Martedi' 12 Dicembre 2017

Perchè il mio gatto piange?

  • Pubblicato il:  01/09/2017
Foto Perchè il mio gatto piange?

Quando un gatto piange o miagola molto è perché vuole dirci qualcosa, e in genere non si fino rassegna a quando non avrà la nostra attenzione. Anche se i gatti hanno un forte atteggiamento di indipendenza, sanno molto bene che per molte cose dipendono da noi.

Collegamenti sponsorizzati

Prima di tutto dobbiamo chiarire che i gatti non piangono come gli esseri umani, cioè non versano lacrime come a noi per esternare delle emozioni, ma il loro pianto è vocale e viene manifestato soprattutto con il miagolio.

Quindi, se dovreste notare delle lacrime agli occhi del gatto non sottovalutate la situazione, soprattutto se il problema non è temporaneo, e portatelo da un veterinario per un controllo.

Perchè il gatto lacrima?

Di seguito spiegheremo alcuni dei motivi per cui un gatto può lacrimare.

LACRIME CHIARE
Se notate che il vostro gatto piange, ma le lacrime sono chiare e il suo occhio non appare malato, potrebbe trattarsi si un pò di polvere o di un piccolo corpo estraneo che gli provoca del fastidio. Non utilizzate mai le mani come per gli esseri umani per estrarre corpi estranei dall'occhio del gatto.

Questa condizione, in genere, non ha bisogno di alcun trattamento. Tuttavia, se volete proprio aiutare il vostro gatto a non lacrimare più, potete utilizzare un fazzoletto morbido per asciugare le lacrime. Se il problema persiste per più di un un giorno contattate il veterinario.

EPIFORA O CONDOTTO LACRIMALE OSTRUITO
Il dotto lacrimale è un piccolo canale situato nell'angolo dell'occhio che dirige le lacrime verso il naso, evitandone l'espulsione dall'occhio. Quando questo piccolo tubicino è ostruito le lacrime in eccesso attraversano l'occhio e bagnano il volto del gatto, causando potenzialmente infezioni e irritazioni della pelle.

Questa condizione può essere accompagnata da croste e arrossamento della pelle.

Le cause più comuni sono:
  • Il risultato di un'infezione pregressa, come la congiuntivite, che ha lasciato l'occhio indebolito
  • Traumi o lesioni causate da lotte tra gatti
  • Ciglia incarnite
  • Alcune razze di gatti con la faccia piatta come i persiani sono più sensibili al problema

Il trattamento dell'epifora nei gatti dipende dalla ovviamente dalla causa dell'ostruzione. Se la causa è un'infezione o una infiammazione, il veterinario potrebbe prescrivere un trattamento con farmaci anti-infiammatori o antibiotici.

Se il problema è una anomalia dell'occhio, il problema si potrebbe risolvere con un intervento chirurgico.

Come abbiamo detto, i gatti a faccia piatta come i Persiani, sono più soggetti a questo problema... quindi vi consigliamo di prestare una maggiore attenzione al caso.

LACRIME DENSE E COLORATE
Se il gatto piange con lacrime che tendono al giallo o al verde, è possibile che si tratti di un'infezione, e nella maggior parte dei casi può essere causata da:

  • Il gatto soffre di allergie o ha un raffreddore
  • Infezione acuta
In questi casi vi consigliamo di portare il gatto dal veterinario, perché se il problema non viene affrontato subito potrebbe esporre l'animale ad una serie di complicazioni e portarlo alla cecità.

Se il gatto è allergico cercate di evitare di esporlo agli allergeni, pulitegli spesso il viso e asciugatelo con una garza sterile o un panno pulito.

Collegamenti sponsorizzati

Infezioni dell'occhio del gatto


  • Virali: la maggior parte delle infezioni virali sono causate dall'herpes virus felino 1. Uno dei sintomi è proprio la congiuntivite, cioè l'arrossamento degli occhi del gatto e l'infiammazione della membrana che ricopre l'occhio.

    Se non trattata in tempo può degenerare in ulcere della cornea dell'occhio.

  • Batterica: queste infezioni causano una congiuntivite batterica causata probabilmente da clamidiosi. I suoi sintomi includono febbre, irritazione del naso che cola e ulcere della bocca e della gola.

  • Funghi: in genere il colpevole è la criptococcosi, che può provocare la cecità periferica, dilatazione degli occhi, infiammazione della retina ed elevata sensibilità alla luce sensibili alla luce.

Perchè un gatto piange o si lamenta?

Se siete dei proprietari responsabili sarà vostro dovere capire il perchè il vostro gatto piange, miagola e si lamenta. Ecco quindi i motivi più frequenti di questo comportamento felino:

  • Gatto richiede più attenzioni: i gatti amano giocare e spesso si annoiano. Vi consigliamo di non assecondare sempre le loro richieste, anzi date più peso quando il gatto diventa silenzioso.

    Quindi, se il gatto vi reclama continuamente, lamentandosi e miagolando in modo eccessivo, andate via... ma ovviamente non trascurateli, oltre tutto fanno parte della vostra famiglia. Giocare con il gatto è importante perchè aumenta il vostro legame affettivo e apporta notevoli benefici per il suo benessere fisico.

  • Il gatto è malato: un gatto che miagola e piange, a volte vuole farci sapere che non si sente bene. I gatti sono bravi a nascondere le malattie, ma se iniziano a miagolare in modo insolito e mostrano meno interesse per il cibo potrebbe essere un segno di avvertimento che qualcosa non va.

    Potrebbe trattarsi di un problema alla tiroide, di malattie renali, problemi urinari o di altri problemi di salute. Se siete dubbiosi, vale la pena fare una visitina dal veterinario.

  • Il gatto ha fame: i gatti sono animali molto esigenti e amano i buoni cibi. Assicuratevi di dare del cibo sufficiente e soprattutto di alta qualità. Controllate anche che la ciotola dell'acqua sia sempre piena.

  • Stress: cambiamenti in casa, nuove persone, nuovi animali o altre modifiche ambientali potrebbero influire negativamente sul vostro gatto.

    Naturalmente, il tuo gatto non riesce a parlare e a comunicare il suo disagio, quindi tenete d'occhio eventuali modifiche del comportamento e interagite con lui il più possibile.

    Se avete un altro animale in casa, cercate di farlo socializzare fin da subito con il vostro gatto per evitare problemi d'ansia e di stress.

  • Vecchiaia: i gatti, proprio come le persone, possono avere dei vuoti di memoria e stati di confusione durante la vecchiaia .

    Queste dimenticanze possono creare al gatto un senso di frustrazione e di confusione. Lasciate una luce sempre accesa durante la notte e fatelo controllare più spesso dal veterinario.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere