Venerdi' 4 Dicembre 2020

Tumore dell'occhio nel gatto: sintomi e cure

Melanoma uveale nel Gatto

Il tumore primario più comune negli occhi del gatto e più diffuso è il melanoma dell'iride. In questi casi, il diaframma diventa progressivamente pigmentato (marrone scuro o nero) e sviluppa una superficie irregolare in espansione.

L'uvea è la parte dell'occhio che è costituito dall'iride (la parte colorata dell'occhio che circonda la pupilla), il corpo ciliare (che produce il fluido all'interno dell'occhio o "umore acqueo"), coroide (che fornisce ossigeno e nutrimento alla retina, la superficie interna dell'occhio), e la pars plana (nella parte anteriore dell'occhio, dove l'iride e sclera (bianco dell'occhio).

Il melanoma è clinicamente caratterizzato da una crescita maligna dei melanociti, cellule che sono di colore scuro, in apparenza, a causa della inclusione della melanina pigmento.

Tali tumori hanno inizialmente un decorso benigno, (senza metastasi). Tuttavia, un gatto affetto può sviluppare la malattia metastatica (a causa della diffusione del melanoma uveale) anche diversi anni dopo.

Il tasso di metastasi può arrivare fino a 63 per cento ed è il tipo più comune di tumore dell'occhio nei gatti.

Sintomi

- Possibili cambiamento di colore dell'iride
- Macchia scura sulla superficie dell'occhio
- Iride spesso e irregolare
- Possibile glaucoma (alta pressione nell'occhio)
- Pupilla dilatata
- Rigonfiamento del bulbo oculare
- Cecità

Diagnosi

Il veterinario eseguirà un esame fisico sul gatto, tra cui un esame oftalmologico completo (compresa la pressione all'interno dell'occhio e il corretto drenaggio).

Durante l'esame oftalmologico, verrà utilizzata la tonometria per misurare la pressione negli occhi, e la gonioscopia per vedere se il melanoma si è diffuso all'angolo di drenaggio.

La biomicroscopia può essere utilizzata per misurare la dimensione e la posizione della massa.

Potranno essere eseguiti anche un esame completo del sangue, un esame emocromocitometrico completo, un esame delle urine e un esame elettrolitico.

La presenza di metastasi può essere presa in considerazione attraverso l'emocromo, che in questo caso può mostrare un aumento dei globuli bianchi, che in genere sono indicativi che il sistema immunitario del corpo sta combattendo contro la crescita di cellule cancerogene.

Il veterinario avrà bisogno di conoscere la storia clinica completa del vostro gatto e l'insorgenza dei sintomi.

I raggi X e l'ecografia possono aiutare a determinare l'estensione della malattia metastatica negli occhi, se ci sono cellule di melanoma dell'angolo tra l'iride e la cornea, e se ci sono cellule di melanoma nella venosa ciliare allora siamo in presenza di metastasi.

Tuttavia, le metastasi possono diffondersi fino a un paio di anni dopo la crescita iniziale del tumore.

Trattamento

Nel gatto anziano, con una lenta progressione della malattia, sono consigliabili semplicemente alcuni esami periodici per monitorare l'andamento della lesione.

Nel gatto più giovane, con la malattia progressiva e rapida, verrà presa in considerazione la rimozione dell'occhio (enucleazione).

Alcuni veterinari, ultimamente, cercano di curare le piccole lesioni con il laser (diodo) attraverso la fotoablazione (chirurgia laser).

Se la lesione è da lieve a moderata la maggior parte degli oftalmologi preferiscono un approccio conservativo, che consiste in esami periodici per monitorare l'andamento di crescita della lesione; l'enucleazione è un'alternativa se la progressione della malattia è rapida o il proprietario è molto preoccupato per la possibilità di diffusione del cancro.

Se il tumore è esteso, con conseguente cambiamenti di forma della pupilla o della sua mobilità l'enucleazione del bulbo oculare è la soluzione migliore.

La rimozione del bulbo oculare deve essere effettuato con cautela e precisione.

Cosa fare

Uno studio a lungo termine dimostra che i gatti con melanoma precoce dell'iride non hanno alcun aumento del rischio di diffusione del cancro, ma i pazienti con lesioni avanzate avevano drasticamente ridotto i tempi di sopravvivenza.

La prognosi del gatto dipenderà da quanto il melanoma si è diffuso all'interno dell'occhio.

Il veterinario pianificherà appuntamenti di follow-up ogni tre mesi per monitorare la pressione intraoculare del gatto.

I raggi X saranno utili per verificare la presenza di metastasi in altri organi.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->