Sabato 22 Settembre 2018

Parodontite nel Cane: cause, sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  02/03/2018
Clicca per ingrandire le foto

Cos'è la parodontite canina e come si manifesta? Oggi la parodontite colpisce l'85% dei cani, e può svilupparsi a partire dai 2 anni di vita. Si tratta di una malattia che, se trascurata, può potenzialmente causare infezioni a fegato, cuore e polmoni e, in casi estremi, può portare persino alla morte.

Collegamenti sponsorizzati

Se il cane ha una malattia parodontale, è importante diagnosticarla precocemente. Infatti, quanto prima inizia il trattamento, tanto più è possibile arrestare la progressione della malattia ed evitare sofferenze peggiori.

Le malattie parodontali, possono essere prevenute con una corretta igiene dentale del cane e seguendo alcuni consigli di base.

Cos'è la parodontite canina?

Quando la popolazione dei batteri presenta nella bocca del vostro animale aumenta in modo incontrollato, si genera la placca che, se non rimossa, può trasformarsi in gengivite (infiammazione delle gengive).

Se non si interviene già in questa prima fase, la malattia progredisce fino alla parodontite con l'infiammazione acuta delle gengive, la formazione di tartaro sui denti e la degenerazione ossea. Questo processo può essere arrestato, ma non invertito completamente.

La parodontite può causare la perdita dei denti del cane e, anche se raramente, può causare gravi infezioni al fegato, al cuore o ai polmoni.

parodontite nel cane

Quali sono i sintomi?

La parodontite è una malattia silenziosa, quindi bisogna essere molto attenti ai sintomi. Tuttavia, il sintomo più comune che si nota nei cani affetti da questa malattia è l'alito cattivo.

Se il vostro cane odora di cibo subito dopo aver mangiato o ha appena mangiato qualcosa di molto forte, l'alitosi non è indice di malattia parodontale, ma se soffre di alitosi continua, è consigliabile una visita veterinaria.

Durante un controllo dentistico, il veterinario può verificare se vi è accumulo importante di placca e di tartaro, se le gengive si sono ritirate o se sono infiammate. Anche le gengive sanguinanti sono un sintomo di infiammazione, spesso associata alla malattia parodontale canina.

Il dolore alla bocca può influenzare la salute generale del cane, e in genere si manifesta con una certa riluttanza a giocare, svogliatezza e problemi a mangiare. L'anoressia (il cane rifiuta di mangiare o mangia di meno) può essere un ulteriore sintomo, ma di solito si nota quando la malattia parodontale è in stato avanzato.

Collegamenti sponsorizzati

Come si cura la parodontite del Cane

Il trattamento della malattia parodontale nei cani dipende dallo stato di gravita e dalla progressione della malattia. In ogni caso, il veterinario dovrebbe pulire accuratamente i denti, le tasche parodontali e le radici dei denti, in modo da liberarli da placca e da tartaro.

curare parodontite cane
Nei casi particolarmente gravi, il veterinario sottoporrà il cane ad una leggera sedazione prima di iniziare il trattamento. Se il parodonto è già stato distrutto, il dente potrebbe essere completamente rimosso.

Come prevenirla?

Il modo più efficace per rimuovere lo sporco, i batteri e il tartaro accumulati nella bocca del cane è attraverso la pulizia dentale del veterinario. Tuttavia, ci sono prodotti specifici per cani che possono aiutarvi a mantenere la sua bocca sana.

  • Alimenti formulati per la cura dentale: chiedete al vostro veterinario un consiglio per scegliere un cibo studiato appositamente per mantenere puliti i denti del vostro cane e aiutalo a controllare i batteri orali presenti nella bocca.

  • Spazzolini e dentifrici: nei negozi per animali potete trovate vari tipi di spazzolini dal design ergonomico, di solito con teste ad angolo per una pulizia più profonda e con setole corte per i denti e lunghe per le gengive. Attenti al dentifricio!! Deve essere studiato esclusivamente per cani e non bisogna mai utilizzare paste o dentifrici per uso umano.

  • Giocattoli dentali: giocattoli per cuccioli e cani di tutte le età. La loro superficie ruvida stimola le gengive e pulisce i denti dal vostro peloso impedendogli di accumulare tartaro e placca.

  • Leccornie dentali : in genere si tratta di piccoli snack vegetariani di diverse dimensioni e forme, realizzati con ingredienti completamente naturali, che aiutano a rimuovere la placca e il tartaro durante la masticazione.

  • Rinfrescanti orali: funzionano come il collutorio per le persone. Queste soluzioni, rinfrescanti e gustose, vanno aggiunti nella ciotola dell'acqua del cane, e promettono di controllare l'alito cattivo dell'animale.

  • Compresse o mentine per cani: appositamente formulate per rinfrescare l'alito del cane. Riducono l'alitosi e aiutano a combattere la placca accumulatosi sui suoi denti.

Vi raccomandiamo un'igiene costante nella bocca del vostro cane, e di farlo controllare almeno ogni sei mesi dal veterinario. L'alitosi può essere anche un segno di gravi problemi al fegato e ai reni. Prendetevi cura del vostro amico peloso soprattutto se è anziano o ha più di 7 anni... a questa età è comune che possano iniziare a perdere i denti e questo può portare a malattie più gravi.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere