Venerdi' 13 Dicembre 2019

Perdite vaginali Cane: sintomi, cause e trattamento

Foto Perdite vaginali Cane: sintomi, cause e trattamento

Le perdite vaginali nel cane femmina (liquido o secrezione dalla vagina) possono avere diverse cause. In alcuni casi lo scarico è fisiologico, quindi del tutto normale (per esempio durante il calore o dopo un parto), altre volte, invece è sintomo di una malattia ben più grave, che deve essere diagnosticata e trattata immediatamente dal veterinario.


Lo scarico vaginale può sembrare diverso a seconda della causa: sanguinolento, purulento, viscoso o addirittura verdastro. In alcune malattie delle vie urinarie e dell'incontinenza, è possibile notare anche piccole quantità di urina che gocciolano dalla vagina.

La quantità di perdite vaginali varia da cane a cane e dipende dalla malattia (che varia da poche gocce a un "flusso" costante). Nelle femmine più pulite (che si leccano e si puliscono spesso la vagina), è possibile anche che non si osservi alcun deflusso.

Dove e come si manifestano le perdite vaginali nei Cani?

Nella maggior parte dei casi, lo scarico vaginale si verifica nei genitali interni o esterni della cagna, vale a dire nell'utero, nella cervice uterina, nella vagina o nella vulva. Raramente, sono interessati gli organi urinari (vescica o uretra).

Il modo in cui si sviluppa la secrezione varia a seconda del tipo di perdita vaginale.

Lo scarico vaginale con sangue può presentarsi in due modi diversi:

  • Spesso: a causa di una ferita o lesione della mucosa nei genitali o negli organi urinari. Ad esempio, la ferita può essere dovuta a infiammazione, ma anche a causa di un tumore o di un corpo estraneo.

  • Raramente: un sanguinamento dovuto a un disturbo della coagulazione del sangue. Se la coagulazione del sangue non funziona correttamente (ad esempio nelle malattie autoimmuni o dopo l'ingestione di veleno per topi), possono verificarsi emorragie, anche negli organi sessuali e urinari.

La secrezione purulenta di solito è causata dall'infezione da batteri. Durante la "lotta" tra i globuli bianchi del corpo e i batteri, vengono rilasciate sostanze che portano alla morte dei batteri e del tessuto infiammato. La miscela di cellule di difesa, batteri e tessuti morti è chiamata pus.

Lo scarico vaginale con muco si verifica perché le ghiandole nella membrana mucosa degli organi riproduttivi (specialmente l'utero) producono sempre più muco.

Cause di perdite vaginali nel Cane

Lo scarico vaginale può avere molte cause nella cagna. A seconda dell'età, se castrata o meno o se in stato di gravidanza, si possono prendere in considerazione diverse patologie:

Cause di perdite vaginali nelle cagne giovani (di età inferiore ai 6-12 mesi) non castrate

CAUSE COMUNI
  • Vaginite giovanile (prepuberale): la vaginite è un'infiammazione della mucosa vaginale, in cui vi la formazione di pus con scarico dalla vagina. Può verificarsi nelle cagne femmine giovani dall'età di 8 settimane e spesso scompare con l'esordio del primo ciclo di calore. Spesso, per il trattamento vengono usati disinfettanti e/o antibiotici.

  • Calore: si verifica nella maggior parte delle femmine tra il 6° e il 12° mese di vita. Durante l'estro, lo scarico sanguinolento o viscido dalla vagina è abbastanza normale. Inoltre, le "labbra" (vulva) sono gonfie e la cagna emette un odore molto attraente per i maschi non castrati.
ALTRE CAUSE
  • Traumi (lesioni), ad es. a causa di corpi estranei, incidenti o accoppiamento
  • Malformazione congenita degli organi genitali o urinari, ad es. ipertrofia clitoridea, uretere ectopico
  • Malattie delle vie urinarie, ad es. cistite o tumori
  • Piometra (infezione dell'utero)
  • Disturbi della coagulazione del sangue, ad es. in alcune malattie infettive, avvelenamento o malattie autoimmuni
  • Tumori degli organi sessuali, ad es. cancro uterino, cancro vaginale, cancro ovarico

Cause di perdite vaginali nella cagna adulta non castrata

CAUSE COMUNI

  • Calore: il calore nel cane femmina non castrato si verifica in media ogni 7 mesi, e circa due volte l'anno. Uno scarico sanguinolento è normale per una cagna in calore.

  • Piometra: è una grave condizione che deve essere trattata dal veterinario il prima possibile. L'infiammazione batterica produce una grande quantità di pus nell'utero e, se trascurato, può causare avvelenamento del sangue e shock. Oltre alla secrezione purulenta, le femmine possono presentare altri sintomi come aumento della sete, minzione frequente, letargia, perdita di appetito o febbre.

  • Vaginite: è un'infiammazione della mucosa vaginale, che si presenta con perdite purulente più o meno intense. Di regola, gli animali colpiti non mostrano altri sintomi. Nelle femmine adulte, la vaginite di solito si verifica a causa di anomalie anatomiche del tratto genitale, presenza di corpi estranei o incontinenza. La terapia prevede il trattamento della causa e in alcuni casi può essere difficile e lunga.
ALTRE CAUSE
  • Traumi o lesioni
  • Tumori degli organi sessuali
  • Malattie delle vie urinarie
  • Disturbi della coagulazione del sangue
  • Cisti ovariche (cisti producono ormoni nell'ovaio)
  • Torsione dell'utero nella cavità addominale

Cause di perdite vaginali nella cagna castrata

CAUSE COMUNI

  • Vaginite: infiammazione della mucosa vaginale che causa la formazione di perdite purulente vaginali anche nella cagna castrata. Non sempre è possibile diagnosticare la causa esatta della vaginite.
ALTRE CAUSE
  • Traumi o lesioni
  • Malattie delle vie urinarie
  • Tumori
  • Piometra
  • Tessuto ovarico lussato o con segni di cirrosi
  • Trattamento con farmaci contenenti estrogeni, ad es. per il trattamento dell'incontinenza urinaria
  • Disturbi della coagulazione del sangue

Cause di perdite dalla vagina nella cagna incinta

CAUSE COMUNI
  • Parto imminente: poco prima di dare alla luce i cuccioli, in alcune femmine incinte si può osservare uno scarico vaginale chiaro e viscido. Se lo scarico è rosa o leggermente sanguinante è segno che la cagna è in travaglio. Durante il parto, anche il liquido amniotico esce dalla vagina più volte quando il pericarpo del cucciolo si rompe nel canale del parto.

  • Aborto spontaneo / morte dei feti: se la cagna ha un aborto o i feti muoiono dopo il trentesimo giorno di gravidanza, si può notare uno scarico sanguinolento, purulento o verdastro dalla vagina dell'animale.
ALTRE CAUSE
  • Traumi o lesioni
  • Malattie delle vie urinarie
  • Tumori
  • Piometra
  • Disturbi della coagulazione del sangue

Cause di perdite vaginali nella cagna dopo il parto

CAUSE COMUNI

  • Perdite post-parto: è la normale secrezione della ferita dopo un parto ed è causato dalla regressione e dalla riparazione dell'utero. Nelle prime ore dopo la nascita, le perdite sono di colore nero-verdastro, poi diventano rossastre o bruno-rossastro e contengono muco e cellule morte. La quantità di scarico diminuisce progressivamente dopo la nascita ma possono durare fino a 6-8 settimane.

  • Subinvoluzione della placenta: può essere la causa di una forte e prolungata (12 settimane o più), secrezione sanguinosa dalla vagina dopo il parto.

  • Mestrite: è un'infezione batterica dell'utero che potrebbe verificarsi dopo il parto, spesso per la ritenzione della placenta nell'utero.

Esami e diagnosi

Prima di tutto, il veterinario vorrà sapere l'inizio e l'insorgenza dei sintomi (anamnesi del cane), quindi eseguirà un esame fisico approfondito, soffermandosi soprattutto nella zona genitale esterna (vulva).

Successivamente, il veterinario può eseguire un tampone dello scarico vaginale per esaminare la tipologia di cellule presenti e per capire se ci sono batteri.

Affinché il veterinario possa arrivare ad una diagnosi dovrà valutare non solo le parti sessuali esterne (labbra, clitoride) ma anche la parte interna della vagina, eseguendo una vaginoscopia. Con uno speculum o un endoscopio, esaminerà la mucosa della vagina e della cervice, rilevando la possibile presenza di corpi estranei, malformazioni o tumori nella vagina.

Per avere una visione completa degli organi sessuali e urinari interni, è necessario un esame radiografico e/o ecografico. Grazie a questi esami diagnostici ad immagini il veterinario potrà verificare la presenza di pus ed eventuali problemi negli organi, come tumori o cisti.

Un esame del sangue e delle urine daranno al veterinario ulteriori informazioni sulla causa delle perdite, per esempio, se vi è un'infiammazione in atto come la piometra o se vi è un problema ormonale nel sangue.

Trattamento delle perdite vaginali nel Cane

Il trattamento (e la prognosi) delle perdite vaginali nei cani femmina dipende fortemente dalla malattia di base.

Prima di portare il cane da veterinario è importante raccogliere alcune informazioni. Guarda esattamente la vostra cagnolina: quant'è intenso lo scarico? La cagna ha dolore, ad esempio quando urina o quando le toccate lo stomaco? È debole o apatica? Mangia meno del solito o beve molto?

Potete anche provare a usare un termometro per misurare la temperatura corporea in modo da vedere se ha la febbre (temperatura normale: 38.0 - 39.0 °C). Dal veterinario alcuni animali sono così eccitati o spaventati che la loro temperatura corporea sale oltre i 39 °C, anche se non hanno affatto la febbre.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->