Venerdi' 3 Aprile 2020

Displasia renale nel Cane: cause, sintomi e cure

Foto Displasia renale nel Cane: cause, sintomi e cure

Spesso, il termine insufficienza renale viene associato ai cani più anziani. Tuttavia, esiste un disturbo renale congenito che può scatenare l'insufficienza renale anche nei cuccioli. Questo disturbo è noto come displasia renale canina ed è una malattia ereditaria presente dalla nascita.


I sintomi sono associati ad un deterioramento della funzionalità renale, con presenza di vomito e diarrea, perdita di peso, anoressia e problemi di crescita. In questo articolo, parleremo delle cause di questa malattia, i sintomi, la diagnosi e quali cure possono essere utilizzate per il trattamento.

Cos'è la displasia renale canina?

La displasia renale è una malattia congenita (i cani ne sono affetti dalla nascita) caratterizzata da una anomalia dello sviluppo di uno o entrambi i reni. In genere i reni hanno dimensioni ridotte, sono deformati e la loro struttura interna è incompleta.

Questo difetto strutturale di solito provoca dei problemi della funzionalità renale che porta a insufficienza renale, anche completa.

Quali sono le cause della displasia renale nei cani?

Attualmente, le cause di questa patologia non sono del tutto note. Alcune razze (Golden Retriever, Lhasa Apso, Schnauzer nano, Samoiedo, Shih Tzu, Pinscher e Barboncino) sono più colpite, quindi è stata associata ad un problema generato da un gene recessivo.

Si sta anche studiando la possibile relazione tra questa patologia e alcune infezioni intrauterine durante la gravidanza, poiché si sospetta che le infezioni da herpesvirus canino in gravidanza possano essere la causa della displasia renale nei cuccioli.

Sintomi

Sebbene la displasia renale è una malattia presente dalla nascita del cucciolo, i sintomi spesso non compaiono prima di alcune settimane, mesi o addirittura prima di diversi anni. A volte, potrebbe non mostrare alcun sintomo o magari i sintomi sono così lievi da passare inosservati.

I sintomi della displasia renale variano a seconda della gravità della condizione, e le più comuni sono:
  • Aumento del consumo di acqua (polidipsia)
  • Aumento della quantità di urina (poliuria)
  • Presenza di sangue nelle urine
  • Perdita di appetito
  • Perdita di peso
  • Crescita stentata nei cuccioli
  • Debolezza e apatia
  • Vomito e/o diarrea
  • Presenza di ulcere della bocca e alitosi

Come viene diagnosticata la displasia renale?

Se il cane mostra sintomi della displasia renale, bisogna immediatamente andare dal veterinario per un esame fisico completo ed effettuare alcuni esami diagnostici per confermare che si tratta di questo disturbo.

I test di solito includono esami del sangue, esami delle urine, un'ecografia addominale per valutare la struttura del rene e la biopsia renale. Con la biopsia la malattia può essere definitivamente confermata.

Trattamento della displasia renale canina

Non esiste un trattamento curativo per questa malattia, poiché si tratta di un problema strutturale del rene che non si è sviluppato correttamente.

Nella maggior parte dei casi, se il problema interessa entrambi i reni, il cane finirà per soffrire di insufficienza renale e la prognosi a lungo termine di solito non è buona. Se è interessato solo un rene, la prognosi è migliore. Tuttavia, questi casi non sono molto comuni poiché la malattia è generalmente bilaterale.

I trattamenti per la displasia renale hanno lo scopo di compensare la normale funzione renale e sono palliativi, non curativi. Le misure di trattamento più comuni includono:

  • Dieta specifica. Il passaggio a una dieta per problemi renali è una parte fondamentale del trattamento. Esistono attualmente speciali diete commerciali formulate per proteggere la salute dei reni, poiché sono a basso contenuto di sale, fosforo e proteine ​​e sono facili da metabolizzare. Anche l'integrazione con acidi grassi omega-3 può essere utile.

  • Corretta idratazione. I cani affetti da displasia renale si disidratano facilmente e spesso necessitano di reidratazione endovenosa o sottocutanea per ripristinare i livelli di liquidi. La terapia dei fluidi su base giornaliera o a giorni alterni è molto utile per gli animali con insufficienza renale.

    E' importante incoraggiare il cane a bere più acqua fresca e pulita, anche attraverso un'alimentazione umida.

  • Farmaci. In alcuni casi, con la progressione della malattia, il veterinario potrebbe decidere di prescrivere alcuni farmaci per trattare le complicazioni associate alla malattia. Ad esempio, in caso di vomito o diarrea, il veterinario valuterà se somministrare un antiemetico o un antidiuretico per prevenire la disidratazione del cane. Può anche essere necessaria la somministrazione di farmaci per l'ipertensione.

  • Terapie alternative. L'ozono terapia è attualmente utilizzata in medicina veterinaria come terapia per il trattamento di cani con insufficienza renale. I risultati mostrano un effetto protettivo sulla conservazione della funzionalità renale grazie alla sua azione antiossidante sulle strutture danneggiate.

    È una tecnica minimamente invasiva, essendo la sua somministrazione endovenosa o intrarettale.

  • Dialisi o trapianto. Nei casi più gravi, è possibile valutare la possibilità di stabilire un trattamento di dialisi renale o un trapianto di rene. Tuttavia, queste procedure sono costose e vengono eseguite solo in pochissime strutture.

E' possibile prevenire la displasia renale nel cane?

Essendo una malattia congenita non c'è alcun modo di prevenirla, ma poiché esiste un'alta percentuale di natura ereditaria, è essenziale evitare la riproduzione dei cani affetti da questa patologia in modo che non vi sia alcuna trasmissione genetica ai futuri cuccioli.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->