Sabato 18 Agosto 2018

Malattie del sangue nel Cane

  • Pubblicato il:  18/07/2018
Foto Malattie del sangue nel Cane

Quali sono le malattie del sangue, o ematologiche, nei cani? Come sappiamo, anche i nostri animali possono ammalarsi, soprattutto se non sono stati vaccinati o vivono in cattive condizioni. Queste malattie, se non trattate in tempo, possono avere un impatto negativo sulla salute e sulla longevità della vita dei nostri cani.

Collegamenti sponsorizzati

Tra i sintomi più comuni fanno parte anche le malattie che colpiscono il sangue e i globuli rossi dell'animale. Conoscerne i sintomi, spesso, può salvare la vita dei nostri "amici pelosi".

Cos'è una malattia ematologica canina?

Sono patologie che causano nell'animale cambiamenti nella quantità e nella qualità delle cellule.

Alcune di queste anomalie sono ereditarie, altre derivano da infezioni parassitarie (sulla pelle o nell'intestino), carenza di ferro o vitamina B12, tumori, trasfusioni di sangue, traumi o lesioni.

Il numero di cellule sanguigne possono diminuire o aumentare a seconda della natura della malattia. Tra le malattie del sangue più comuni nei cani ricordiamo l'anemia, l'avvelenamento, l'intossicazione (che causa problemi di coagulazione), la piroplasmosi, il parvovirus, la leptospirosi etc...

Cause e sintomi della malattia ematologica nel Cane

I segni clinici differiscono in base alla natura della malattia. Per l'anemia, ad esempio, il cane perde peso e appetito contemporaneamente. Se è un animale abbastanza attivo e adora le passeggiate quotidiane al mattino o al pomeriggio, appare insolitamente stanco e apatico.

Potrebbero comparire palpitazioni e lo sbiancamento della mucosa orale, genitale o oculare. Da notare anche la mancanza di globuli bianchi del cane che possono causare sanguinamento a livello della mucosa gengivale. Anche le ulcere intestinali e l'irritazione del sistema urinario possono anche causare anemia a sanguinamento.

Per quanto riguarda la coagulazione del sangue, una malattia causata da una reazione agli antagonisti della vitamina K, dalla presenza di un tumore o da una insufficienza epatica, i sintomi della malattia sono piuttosto vari.

L'animale presenta le membrane delle mucose pallide, la pelle può mostrare piccole lesioni rosse o emorragie. L'emorragia può essere esterna o interna ed è accompagnata da febbre e mancanza di respiro o affanno, anche se il cane non fa alcuno sforzo apparente.

Spesso i sintomi sono accompagnati da anoressia o perdita di appetito e una condizione febbrile. Alcune razze di cani sono predisposte all'emofilia, tra cui il Pastore tedesco.

Per quanto riguarda il parvovirus, conosciuto anche come gastroenterite emorragica, il cane soffre di diarrea (con un odore puzzolente) e piuttosto caratteristica. L'animale può vomitare quello che ha mangiato e spesso l'infezione è accompagnata da febbre e abbassamento delle difese immunitarie. Questo porta a uno stato di letargia e disidratazione.

Infine, la leptospirosi, un'altra infezione batterica del sangue, che viene trasmessa dalle urine o per contatto con animali infetti da leptospira. Le manifestazioni di questa infezione sono febbre acuta correlata a problemi al fegato o ai reni. Possono essere rilevati anche segni di gastroenterite emorragica. Questa forma di infezione richiede il pronto intervento di un veterinario perché se non trattata può degenerare in insufficienza renale cronica.

Collegamenti sponsorizzati

Trattamento delle malattie del sangue nei Cani

Per curare le malattie del sangue del cane, è importante conoscere prima le cause della disfunzione.

Ovviamente, tutti i problemi medici devono essere sempre valutati da un veterinario che è anche il solo a poter diagnosticare con esattezza la patologia e di dare i giusti consigli e la prescrizione farmacologica appropriata.

Se si tratta di una malattia causata dalla presenza di parassiti nell'intestino come la piroplasmosi, il trattamento specifico sarà a base di farmaci. Iniezioni, o infusioni o trasfusioni di sangue possono essere utilizzati per curare la malattia se non è in fase avanzata.

Per l'anemia causata da tumori, l'unica opzione è l'intervento chirurgico per rimuovere la massa cancerosa, benigna o maligna.

Per altre malattie, la cura prescritta dal veterinario in genere si basa sulla prescrizione di antinfiammatori come il corticosteroide per rafforzare il sistema immunitario dell'animale. In caso di lesione infettiva causata da leptospirosi, indicherà un trattamento con l'assunzione di antibiotici.

Se il disturbo del sangue è correlato all'anemia, il medico prescriverà vitamine e fiale di ferro. È necessaria anche una alimentazione adeguata per accelerare il recupero di un cane anemico.

Il veterinario può anche optare per la trasfusione di sangue per far aumentare i globuli rossi nel cane. Dal momento che non esiste una banca del sangue, il proprietario dovrebbe trovare un altro cane sano e in buona salute per donare il sangue.

Durante una malattia ematologica, il veterinario può eseguire una serie di test sierologici e l'aggiornamento dei vaccini.

Il ricovero sarà prescritto nei casi gravi, perché il cane deve seguire diversi trattamenti come flebo, antibiotici o la chirurgia se si tratta di un tumore.

Per la piroplasmosi, il parvovirus e la leptospirosi, tre malattie mortali che possono causare la morte dell'animale dopo alcuni giorni e inaspettatamente, esistono dei vaccini per contrastare la forma letale della patologia.

In conclusione

Come abbiamo visto le cause dei problemi al sangue nei cani possono essere tanti. Oltre alle malattie ereditarie, ci sono anche disturbi dovuti ad una dieta carente in alcuni principi vitaminici, per non parlare di infezioni, infestazioni di zecche e infiammazioni.

Il trattamento dipende dalla malattia. In ogni caso, non appena un cane mostra segni di affanno e si rifiuta di mangiare, o ha le mucose gialle o pallide o sembra stanco, si consiglia di chiamare subito un veterinario.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento