Giovedi' 14 Dicembre 2017

Il mio cane ha il singhiozzo: cosa fare?

  • Pubblicato il:  24/02/2017

Come gli esseri umani, i cani possono soffrire di un attacco di singhiozzo.
Nel caso in cui non scompare da solo, non c'è bisogno di preoccuparsi.

Tuttavia, se è accompagnato da altri sintomi, dovrebbe essere consultato il veterinario.
Anche se raramente, il singhiozzo potrebbe infatti essere un sintomo di un problema di salute del cane.

Collegamenti sponsorizzati

Così come avviene negli esseri umani , anche per i la contrazione spasmodica del diaframma (il muscolo che separa l'addome dal torace) causa il singhiozzo.

In genere un attacco di singhiozzo è mite e non dipende da una malattia nel 90% dei casi.
E' molto comune nei cuccioli, i quali, già nel grembo della mamma, possono soffrire di frequenti crisi di singhiozzo.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Le cause di singhiozzo nei cani

Molte sono le cause che possono provocare il singhiozzo nei cani.

In primo luogo è causato dal mangiare troppo velocemente il cibo.
In questo caso, è possibile suddividere le razioni di cibo.

Nei cani dove gli attacchi di singhiozzo sono comuni dopo i pasti, le razioni devono essere distribuiti anche in 3 o 4 volte al giorno.

Ci sono anche ciotole progettate appositamente per evitare che il cane ingoi il cibo troppo velocemente che potete trovare nei negozi per animali.

Anche la troppa eccitazione o lo stress possono innescare il singhiozzo.
Bisogna quindi assicurarsi di calmare il cane, distrarlo o farlo calmare per un po’ di tempo.

cuccioli hanno spesso singhiozzo
Il singhiozzo può anche essere il sintomo di una patologia (parassitismo digestivo, insufficienza renale, malattie del tratto digerente ...).

Singhiozzo nei Cani: quando preoccuparsi?

Se il singhiozzo del cane avviene per cause patologiche, ci saranno altri sintomi, come la perdita di appetito, svogliatezza, vomito, diarrea, svenimento ...).

Anche se un attacco di singhiozzo dura più di 24 ore, o se è accompagnato da altri sintomi, è meglio prendere un appuntamento dal veterinario per determinare l'origine.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere