Lunedi' 23 Luglio 2018

Stimolare l'appetito del Gatto

  • Pubblicato il:  02/01/2018
Foto Stimolare l'appetito del Gatto

Il vostro gatto non vuole mangiare o ha poco appetito? Attenzione, un gatto che non mangia è a rischio di sviluppare una grave malattia conosciuta come lipidosi epatica, che, se trascurata, può compromettere la funzionalità del fegato.

Collegamenti sponsorizzati

Uno stimolante dell'appetito adatto per i gatti può aiutare i nostri felini ad aumentare il loro desiderio di mangiare. In questo articolo parleremo dei principali stimolanti per l'appetito del gatto.

Perché il mio gatto non mangia?

La perdita di appetito nei gatti è spesso un'indicazione di malattie anche gravi, ma può anche essere causa di alcuni fattori psicologici ed emotivi, tra cui i cambiamenti ambientali. Di seguito una breve panoramica di alcuni dei possibili motivi per cui un gatto non mangia:

MALATTIE
Quando sono malati, i gatti e tutti gli altri animali domestici spesso perdono l'appetito. Il vostro gatto può improvvisamente rifiutarsi di mangiare per malattie come:

  • Malattie dentali: il mal di denti e altri problemi orali, quali l'infiammazione delle gengive, i tagli in bocca, l'ascesso e le stomatiti orali possono rendere la masticazione dolorosa per il gatto, portando quindi ad una perdita di appetito.

  • Insufficienza renale: i gatti con insufficienza renale spesso si avverto nausea e perdono la voglia di mangiare.

  • Infezioni del tratto gastrointestinale e altri problemi: se il gatto non ha fame può essere segno di un problema nel tratto gastrointestinale che causa probabilmente un senso di nausea. Pancreatite, parassiti, corpi estranei, colite e gastroenterite sono le cause di base più comuni.

    Un gatto con problemi al tratto gastrointestinale può anche mostrare altri sintomi come vomito, diarrea, stitichezza e perdita di peso. Portate sempre il gatto dal veterinario per la diagnosi e il trattamento.

VACCINAZIONI
Non è raro che i gatti perdano l'appetito poco dopo aver fatto le vaccinazioni di routine. Di solito è un effetto collaterale che dura qualche giorno e non è necessario usare uno stimolante dell'appetito.

CAMBIAMENTI AMBIENTALI
Un viaggio o il trasferimento in una nuova casa possono avere un impatto negativo sul benessere emotivo del gatto, portando ad una improvvisa perdita di appetito. In questi casi sarebbe utile usare uno stimolante dell'appetito adatto per i gatti.
Alcuni gatti sviluppano anche cinetosi durante o dopo i viaggi in auto o in aereo. Questo provoca loro nausea e una temporanea mancanza di desiderio di cibo.

ANSIA O DEPRESSIONE
Il vostro gatto non vuole mangiare nè bere e non è stato identificato alcun problema di salute? Probabilmente soffre di ansia o di depressione. Ad esempio, i gatti possono essere angosciati dall'arrivo di un nuovo animale domestico, ad esempio un cane, o anche da nuove persone (un nuovo bimbo).

CAMBIAMENTO NELLA DIETA
Se di recente avete introdotto nuovo tipo di cibo o iniziato una nuova dieta, potrebbe essere la colpa dell'improvviso calo di appetito nel gatto. La maggior parte dei gatti si abitua alle nuove diete o ai cibi con il tempo, ma uno stimolante dell'appetito può aiutare a stimolare il tuo gatto a mangiare come prima.

Collegamenti sponsorizzati

Stimolante dell'appetito per gatti

Un gatto che non mangia è potenzialmente in pericolo, soprattutto se inizia a perdere peso.

La perdita delle proteine rende il fegato meno efficace e incapace a convertire le riserve di grasso in energia. Questo provoca una lipidosi epatica (leggi qui: Lipidosi epatica o sindrome del fegato grasso nel gatto) che può sfociare in insufficienza epatica.

Non bisogna mai ignorare la mancanza di fame in un gatto e, se dura più di un giorno, bisogna portarlo subito dal veterinario.

Il veterinario identificherà la causa della mancanza di appetito e inizierà il trattamento adeguato. Insieme ai farmaci per curare il problema, il medico può prescrivere anche uno stimolante dell'appetito per i gatti.

MIRTAZAPINA
La mirtazapina è uno dei più comuni stimolanti dell'appetito del gatto. All'inizio è stato creato come antidepressivo per uso umano, ma si è rivelato utile per stimolare l'appetito e ridurre il senso di nausea, quando somministrato ai gatti in piccole dosi.

La mirtazapina è un farmaco che viene usato spesso nei gatti con malattie renali (insufficienza renale), problemi di stomaco e altre condizioni che causano nausea e riducono il desiderio di mangiare.

Il dosaggio medio è di 1,88 mg o di 3,75 mg per via orale due volte a settimana. Solo il veterinario potrà consigliarvi la dose appropriata in base al peso del vostro gatto.

Tra gli effetti collaterali associati all'uso di mirtazapina come stimolante dell'appetito per i gatti ci sono irrequietezza, eccessivo miagolio e agitazione.

Esiste anche il rischio di sviluppare una condizione rara nota come sindrome da serotonina, un problema che si verifica quando i livelli ematici della serotonina aumentano. Ciò può succedere quando la mirtazapina viene utilizzata in alte dosi o insieme ad altri farmaci che contengono serotonina. I sintomi di solito si risolvono quando il farmaco viene sospeso (di solito in 2-3 giorni).

Altri sintomi sono: aumento della frequenza cardiaca e respiratoria, pupille dilatate, tremori (scuotimento involontario della testa ), febbre e ipertensione (pressione alta).
CIPROEPTADINA
Conosciuta anche come Periactin, la ciproeptadina è un altro stimolante dell'appetito comunemente usato nei gatti. Questo farmaco per uso umano è in genere utilizzato come antistaminico, ma può aiutare i gatti che non mangiano bloccando la serotonina nel cervello.

Sebbene sia efficace come stimolante dell'appetito per i gatti, la ciproeptadina può causare effetti collaterali come agitazione e eccessivi miagolii. In alcuni gatti, ha l'esatto effetto opposto, rendendoli assonnati e letargici.

È possibile che Periactin aumenti la frequenza cardiaca e/o respiratoria e diminuisca la minzione, ma questi effetti collaterali sono meno comuni. Per evitare gli effetti collaterali, la ciproeptadina (periactin) non deve essere utilizzata nei gatti ipertesi (con pressione alta) o che assumono integratori di potassio.
DIAZEPAM (VALIUM)
Il diazepam, o Valium, è stato a lungo utilizzato per il trattamento dell'anoressia nei gatti persistente da più di 2 giorni. Negli ultimi anni ha tuttavia perso la sua popolarità per il fatto che può causare potenzialmente danni al fegato. La mirtazapina e la ciproeptadina sono le alternative più sicure, se utilizzate nelle giuste dosi.

Rimedi naturali per aumentare l'appetito del Gatto


  • Alimentazione: provate a cambiare dieta commerciale, ma che sia completa ed equilibrata. Provate ad offrire cibi appetitosi come quelli in scatola, affettati, e crocchette secche per quei gattini che amano il "croccante".

  • Riscaldare il cibo: riscaldare il cibo al microonde per circa 10 secondi può esaltare il sapore degli alimenti per i nostri animali (assicuratevi che non sia troppo caldo).

  • Temperatura ambientale: i gatti più sedentari possono sentire freddo, quindi spostateli in una stanza più calda o dove arriva il sole. Lasciarli guardare fuori da una finestra o portarli fuori quando c'è una bella giornata può dare grande spinta positiva ad gatto malato che non vuole mangiare.

  • Carne fresca: l'odore del pollo, del pesce cotti sui fornelli o di alcuni snack potrebbe essere allettante. Anche se gli snack e la carne confezionata dovrebbero essere evitati
    poiché contengono grassi e sale, in questo caso potete fare un'eccezione; possono essere ottimi per mettere calorie e per stimolare l'appetito dei nostri felini.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   8  Persone hanno inserito un Commento

Lupin310/01/2018 | Rispondi

Salve, le allergie alimentari possono ridurre l'appetito del gatto?

Max7610/01/2018 | Rispondi

In genere, le allergie alimentari dei gatti si manifestano con sintomi sulla pelle, quindi è poco probabile che incidano sull'appetito. Un'intolleranza alimentare, che è diversa da una vera allergia, potrebbe causare problemi di stomaco, ma in genere, le allergie non sono casa di inappetenza. Ti consiglio di andare dal veterinario!

Geco8910/01/2018 | Rispondi

Salve. Il mio gatto, da quando ha preso il raffreddore, fa lo schizzinoso per mangiare. Il veterinario mi ha detto che è tutto normale ma io sono preoccupato. Ho letto l'articolo e l'ho trovato ricco di informazioni, complimenti. Potete darmi qualche consiglio?

Hilton5610/01/2018 | Rispondi

L'olfatto e il gusto sono sensi che vanno a braccetto. Quando il naso è congestionato a causa di infezioni o altro, anche l'appetito ne risente. Se un gatto non vuole assaggiare il suo solito cibo, probabilmente è perchè non sente molto il sapore. Prova a seguire i consigli di mondopets, ciao.

Gigione09/01/2018 | Rispondi

Salve, da qualche giorno il mio gatto non vuole più mangiare ed è sempre assonnato. Sono preoccupato. Può trattarsi di qualche malattia?

Zippo8009/01/2018 | Rispondi

Ci sono molte ragioni per cui un gatto potrebbe rifiutare il suo cibo. A volte è una questione di gusti altre volte di problemi medici. Da quello che hai scritto sembra più la seconda. Portalo subito dal veterinario, soprattutto se non mangia da due giorni.

Genius200008/01/2018 | Rispondi

Il mio gatto ha perso peso e mangia poco. Mangia, ma non come al solito. Ha 14 anni, appena controllato dal veterinario e in buona salute generale. Qualche consiglio?

Bimbetta08/01/2018 | Rispondi

Beh, io proverei a portalo da un altro veterinario. Il tuo vet ha fatto gli esami del sangue e delle urine per i problemi renali e ormonali? Ha visto se ha problemi o malattie dentali o segni dolore?

Prima rifallo visitare e poi, sempre su consiglio del medico, potresti usare un integratore contenente vitamine del gruppo B per aiutarlo a stimolare l'appetito, oppure prova a scaldare il cibo e a passare gradualmente al cibo in scatola che è più gustoso.

Articoli da non perdere