Mercoledi' 17 Gennaio 2018

Fibromialgia: cos'è e cosa fare

  • Pubblicato il:  20/01/2017

La fibromialgia è una malattia cronica caratterizzata da un diffuso ed inspiegabile dolore ai muscoli e alle articolazioni.

Non è una malattia ma una sindrome, ed è un insieme di sintomi che si verificano contemporaneamente.

Collegamenti sponsorizzati

Anche se molte persone, a causa dei sintomi, pensano sia simile ad una malattia artritica, non è un tipo di artrite.

La condizione è spesso associata a punti di pressione, che sono denominati "punti trigger". Questi sono parti del corpo dove anche una leggera pressione provoca dolore.

Secondo gli standard pubblicati dalla American College of Rheumatology nel 1990, la fibromialgia può essere diagnosticata se la persona mostra dolori diffusi e sensibilità in almeno 11 dei 18 punti di attacco della patologia.

I punti trigger più comuni sono:
- la parte posteriore della testa
- cime delle spalle
- parte superiore del petto
- fianchi
- ginocchia
- gomiti

punti trigger fibromialgia
Le persone con questo disturbo, oltre al dolore sordo, possono mostrare altri sintomi, come:
- fatica
- disturbi del sonno
- mal di testa
- depressione
- ansia

Anche se le cause non sono chiare, la fibromialgia può essere causata da stress, traumi fisici, o da una malattia sistemica, apparentemente non correlate come l'influenza.

I sintomi possono essere il risultato di una reazione del cervello e dei nervi ai normali segnali di dolore, forse causato da uno squilibrio chimico del cervello.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Prevalenza

Secondo il National Institute of Arthritis and Musculoskeletal and Skin Diseases (NIAMS), la fibromialgia colpisce circa 5 milioni di americani. Anche se si verifica in entrambi i sessi, le donne rappresentano circa 80 / 90 per cento di tutti i casi.

Persone con una storia familiare hanno più probabilità di sviluppare la malattia.

Inoltre, anche i soggetti affetti da una malattia reumatica come il lupus o l'artrite reumatoide sono a più a rischio.

GENERE
Come abbiamo detto, le donne sono otto / nove volte più soggette rispetto agli uomini di sviluppare la fibromialgia.

Gli scienziati ritengono che gli ormoni riproduttivi femminili possono svolgere un ruolo fondamentale nel disordine del dolore.

ETA'
Secondo le ultime ricerche, la fibromialgia è diagnosticata tra i 20 e i 50 anni.

STORIA FAMILIARE
Se vi sono storie familiari di fibromialgia, si hanno maggiori probabilità di contrarre la malattia.

DISORDINI DEL SONNO
Non è noto se i problemi del sonno sono un sintomo o una causa della fibromialgia.

Tuttavia, le persone che hanno disturbi durante il sonno, come l'apnea e la sindrome delle gambe stanche, hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia.

MALATTIE REUMATICHE
Le malattie reumatiche colpiscono le articolazioni, i muscoli e le ossa.

Le persone che hanno in atto un'altra malattia reumatica hanno maggiori probabilità di contrarre anche la fibromialgia.

terapia fisica fibromialgia
Queste malattie comprendono:
- artrite reumatoide
- osteoartrite
- lupus
- spondilite anchilosante

Controversia

Poichè i suoi sintomi sono un po' soggettivi e non hanno una causa chiara, la fibromialgia è spesso mal diagnosticata e confusa con altre malattie.

Purtroppo ci sono ancora alcuni medici e ricercatori che non considerano la fibromialgia una condizione legittima.

Questo può aumentare le probabilità che persone che soffrono di fibromialgia sviluppino anche depressione.

Prospettiva

Il trattamento della fibromialgia si concentra il più delle volte a ridurre le fiammate nel tentativo di alleviare i sintomi.

C'è da dire, purtroppo, che i sintomi possono essere trattati, ma la sindrome non va mai via.

Farmaci per il dolore e muscolo rilassanti possono alleviare il disagio, così come la terapia fisica, massaggi, e un regolare esercizio fisico può ridurre il dolore e contribuire ad alleviare lo stress.

La terapia comportamentale può ridurre lo stress che scatena spesso i sintomi e la depressione.

Anche una dieta equilibrata e dormire sono abitudini che possono ridurre i sintomi della fibromialgia.
I pazienti possono trovare un aiuto nel loro medico, ma anche attraverso gruppi di sostegno.

Molte persone sono in grado di alleviare i sintomi di questa sindrome, tuttavia, un evento stressante o un trauma potrebbe essere causa di fiammate dolore.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere