Martedi' 26 Settembre 2017

Embolia Polmonare: cause, sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  20/01/2017

Un embolia polmonare è un coagulo di sangue che si sviluppa nei polmoni.

Essa può danneggiare parte del polmone a causa della diminuzione del flusso di sangue, diminuire i livelli di ossigeno nel sangue, e causare danni ad altri organi. Coaguli grandi o più coaguli possono risultare fatali.

Il blocco, se non diagnosticato in tempo e trattato, provoca la morte di un terzo delle persone.

Collegamenti sponsorizzati

Tuttavia, un trattamento immediato aumenta notevolmente le possibilità di futuri danni permanenti ai polmoni.

Quali sono le cause di una embolia polmonare?

I coaguli di sangue possono formarsi per vari motivi.

embolia polmone
Embolie polmonari sono spesso causate da una trombosi venosa profonda, una condizione in cui i coaguli di sangue si formano nelle vene profonde nel corpo, per esempio gambe o bacino.

Quali sono i fattori di rischio per una embolia polmonare?

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare trombosi venosa profonda ed embolia polmonare sono:
- cancro

- una storia familiare di embolie

- fratture della gamba o dell'anca

- stati di ipercoagulabilità o disturbi genetici della coagulazione del sangue, compreso il fattore V di Leiden, la mutazione del gene della protrombina, e livelli elevati di omocisteina

- una storia di infarto o ictus

- chirurgia

- obesità

- uno stile di vita sedentario

- età superiore ai 60 anni

- assunzione di estrogeni e testosterone

Quali sono i sintomi dell'embolia polmonare?

I sintomi di una embolia polmonare dipendono dalle dimensioni del coagulo e dalla sua posizione nel polmone.

Il sintomo più comune è la mancanza di respiro, e può essere graduale o improvviso.

Altri sintomi dell'embolia polmonare includono:
- ansia
- pelle bluastra
- dolore al torace che può estendersi nel braccio, mandibola, collo e spalle
- svenimento
- battito cardiaco irregolare
- vertigini
- respirazione rapida
- battito cardiaco accelerato
- irrequietezza
- sputare sangue
- polso debole

Se notate uno o più di questi sintomi, in particolare la mancanza di respiro, è importantissimo cercare immediatamente un medico.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Come viene diagnosticata un'embolia polmonare?

In alcuni casi, l'embolia polmonare può essere difficile da diagnosticare, soprattutto se sono presenti alcune patologie cardiache, enfisema o pressione alta.

Il medico di solito potrebbe eseguire uno o più test per scoprire la causa dei sintomi:

- radiografia del torace: questo è uno standard non invasivo e consente ai medici di studiare il cuore e i polmoni in dettaglio, così come tutti altri problemi ossei vicini ai polmoni.

- elettrocardiografia per misurare l'attività elettrica del cuore.

- risonanza magnetica per produrre immagini dettagliate.

- TAC per studiare le immagini a sezione trasversale dei polmoni.

- angiografia polmonare che consiste in una piccola incisione in modo che il medico possa guidare strumenti all'interno delle vene. Il medico inietta un colorante speciale in modo che i vasi sanguigni del polmone possano essere ben visibili.

- ecografia venosa duplex. Questo test utilizza onde radio per visualizzare il flusso del sangue e per verificare la presenza di coaguli di sangue nelle gambe.

- venografia, una speciale radiografia delle vene delle gambe.

- esame del sangue noto come test D-dimero.

embolia polmonare

Come si cura un'embolia polmonare?

Il trattamento dell'embolia polmonare dipende dalla dimensione e dalla posizione del coagulo di sangue.
Se il problema è minore e preso in tempo, il medico può trattare il paziente con alcuni farmaci.

I farmaci più comuni utilizzati nel trattamento includono:
- anticoagulanti, chiamati anche fluidificanti del sangue, come l'eparina e il warfarin per prevenire nuove formazione di coaguli. Sono farmaci che possono salvare la vita in una situazione di emergenza.

- farmaci trombolitici: questi farmaci accelerano la rottura di un coagulo. Sono tipicamente utilizzati in situazioni di emergenza perché gli effetti collaterali possono portare a problemi di sanguinamento pericolosi.

- la chirurgia può essere necessaria a volte per rimuovere coaguli problematici, in particolare quelli che limitano il flusso di sangue ai polmoni o al cuore.

PROCEDURE CHIRURGICHE
- tramite un filo in vena: il medico farà una piccola incisione nella vena cava inferiore (vena che dalla gamba arriva al lato destro del cuore).

- rimozione di coaguli: un sottile tubo chiamato catetere cercherà di aspirare i coaguli più grandi. A volte non è un metodo poco efficace, quindi non è sempre preferito dai medici.

- chirurgia a cielo aperto: i medici usano la chirurgia aperta solo in situazioni di emergenza, quando una persona è in stato di shock o i farmaci non riescono a rompere il coagulo.

Prospettiva

Dopo essere stati sottoposti ad un trattamento per una embolia polmonare in ospedale, vi verrà consigliato di trattare la causa sottostante, come la trombosi venosa profonda.

È molto probabile che vi verranno prescritti farmaci anticoagulanti, come l'eparina e warfarin, per prevenire i coaguli di sangue.
Potrebbe anche essere necessario utilizzare calze a compressione o un altro dispositivo per prevenire la formazione di coaguli nelle gambe.

Regolare esercizio fisico per le gambe sono una componente chiave nel trattamento dopo una embolia polmonare.
Il medico vi darà istruzioni complete su come prendervi cura di voi stessi per prevenire problemi futuri.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento