra mamma gatto potrebbe accettare i gattini e allattarli.

Se nessun gatto è disponibile, si può nutrire il gatto con un biberon o una siringa. In caso di emergenza, si consiglia di mescolare una tazza di latte intero, un tuorlo d'uovo, una goccia di liquido multivitaminico; ma questo è consigliato solo in via temporanea e solo per avere un po' di nutrizione nei gattini.

Alimentate il gatto con biberon per tre o quattro settimane. Scaldare sempre la bottiglia accettandovi che il latte non sia inacidito e troppo caldo.

Alimentate il gattino lentamente ma spesso: ogni due o tre ore durante il giorno. Di notte vi sveglieranno quando hanno fame. Se stanno dormendo, lasciateli dormire.

Collegamenti sponsorizzati

Dal colostro al latte

Durante il periodo dell'allattamento, il latte materno che il gatto da ai suoi piccoli cambia. Durante le prime 24-72 ore di lattazione, i cuccioli ricevono il colostro, un liquido nutrizionalmente molto diverso dal latte che ingeriranno in seguito.

Il colostro è composto da circa l'88% di acqua, il 4% di proteine ​​e il 3,8% di grassi mentre il latte materno contiene l'82% di acqua, il 6,6% di proteine ​​e il 5,5% di grassi.

Quando svezzare il gatto

Normalmente, il processo di svezzamento del gatto inizia a circa quattro settimane di età. "Con mamma, cominceranno a cercare di mangiare il suo cibo", ma se avete un gattino che è stato orfano, si può iniziare un po' prima, tra le tre e le quattro settimane.

"Quando iniziano a mordere e masticare il biberon, sono pronti". A questo punto, è possibile iniziare a introdurre gradualmente del cibo solido al gatto.

Come svezzare il Gatto

Per iniziare lo svezzamento di un gatto, mescolare il cibo gattino (latte) e spalmatelo intorno alla loro bocca con il dito in modo da far sentire loro il sapore. Una volta che si abitua al gusto, faranno da soli. Adesso è possibile introdurre una ciotola. Monitorare il modo in cui mangiano stando attenti che non immergano la faccia nella ciotola, potrebbero respirare il composto e sviluppare polmonite.

Tra la quarta e la sesta settimana, gradualmente ai gattini può essere somministrato del cibo secco, integrandolo sempre con latte, se necessario. Utilizzare cibo in scatola mescolato con acqua; in un primo momento, aggiungere più di acqua, riducendola gradualmente.

Un programma alimentare per lo svezzamento del gatto potrebbe essere:

Settimane 4-5: Dare cibo secco bagnato o inumidito, mescolato con la latte fino a formare una sorta di fanghiglia.
Settimane 5-6: I gattini dovrebbero iniziare a sgranocchiare crocchette, leggermente inumidite con acqua.
Settimane 6-7: A questo punto, il processo di svezzamento gattino è completo, e il gatto dovrebbe mangiare tutti i cibi solidi.

Consigli per lo svezzamento del gatto

Quando si è arrivati allo svezzamento del gattino con cibo solido, è importante utilizzare un alimento formulato specificamente per il gatto. Essi hanno alti livelli di calorie, proteine ​​e calcio per crescere.

I gatti, durante lo svezzamento, devono essere tenuti al caldo. Costruite loro un nido con asciugamani.
Gattino svezzamento è un processo naturale; essi avranno bisogno da voi solo di un piccolo aiuto. La chiave: un po' di pazienza e un sacco di amore.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   6  Persone hanno inserito un Commento

Buonomolo Marta29/06/2018 | Rispondi

Lo svezzamento precoce, soprattutto prima delle 14 settimane, aumenta l'aggressività e il comportamento stereotipato nei gatti, mentre uno svezzamento corretto può migliorare la qualità della vita dei nostri felini

Chihu7714/06/2018 | Rispondi

Salve, dopo aver svezzato l'ultimo gattino ho notato che la mamma ha un nodulo in una mammella. È piuttosto grande... non so se si tratta di mastite o altro. Cosa posso fare? Come posso aiutarla?

Mondopets15/06/2018 | Rispondi

Potrebbe essere una Mastite, quindi devi portarlo subito dal veterinario e senza aspettare. Non è una cosa complicata, capita con lo svezzamento dei cuccioli... ma può diventare una cosa seria.

Pirlo8815/06/2018 | Rispondi

La mastite è abbastanza comune quando il ritmo e la frequenza dell'allattamento diminuiscono bruscamente. Io lo porterei subito dal veterinario ma potresti provare a far allattare un gattino di nuovo, magari ha i condotti intasati.

SergioGaspare18/01/2018 | Rispondi

Non si tratta solo di cibo, ma anche di educazione e socializzazione. Un gattino separato troppo presto dalla madre, non riuscirà a distinguere tra gioco e combattimento, potrebbe essere pauroso, insomma l'ideale è non separarlo dalla madre prima dello svezzamento. saluti

Ylenia Baglio29/06/2018 | Rispondi

Il momento dello svezzamento del gattino è un momento molto importante e molto bello nello sviluppo del cucciolo. È il passaggio dal cibo esclusivamente basato sul latte materno a un pasto specifico per gatti. Non anticipare i tempi!

Articoli da non perdere