Venerdi' 15 Dicembre 2017

Malattia esofagea nel Cane: cause e trattamento

  • Pubblicato il:  04/04/2017

L'esofago del cane è un organo muscolare a forma di tubo che si estende dalla faringe allo stomaco e permette il passaggio del materiale ingerito fino allo stomaco. La malattia esofagea del cane è una malattia che ha origine nell'esofago.

Collegamenti sponsorizzati

Cause della malattia esofagea nei Cani

I segni clinici dipendono sia dalla causa che dalla gravità della malattia stessa. Essi possono essere lievi ma perdurare per settimane o mesi, o possono essere gravi, e svilupparsi rapidamente.

Perché i sintomi e i risultati degli esami fisici del cane con malattie esofagee sono variabili, ci sono altre malattie o sintomi che potrebbero essere escluse prima di stabilire una diagnosi definitiva.

E' però importante sapere che il rigurgito è uno dei segni clinici più comuni presenti nella malattia esofagea nei cani, e deve essere differenziato dal vomito. Questa differenziazione è importante, in quanto aiuta a distinguere la malattia esofagea da quella gastrica e intestinale.

  • Il megaesofago è una condizione che comporta un ridotto funzionamento del movimento esofageo che spesso provoca dilatazione o si estende oltre la sua dimensione normale. Può essere congenita (esistente dalla nascita) o acquisita nel corso della vita.

  • Anello vascolare esofageo è una anomalia che provoca lo strangolamento (compressione) dell'esofago, causando un megaesofago parziale.

  • Esofagite, un'infiammazione dell'esofago

  • Corpi estranei esofagei, cioè sono oggetti presenti o che rimangono incastrati all'interno dell'esofago.

  • Stenosi esofagea è un restringimento anomalo dell'esofago

  • Diverticoli esofagei, dilatazioni anomale della parete esofagea

  • Neoplasia esofagea, cioè il cancro dell'esofago

  • Fistola esofagea è una aderenza anomala tra l'esofago e un'altra struttura (bronchi)

  • Ernia iatale, un'anomalia del diaframma che consente al contenuto dello stomaco di risalire nella cavità toracica

Anche se nella maggior parte delle malattie esofagee non ci sono distinzioni di sesso, razza o di età, alcune di esse vengono diagnosticate con più frequenza negli animali più giovani ed in particolari razze (la presenza di corpi estranei è presente comunemente nei cani di piccola taglia).

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Sintomi più comuni

I segni clinici dipendono sia dalla causa che dalla gravità della malattia. Essi possono essere lievi ma perdurare per settimane o mesi, o possono essere estremamente gravi, e svilupparsi rapidamente.

Poichè i risultati degli esami fisici e la visita generale dei cani con malattie esofagee sono variabili, ci sono altre malattie o sintomi che potrebbero essere inizialmente escluse prima di stabilire una diagnosi definitiva.

E' importante notare che il rigurgito è uno dei segni clinici più comuni associati alla malattia esofagea del cane, e deve essere distinto dal vomito.

La differenziazione è importante perchè aiuta a distinguere la malattia esofagea da quella gastrica e intestinale.

  • Eccessiva salivazione

  • Anoressia (mancanza di appetito)

  • Disagio durante la deglutizione

  • Tosse

  • Rigurgito, cioè l'evacuazione non forzata di fluido, muco e cibo non digerito dall'esofago

Diagnosi di malattia esofagea nel Cane

Determinare la causa della malattia esofagea del cane può aiutare a determinare il trattamento adeguato.

Una conoscenza approfondita della storia e dei segni clinici è molto importante e utile per arrivare alla diagnosi.

I test diagnostici necessari per confermare una diagnosi di malattia dell'esofago sono:

  • Esame emocromocitometrico completo

  • Profilo biochimico del sangue

  • Analisi delle urine

  • Radiografia al torace ed esofagogramma

  • Fluoroscopia, che permette la valutazione dell'esofago in movimento

  • Esofagoscopia, che permette l'ispezione visiva dell'esofago

  • Anticorpi recettori dell'acetilcolina, piombemia, test endocrino e antinucleari

Trattamento della malattia esofagea nei Cani

Il trattamento della malattia esofagea deve mirare alla risoluzione della causa. Quindi, la terapia dipende dalla causa della malattia.

esofago cane radiografia
Inoltre, la terapia sintomatica o di supporto può essere eseguita indipendentemente dalla malattia stessa.

  • Gestione medica, compresi i bloccanti dell'acido gastrico dello stomaco, gli agenti per il rivestimento esofageo o gastrico e gli agenti procinetici che promuovono il movimento esofageo.

  • Modifiche all'alimentazione di base del cane

  • Intervento chirurgico nel caso di determinate patologie esofagee

  • Ospedalizzazione e terapia di supporto nei casi più gravi

Assistenza a casa e prevenzione

Somministrare i farmaci prescritti e seguire scrupolosamente le raccomandazioni del veterinario sull'alimentazione.

Bisogna essere consapevoli che il cane può sviluppare una polmonite da aspirazione secondaria, che si verifica se le particelle di cibo vengono inalate nelle vie aeree durante il rigurgito.

La maggior parte delle malattie dell'esofago non sono prevenibili, ma si raccomanda evitando l'ingestione di sostanze caustiche e corpi estranei.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere