Lunedi' 24 Settembre 2018

Influenza canina: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  13/08/2018
Clicca per ingrandire le foto

Anche i cani possono ammalarsi di influenza? Quali sono i sintomi e come si cura l'influenza canina? Esistono due ceppi del virus che causa l'influenza canina (Influenza Tipo A): H3N8 e H3N2. Entrambi attaccano soprattutto il sistema respiratorio e sono molto contagiosi.

Collegamenti sponsorizzati

Anche se alcuni cani si ammalano di influenza aviaria, altri possono essere esposti al virus e combattere le infezioni senza mostrare alcun sintomo.

Sintomi e tipi dell'influenza canina

I cani infetti dal virus dell'influenza canina possono sviluppare due sindromi diverse:

  • Lieve - Questi cani presentano in genere sintomi come tosse e secrezione nasale. In genere si tratta più di una tosse secca. Nella maggior parte dei casi, i sintomi dureranno da 10 a 30 giorni e di solito vanno via da soli. È simile alla tosse dei canili anche se persiste più a lungo. Questi cani possono trarre beneficio da trattamenti antinfluenzali per ridurre la durata e la gravità dei sintomi.

  • Grave - Generalmente, questi cani sviluppano sintomi come febbre alta (oltre i 40 °C) e altri segni come la polmonite. Il virus dell'influenza canina colpisce i capillari nei polmoni, quindi il cane può tossire sangue e avere difficoltà a respirare se vi è un'emorragia. Alcuni animali possono sviluppare infezioni batteriche secondarie, tra cui la polmonite batterica, che possono complicare ulteriormente il quadro clinico.

In genere, i sintomi di dell'influenza canina includono:
Nella maggior parte dei casi, esiste una storia di contatto con altri cani portatori del virus.

virus cane

Collegamenti sponsorizzati

Diagnosi dell'influenza canina

Se il vostro cane sviluppa i segni dell'influenza canina sopra descritti, consultate il veterinario il prima possibile.

Oltre ad un esame fisico, il veterinario in genere eseguirà un esame emocromocitometrico del sangue completo. Di solito, si osserva un aumento dei globuli bianchi, in particolare i neutrofili. Le radiografie possono essere utili per verificare il tipo e l'estensione di una eventuale polmonite.

Un altro strumento diagnostico utile in questi casi è il broncoscopio, che dà alcune indicazioni sullo stato della trachea e dei bronchi. Durante l'ispezione il veterinario può scegliere se prelevare alcune cellule o eseguire un lavaggio bronchiale o un broncoalveolare. I campioni in genere presentano grandi quantità di neutrofili e possono contenere batteri.

Rilevare il virus non è facile e di solito non è indispensabile per il trattamento. Esiste un test del sangue (sierologico) in grado di verificare la diagnosi precisa di influenza canina. Nella maggior parte dei casi, viene prelevato un campione di sangue subito dopo la comparsa dei sintomi iniziali e, successivamente, dopo due o tre settimane.

Trattamento per l'influenza canina

In genere la forma lieve di influenza canina viene trattata con sedativi della tosse. Gli antibiotici possono essere usati se in atto c'è un'infezione batterica secondaria. Il riposo e l'isolamento dagli altri cani è molto importante.

cane influenzato
La forma grave dell'influenza aviaria deve essere trattata in modo aggressivo e con antibiotici ad ampio spettro, fluidi e terapia di supporto veterinaria. Nei casi critici può essere necessario il ricovero fino a quando il cane si stabilizza.

Per alcuni cani, l'influenza canina può essere mortale, quindi non bisogna mai trascurarla. Anche dopo il ritorno a casa, il cane deve essere isolato per diverse settimane fino a quando tutti i sintomi dell'influenza canina non sono completamente scoparsi.

Come prevenire l'influenza del cane

Attualmente sono disponibili alcuni vaccini contro l'influenza canina, separati per ciascuno dei due ceppi. La prima volta che il cane viene vaccinato, ci sarà bisogno di un richiamo dopo 2-4 settimane. Successivamente, il vaccino può essere somministrato annualmente.

Ci sono altre condizioni respiratorie che possono essere prevenute con dei vaccini, in particolare il vaccino per la Bordetella bronchiseptica, il batterio responsabile di quella che viene comunemente chiamata "tosse da canile".

Qualsiasi cane sospettato di avere l'influenza canina dovrebbe essere messo in quarantena dagli altri cani. Quei cani affetti dalla forma lieve dell'infezione di solito guariscono da soli. L'influenza canina non può essere trasmessa agli esseri umani o ad altre specie.

L'infezione può essere prevenuta anche evitando i luoghi affollati di cani.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere