Sabato 29 Febbraio 2020

Insufficienza renale cronica nel gatto: cause, sintomi e cure

L'insufficienza renale nel gatto, chiamata malattia renale cronica, è molto comune nei gatti domestici anziani, ed è una delle principali cause di morte dei gatti. Purtroppo, è una malattia silente che progredisce gradualmente e non mostra sintomi fino a quando raggiunge uno stadio avanzato. I sintomi più frequenti sono legati alla perdita della funzione del rene, con i gatti che generalmente bevono e urinano di più.

Alcune razze sembrano essere maggiormente predisposte a sviluppare la malattia renale cronica, tra cui il Maine Coon, Abissini, Persiano, Siamese, Blu russo e birmano.
I gatti anziani sviluppano solitamente la malattia renale di pari passo con l'ipertiroidismo.

Funzione dei reni nel Gatto

I reni svolgono tante funzioni importanti, tra cui lo smaltimento delle sostanze tossiche dal sangue e l'equilibrio idrolitico ed elettrolitico del corpo dell'animale.

Per eliminare le tossine, il sangue viene filtrato attraverso i reni (glomeruli), e in quel processo viene prodotta l'urina. Il rene è anche responsabile della restituzione di parte dell'acqua filtrata nel corpo, prevenendo la disidratazione del gatto.

Il rene è importante anche nel bilancio degli elettroliti (sodio, calcio, foroforo, potassio ...), nella regolazione dell'acidità del sangue e nel controllo della pressione sanguigna, nonchè
della produzione di un ormone, chiamato eritropoietina, che stimola il midollo a produrre globuli rossi.

Cause dell'insufficienza renale cronica nel gatto

Le cause della malattia renale cronica comprendono malformazioni dei reni alla nascita del gatto, la malattia renale policistica congenita, infezioni batteriche croniche dei reni, ipertensione, disturbi del sistema immunitario come il lupus sistemico, l'esposizione a sostanze tossiche, un episodio di malattia renale che può danneggiare gli organi e portare ad una forma cronica, ostruzione delle vie urinarie, e alcuni farmaci, specialmente FANS (anti-infiammatori non steroidei) così come alcuni antibiotici nefrotossici.

Ci sono alcune malattie infettive che possono danneggiare i reni del gatto come la FIV e la leucemia felina. Altre cause sono l'esposizione a metalli pesanti, trauma addominale e il diabete.

Sintomi

L'insufficienza renale non causa dolore fisico al gatto, ma provoca disagio allo stomaco, costipazione e disidratazione.

Il sangue passa attraverso i reni, e qui viene filtrato attraverso un processo complesso che rimuove i materiali di scarto dal sangue e mantengono le sostanze buone, come le proteine, ​​del siero nel sangue.

I reni regolano anche la quantità di acqua nel sangue e aiutano a mantenere la pressione del sangue nella norma, regolando il sodio. Essi hanno inoltre una funzione regolatrice del calcio e della vitamina D. I reni secernono, inoltre, un ormone chiamato eritropoietina, che stimola il midollo osseo del gatto a produrre globuli rossi.
Quindi, come si può vedere, quando i reni non sono in grado di funzionare normalmente, ci sono molti altri organi del corpo che possono essere influenzati.

Molti sono i sintomi della malattia renale nel gatto, ma possono molto variabili da un felino all'altro. Possono essere lievi e progredire lentamente, oppure possono essere gravi e appaiono all'improvviso.
I sintomi di un problema ai reni possono includere aumento della sete e della minzione, perdite di urina (soprattutto di notte), vomito, diarrea, mancanza di appetito, perdita di peso, depressione, anemia, e la debolezza generale del corpo.
Altri segni meno comuni della malattia renale nel gatto sono frequenti fratture causate dalle ossa indebolite, ipertensione, prurito, emorragia intestinale, lividi sulla pelle e ulcere orali.

Urea, creatina e fosforo

I sintomi sopra citati non consentono una diagnosi affidabile, perché una grande sete, ad esempio, potrebbe anche essere un sintomo del diabete mellito. Solo dalle analisi del sangue e delle urine il veterinario può fare una diagnosi, soprattutto se vi è un aumento dei livelli di urea, creatina e fosforo.

  • Fosforo: la quantità di fosforo nella dieta dei gatti con insufficienza renale deve essere ridotta. I pasti devono contenere una quantità minore (0,2-0,5% su base secca) di fosforo.

  • Antiossidanti: il danno renale provoca un aumento delle sostanze ossidanti. I gatti con insufficienza renale possono trarre beneficio dall'assunzione di antiossidanti nella loro dieta.

  • Acidi grassi essenziali: possono essere aggiunti alla dieta di questi gatti per ridurre l'infiammazione.

  • Potassio: in alcuni casi, è necessario aumentare la quantità di potassio nella dieta, anche se deve essere controllato dal veterinario per evitare altri problemi.

  • Acidità urinaria: i gatti con insufficienza renale tendono a produrre urine più acide, e quindi in molti casi è necessario un integratore che ne diminuisca l'acidità.
insufficienza renale gatto

Diagnosi dell'insufficienza renale cronica nel gatto

La maggior parte dei sintomi della malattia renale cronica sono presenti in altre malattie, il che rende la diagnosi molto complicata.
Le analisi del sangue di routine sono in grado di rilevare un problema renale cronico in una fase iniziale. Per i gatti più anziani, i test per la funzionalità renale deve essere fatta almeno una volta all'anno.
I risultati degli esami mostreranno se ci sono livelli elevati di prodotti di scarto nel sangue, segno di una funzione renale in declino.

Un esame delle urine è molto importante per fornire informazioni critiche sulla funzione renale, e potrebbe escludere anche una infezione delle vie urinarie, ma, ancora più importante, sarà in grado di quantificare la concentrazione di urina del gatto e rilevare se vengono rilasciate microproteine. Questi sono due dei più comuni segni iniziali della disfunzione renale nel gatto.
I gatti con malattie renali tendono a bere molta acqua, e urinare molto e l'urina risulta molto diluita .

E 'importante controllare la funzione della tiroide soprattutto se il gatto è più vecchio. L'ipertiroidismo spesso si nota in combinazione con l'insufficienza renale, e la sua diagnosi può cambiare il trattamento.

La pressione sanguigna dovrebbe essere controllata dal momento che molti gatti con malattia renale soffrono anche di ipertensione o pressione alta.

Trattamento della malattia renale cronica nel gatto

Gli obiettivi del trattamento per la malattia renale nel gatto sono:

  • Controllo dell'uremia (che è l'accumulo di prodotti di scarto azotati nel sangue)
  • Ritardare la progressione della malattia
  • Mantenere la qualità di vita del gatto a lungo possibile
  • La terapia di fluidi è di solito raccomandata all'inizio per evitare la disidratazione, anoressia e vomito. A secondo delle condizioni del gatto, la fluido-terapia può essere somministrata in una struttura veterinaria per via endovenosa, e una volta che il gatto è stabile e reidratato, potrebbe essere continuata a casa.

Quali farmaci vengono usati per trattare l'insufficienza renale felina?

  • Inibitori di ACE (benazepril): contribuiscono a migliorare la funzionalità renale, a ridurre la perdita di proteine ​​da parte dei reni e aiutano nel trattamento dell'ipertensione.

  • Integratori di potassio: gel, pillole o punture sempre sotto controllo veterinario, poiché un eccesso può causare ipercaliemia, che potrebbe provocare un'insufficienza cardiaca.

  • Leganti di fosfato: idrossido di alluminio e carbonato.

  • Antibiotici: per prevenire eventuali infezioni della mucosa e trattare i casi di pielonefrite.

  • Antipertensivi: amilodiptin, benazepril.

  • Anemia: integratori di ferro; nei casi molto gravi può essere utilizzata l'eritropoietina umana.

  • Calcitriolo: per il controllo del metabolismo del calcio, in caso di iperparatiroidismo.

  • Trattamento di nausea e vomito: protettori delle mucose come la cimetidina, famotidina, omeprazolo.

Alimentazione per i gatti con insufficienza renale cronica

Si raccomanda una dieta ricca di proteine ​​di ottima qualità e con basso contenuto di sodio e fosforo. Il controllo del fosforo e del sodio ha dimostrato di avere un ruolo molto importante nel controllo della progressione della malattia renale nel gatto.

Molti veterinari insistono ancora che una dieta renale deve essere a basso contenuto di proteine, nonostante gli studi invece hanno confermato che con l'invecchiamento gli animali, compresi quelli con malattie renali, hanno bisogno di più proteine. Ma devono essere proteine ​​di altissima qualità.

problemi renali gatto
Quindi, se il vostro gatto sta mangiando cibo di scarsa qualità che è difficile da digerire, dovete subito ridurre la quantità di proteine scadenti dalla dieta.

Tuttavia, se il gatto sta mangiando cibo contenente proteine di qualità, allora una eventuale diminuzione proteica è spesso controproducente e in realtà aggrava i problemi della perdita di peso e cachessia (atrofia muscolare).

I gatti con insufficienza renale dovrebbe mangiare cibo in scatola umido contenente proteine di alta qualità o dovrebbe essere alimentato con una dieta fatta in casa, fresca a ed equilibrata.
Ancora più importante, i gatti con malattie renali devono aver accesso illimitato all'acqua fresca.

Spesso i gatti rifiutano la nuova dieta, quindi provate a riscaldare il cibo o mettete qualche goccia di olio di tonno per stimolare l'appetito delle nostre "piccole tigri". Inoltre, è importante cambiare l'alimentazione del gatto lentamente. Quindi all'inizio della dieta mescolate qualche cucchiaio del solito cibo e aumentate gradualmente la parte di quello nuovo.

Ad oggi, non si conoscono ancora le cause per cui i gatti più anziani sono più soggetti all'insufficienza renale cronica. Pertanto, i gatti di età compresa tra 7 e gli 8 anni devono essere portati dal veterinario per controlli semestrali.

Quanto vive un gatto con insufficienza renale?

La malattia renale cronica è una condizione irreversibile e progressiva. L'aspettativa di vita dei gatti dipende dallo stadio della malattia, dalla precocità della diagnosi e dalla coesistenza di altri problemi di salute tra cui l'ipertensione e/o la proteinuria.

Il vostro compagno peloso può vivere diversi anni se la sua malattia è stata diagnosticata allo stadio iniziale e la dieta adattata per rallentarne la progressione.

Per i gatti affetti da insufficienza renale in stato avanzato, il mantenimento di una buona idratazione e il trattamento di eventuali complicazioni possono favorire un prognosi di alcuni mesi di vita.

Per concludere

Dal momento che la malattia renale è una delle principali cause di morte dei gatti domestici, ma non nei gatti selvatici, dobbiamo chiederci del perché l'insufficienza renale felina nei gatti domestici è diventata di proporzioni epidemiche.

Come abbiamo detto, l'alimentazione ha un ruolo determinante nel prevenire questa malattia spesso mortale per il gatto. Un'alimentazione troppo elaborata e con cibo secco per tutta la vita, le tossine presenti nell'ambiente, una scarsa qualità dell'acqua e l'abuso di farmaci e vaccini possono fare aumentare lo stress sui reni dei nostri piccoli animali.

L'approccio migliore per prevenire o gestire la malattia renale del gatto è un attento monitoraggio dei suoi reni. Solo così è possibile identificare i rischi e i possibili cambiamenti, anche impercettibili, prima che si sviluppi un'insufficienza renale del gatto.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   1  Persone hanno inserito un Commento

Cinzia22/12/2018 | Rispondi

Ciao viviana,sono Cinzia,a me 4 anni fa è morta la mia gatta per insufficenza renale,gastrite,aveva 18 anni,il mio veterenario di fiducia ha provato a salvarmela,ma niente da fare,ho dovuto prendere una brutta decisione di farle fare l'eutanasia,sono stata malissimo.Ora ho una gattina di 3 anni che è vivace,come mangiare le cuocio le bistecche di pollo,tacchino,wurstel di pollo e tacchino,prosciutto cotto(Ferrarini),a luglio ha fatto il richiamo del vaccino ed è sanissima,come croccantini le prendo purina one,ultima,royal canin(c'è anche x gatti),come latte le do il latte accadì senza lattosio,1 volta al mese le do un uovo.Lei fa i suoi bisogni in giardino e il resto della giornata sta sempre in casa.Ha solo un brutto vizio che morde e non graffia,non ama le coccole e ne i baci.Io ogni tanto la bacio e lei si gira e mi morsica piano la bocca,poi vede che continuo e con le zampine mi sposta la bocca.

Ultimi Articoli

-->