Martedi' 12 Dicembre 2017

Infarto nel Cane: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  12/10/2017
Foto Infarto nel Cane: sintomi e trattamento

Anche i cani possono avere un infarto, una pericolosa condizione che si verifica quando il flusso di sangue non riesce a raggiungere il cuore, causando la morte prematura di una parte del miocardio.

Collegamenti sponsorizzati

Molti cani soffrono di varie malattie cardiache, causate soprattutto dall'età avanzata, dal diabete e dall'obesità. Nei cani giovani, l'insufficienza cardiaca può essere dovuta a malformazioni congenite, mentre nei cani anziani può essere causata da problemi di circolazione del sangue.

Se le arterie coronarie vengono ostruite da una placca indurita di grassi, impedisce il flusso di sangue al miocardio provocando un infarto nel cane.

Sintomi di infarto nel Cane

Il vostro cane non può spiegare i sintomi della sua malattia, pertanto diventa vostra la responsabilità di saper riconoscere i sintomi di un problema cardiaco. Quando un cane ha un infarto, potrebbero presentarsi i seguenti sintomi:

  • Disagio fisico dovuto al dolore al torace
  • Inclinazione della testa
  • Aritmia cardiaca (battiti irregolari)
  • Difficoltà di respirazione
  • Difficoltà a rimanere in piedi o a camminare a causa della rigidità delle zampe anteriori
  • Gli occhi possono essere socchiusi e può sembrare che il cane stia per svenire
  • Vomito
  • Morte improvvisa

Ci sono due tipi di insufficienza cardiaca congestizia (ICC) nei cani: ICC sul lato destro e ICC sul lato sinistro del cuore. Alcuni dei sintomi più comuni di ICC sul lato sinistro sono:
  • Respirazione rapida e affannosa
  • Tosse
  • Letargia e debolezza
  • Deliquo (momentanea perdita dei sensi)

Se il cane soffre di ICC sul lato destro, i sintomi sono:
  • Addome infiammato e gonfio a causa dell'accumulo di liquidi
  • Difficoltà di respirazione
  • Intolleranza al movimento
  • Tosse
  • Gonfiore delle estremità delle zampe

Se il vostro cane vi appare spento, letargico ed è sempre affaticato, ha una tosse costante ed è gonfio, c'è la possibilità che abbia sviluppato una malattie cardiaca o una potenziale insufficienza cardiaca. In questi casi l'unica cosa da fare è chiamare immediatamente il veterinario per iniziare il trattamento adeguato.

Collegamenti sponsorizzati

Cause insufficienza cardiaca nel cane

Alcune delle cause più comuni di insufficienza cardiaca congestizia nei cani sono la filaria, la cardiomiopatia, i difetti congeniti del cuore, le aritmie, la degenerazione delle valvole cardiache e l'infiammazione del pericardio.

I cani appartenenti alle grandi razze sono più inclini alle malattie cardiache rispetto alle razze più piccole. Alcune razze quali il Boxer, il Doberman, i Deerhounds scozzesi e gli Wolfhounds irlandesi sono geneticamente più soggetti a problemi cardiaci.

Quali sono i sintomi dell'infarto nel cane?

Il cuore del cane è costituito da diverse camere e arterie che pompano sangue a varie parti del corpo. Se in queste arterie vi è un alto deposito di grasso, la quantità di sangue disponibile è ridotta.

Questa mancanza di sangue spesso provoca battiti cardiaci irregolari e potenzialmente può portare ad insufficienza cardiaca e infarti. Anche se gli arresti cardiaci possono causare la morte improvvisa del cane, un infarto si verifica principalmente in concomitanza di altri problemi di salute come il diabete canino o la disfunzione della tiroide.

La gravità delle malattie presenti influenza i sintomi dell'infarto e il rischio di morte nel cane. I proprietari devono evitare di eseguire la rianimazione cardiopolmonare sul cane, a meno che non sia in grado di farlo.

Diagnosi e trattamento dell'infarto nei cani

Un veterinario inizierà la diagnosi di insufficienza cardiaca nel cane controllando il battito cardiaco con uno stetoscopio. Altre procedure per arrivare alla diagnosi sono la misurazione della pressione sanguigna, le radiografie, l'elettrocardiogramma e soprattutto l'ecocardiogramma.

A seconda della causa dell'insufficienza cardiaca viene determinato il piano di trattamento. Il cane sarà ricoverato per stabilizzare la sua condizione e per mantenerlo sotto osservazione medica.

Viene eseguita una toracentesi per estrarre il fluido accumulato nei polmoni e gli verrà somministrato digoxin e altri farmaci. Il cane inizierà anche una dieta a basso contenuto di sodio e con l'aggiunta di integratori alimentari come la vitamina B, la taurina e la carnitina (un aminoacido che aiuta a convertire il grasso in energia). Anche gli antiossidanti come il coenzima Q e la vitamina E possono aiutare il cane in caso di problemi cardiaci.

I cani che soffrono problemi al cuore sono trattati con procedure preliminari di rianimazione per consentire al cuore di riprendere a funzionare normalmente.

Sarà importante effettuare controlli veterinari regolari e somministrare tutti i farmaci come prescritto dal veterinario. Tutte le medicine non devono essere mai sospesi se non indicato dal veterinario.

I cani affetti da obesità, diabete e ipotiroidismo richiedono un'attenzione maggiore e una modifica della dieta per prevenire l'aggravarsi dell'insufficienza cardiaca. Alcuni cani possono avere di bisogno di un pacemaker per stabilizzare la frequenza cardiaca.

La maggior parte delle malattie cardiache può essere trattata con farmaci e cure di supporto per prevenire infarti e la morte. La diagnosi e il trattamento tempestivo aumentano la probabilità della sopravvivenza del cane.

Un cane richiede la stessa attenzione di un essere umano, soprattutto quando ha un infarto.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere