Domenica 16 Giugno 2019

Gatti nani: i 7 gatti che rimangono piccoli

Avete mai visto gatti nani o che rimangono più piccoli del normale? Beh, esistono e vi spiegheremo il perchè di questa piccola statura. Una malattia genetica di cui possono soffrire i gatti è l'osteocondrodisplasia (chiamata anche displasia delle ossa), che causa uno sviluppo anomalo delle ossa e della cartilagine.


Si verifica quando uno dei genitori del gatto è portatore del gene dell'osteocondrodisplasia, anche se non mostra segni di nanismo (chiamato anche dwarfismo), in quanto i sintomi possono essere molto vari.

Alcuni gatti, per esempio, possono avere la testa più grande rispetto al corpo, o possono mostrare segni di prognatismo, denti storti o un naso più grande del normale.

Molto spesso i gattini con questa condizione non si sviluppano come tutti gli altri e le loro articolazioni possono apparire più grandi del normale, con una spina dorsale leggermente curva da un lato. Molti gattini affetti di nanismo hanno anche le gambe anteriori curve verso l'esterno.

Nanismo ipofisario nei gatti

Anche conosciuto come iposomatotropismo, il nanismo ipofisario nel gatto è causato da un'anomala produzione di un ormone della crescita nella ghiandola pituitaria.

Fortunatamente, si verifica molto raramente nei gatti, ma quando succede, la causa può essere una delle seguenti:

  • Una ghiandola pituitaria poco sviluppata
  • Presenza di cisti nella ghiandola pituitaria
  • Tumori nella ghiandola pituitaria
  • Malattie infettive che colpiscono la ghiandola pituitaria

Un gattino affetto da nanismo pituitario crescerà molto meno rispetto ai suoi fratelli di cucciolata. Avranno una pelliccia più morbida e i loro denti si svilupperanno più lentamente.

Inoltre, un gattino che soffre di nanismo pituitario sarà meno reattivo nel rispondere agli stimoli esterni. Per un veterinario è molto importante escludere prima l'ipotiroidismo congenito prima di diagnosticare il nanismo.

Nanismo selettivo

Gli allevatori scelgono selettivamente le piccole razze quando vogliono generare una mutazione genetica nei gatti durante l'allevamento.

Alcune razze come il Munchkin (una razza di gatti che hanno le gambe più corte del normale, a causa di una mutazione genetica naturale) è un esempio di nanismo selettivo.

A partire dagli anni '80, altre razze di gatti nani sono emerse come risultato di accoppiamenti di altre razze con il Munchkin.

Il nanismo nei gatti è pericoloso?

Bisogna fornire tutta la storia medica del gatto al veterinario, in modo da poter iniziare un esame approfondito e confermare se si tratta di osteocondrodisplasia o di nanismo ipofisario.

Il veterinario probabilmente fare alcune analisi del sangue per escludere qualche altra condizione che possa causare gli stessi sintomi.

S si tratta di osteocondrodisplasia, la gravità del problema deve essere valutata attentamente, anche se non esiste alcun trattamento. Se il problema è il nanismo ipofisario, molti gatti non possono condurre uno stile di vita normale perchè molti dei loro organi interni si sviluppano più lentamente; anche per questa condizione non esiste alcuna cura.

La maggior parte dei gatti nani possono fare tutto quello che riesce a fare un gatto normale, e se non riescono, di solito trovano nuovi modi creativi per raggiungere i loro obiettivi.

Ad esempio, saltare su una sedia o su un tavolo può essere più difficile per loro, ma finiscono per trovare un escamotage per risolvere il problema, perché sono creature intelligenti.

Il gatto nano Singapura

gatto singapura
Il gatto Singapura è conosciuto come il più piccolo tra i gatti domestici, tuttavia, anche se rimane sempre un gatto molto attivo e di compagnia. La femmina è ben nota per avere un forte istinto materno.

Il Singapura è un gatto che si adatta bene alla vita familiare o alle persone single che desiderano un compagno felino. Tuttavia, se si trascorre molto tempo fuori da casa, è meglio che questo gatto abbia la compagnia di un altro animale domestico.

Prima di adottarlo, vi consigliamo di mettere in sicurezza la casa, perchè il Singapura ama salire sui mobili con facilità, nonostante le sue piccole dimensioni.

È un gatto muscoloso, la sua testa è piccola e rotonda, le guance possono apparire grandi nei maschi adulti, la zona dei baffi è prominente. Le orecchie sono grandi, larghe alla base e ben puntate.

Gli occhi sono grandi, a forma di mandorla e sono accentate da bellissime linee di colore scuro. I colori ammessi sono il rame, verde e oro, sempre brillante.

Il gatto Bombay

gatto che non cresce bombay
Nero come la notte e senza nemmeno un unico pelo di colore diverso, la razza Bombay è considerato quasi un gatto mistico e non per caso viene paragonato ad una "pantera in miniatura" dai suoi fan.

Nasce negli anni '50 grazie all'allevatore Nikki Horner a Louisville che voleva allevare un gatto simile a una pantera. Dopo dieci anni, l'americano ha raggiunto questo obiettivo e la nuova razza è stata riconosciuta dalla Cat Fanciers Association e registrata in Europa dal 1976.

La piccola pantera dai grandi ed espressivi occhi ramati e dal mantello corto e nero, quasi "verniciato", oltre ad essere molto intelligente è anche estremamente affettuosa e paziente. Ama tantissimo giocare e gli piace arrampicarsi.

Il suo peso varia tra 4 e 5 Kg di peso ed impressiona con la sua andatura aggraziata e predatrice.

Il Bombay adora la "sua" famiglia e gli piace riposarsi sempre vicino ai suoi proprietari. Anche la loro cura è abbastanza semplice: basta spazzolarlo 1 volta al mese.

Il gatto nano Munchkin

gatto munchkin
Si pensa che il Munchkin sia la razza di origine di tutti i gatti nani, cioè la razza cui si sono sviluppati tutte le altre razze nane. Il Munchkin è famoso per le sue gambe corte (simile al bassotto), dovute ad un gene recessivo; il resto del corpo mantiene le proporzioni normali.

Il Munchkin è un gatto che rimane piccolo ma robusto. Ha due grandi occhi di noce e pesa tra 2 e 4 kg con un'altezza alla spalla di soli 33 cm, più o meno. Il suo mantello è corto e morbido e con diversi colori.

La personalità del Munchkin è altrettanto adorabile. Spesso sono attratti da cose brillanti, amano "rubare" e nascondere. Sono creature stupende da condividere nella propria casa.

La Genetta

gatto genetta
La Genetta è un gatto nano che gli allevatori hanno sviluppato allo scopo di farlo somigliare alla gineta africana.

Questa affascinante razza nana è apparsa nel 2006 ed è il risultato di un incrocio tra le razze Munchkin, Bengala e Savannah.

Questa razza ha zampe corte, ma un corpo lungo e affusolato. Le orecchie sono arrotondate, così come gli occhi, e la coda è più lunga di tutto il corpo dell'animale.

Per quanto riguarda il mantello, è formato da strisce scure con motivi screziati su uno sfondo colorato più leggero. Il suo pelo è liscio, denso, corto e molto morbido al tatto.

Il Lambkin

gatto Lambkin
Il gatto Lambkin ha origine attraverso un Munchkin a gambe corte con la razza di gatti non nani Rex Selkirk.

Il Lambkin ha il pelo lungo, riccio e opaco, e assomiglia ad un piccolo agnellino. Hanno occhi blu o verdi e la loro coda è sorprendentemente lunga.

Sono una delle razze nane più piccole di gatti, ma sono abbastanza capaci di saltare molto in alto. Sono adorabili e giocosi, con un comportamento molto rilassato, che li rende una buona scelta in un ambiente familiare.

Il gatto di Ceylon

Il gatto di Ceylon prende il nome dall'isola dello Sri Lanka, nota anche come Ceylon, ed è un animale abbastanza sconosciuto. Le sue origini esatte non sono ancora chiare, ma questa rara razza a pelo corto si è evoluta in modo naturale ed è stata introdotta in Europa per la prima volta nel 1964.

Questo batuffolo di velluto e davvero piccolo e minuto, con un fisico delicato ma muscoloso e una pelliccia setosa color oro o sabbia. Un Ceylon adulto rimane sempre piccolo, ma può avere un peso tra i 5 e i 10 Kg.

E' un gatto socievole è vivace, con un carattere allegro e attivo. Con la sua natura curiosa e coraggiosa, questa razza felina esplora il suo ambiente con interesse con una mentalità aperta e amichevole con gli estranei. I gatti di Ceylon sono considerati compagni leali e socievoli, e di solito vanno d'accordo con altri animali domestici.

Il piccolo Gatto Dwelf

gatto dwelf
Il gatto Dwelf è il risultato di un incrocio tra le razze Munchkin, Sphynx e American Curl. Sono gatti magnifici che hanno ereditato i tratti di ciascuna razza utilizzata nella sua creazione.

I Dwelf non hanno pelo e hanno un corpo corto e muscoloso, che dà loro un aspetto forte e robusto. Le gambe anteriori sono leggermente più corte di quelle posteriori e hanno una bellissima coda a lunga.

Una delle caratteristiche più significative di questa razza sono le sue grandi orecchie curve verso l'interno, ottenendo così il soprannome "gatti di elfo".

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->