Lunedi' 24 Settembre 2018

Cosa sono i Cani da attacco?

  • Pubblicato il:  15/08/2018
Clicca per ingrandire le foto

I cani hanno accompagnato e aiutato l'umanità per almeno 10 mila anni. Ci fanno compagnia e ci mostrano il loro affetto, ma sono anche utili per proteggere il bestiame e le case. Purtroppo, in passato e anche oggi, ci sono persone senza scrupoli che hanno allevato cani da attacco per scagliarsi contro altre persone o animali.

Collegamenti sponsorizzati

Senza un buon allenamento e una corretta formazione questi animali possono diventare molto pericolosi, non perché lo sono per natura, ma perché è stato insegnato loro ad essere così. Vediamo cosa sono i cani da attacco e quali sono le loro caratteristiche e funzioni.

Perchè si chiamano cani da attacco?

I cani da attacco sono quegli animali che sono stati addestrati ad attaccare una persona o altri animali. Se sono stati ben addestrati, inizieranno l'attacco e lo finiranno al comando del loro allenatore; altrimenti potrebbero attaccare chiunque, in qualsiasi momento e senza alcun motivo.

Le caratteristiche di questi cani sono le seguenti:

  • Sono animali forti e agili. Ad esempio, cani come il pastore tedesco o il Pitbull sono alcune di queste razze.

  • Sono di media-grossa taglia. Un Chihuahua o uno Schnauzer nano, ovviamente, non sono dei buoni candidati. In genere si scelgono solo cani che pesano almeno 20 kg.

Collegamenti sponsorizzati

Un cane da attacco è anche un cane da guardia?

C'è molta confusione a riguardo, soprattutto quando si cerca un cane da guardia, ma in realtà non sono la stessa cosa.

Sebbene i cani da attacco possano svolgere funzioni di guardia, i cani da guardia non sono sempre cani da attacco.

cane da attacco
La funzione del cane da guardia è quella di avvertire i proprietari quando vi è la presenza di un soggetto estraneo nelle vicinanze, ma non ha bisogno di attaccare. Pertanto, anche molte razze di piccola taglia possono diventare ottimi cani da guardia, ma non d'attacco.

I cani da attacco sono pericolosi?

Dipende!! Da cosa? Fondamentalmente dall'esperienza che la persona ha dei cani da addestramento e da quale metodo usa. L'ideale sarebbe un addestratore che abbia addestrato cani da combattimento da molto tempo e che usi metodi che rispettino gli animali, come un allenamento con tecnica del rinforzo positivo, e che il cane non sia pericoloso.

Al contrario, se il formatore è qualcuno che ha poca o nessuna esperienza, o utilizza metodi inappropriati, la situazione sarà molto diversa.

Per evitare problemi, prima di allenare un cane bisogna "addestrare" le persone affinchè rispettino veramente i cani, come quelle che troverete nei club cinofili seri. In questi luoghi, i cani sono ben addestrati perché sia ​​i custodi che i loro allenatori (non devono essere la stessa persona) conoscono bene l'animale e sanno come controllarlo.

addestramento cane

I cani da attacco sono utili?

Beh, a parte alcuni sport per cani (ovviamente leciti come il Mondioring o lo Schutzhund), in realtà i cani da attacco non sono molto necessari, per la semplice ragione che non smettono di essere animali. In situazioni di stress elevato possono essere molto insicuri, persino paurosi, dal momento che il loro istinto di sopravvivenza entra in gioco e non è più importante prestare attenzione alla guida per cercare salvarsi.

Pertanto, i cani da attacco, dal nostro punto di vista, non dovrebbero essere altro che animali che praticano sport canini in cui, tra le molte altre cose, imparano ad attaccare.

Quali sono le conseguenze di un allenamento sbagliato?

Addestrare un cane usando metodi inappropriati che non lo rispettano e che ignorano i principi fondamentali della formazione canina può finire con l'abbandono dell'animale in un rifugio per animali, in canile o per strada.

Ma la cosa più triste di tutto questo è che ogni cane, addestrato o meno, è capace di dare la sua vita per salvare la nostra.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere