Lunedi' 16 Luglio 2018

Come addestrare un Cane

  • Pubblicato il:  10/11/2017
Clicca per ingrandire le foto

Ogni riceviamo diverse e-mail dove ci chiedono come addestrare un cane, quali passi seguire e quali sono le tecniche più efficaci per una formazione sicura.

Collegamenti sponsorizzati

In questo articolo spiegheremo passo passo come addestrare correttamente un cane, e come rendere le sessioni di formazione positive e divertenti per il nostro animale, e soprattutto insegnare i comandi correttamente.

Certo, addestrare un cane non è un compito semplice, ma con i giusti consigli potete conoscere come farlo correttamente.

Errori da evitare durante l'addestramento del cane

Prima di iniziare, bisogna sapere cosa non fare durante l'allenamento... perché alcuni errori durante la formazione del nostro cane potrebbero costarci più tempo e forse non avremo mai un cane ben addestrato. Vediamo quindi quali sono gli errori da evitare:

  • Non urlare, rimproverare o picchiare il cane. La punizione fisica o psicologica non è efficace, ma solo un gesto di crudeltà. Il nostro cane non lo farebbe mai a noi.

  • Non disperate mai, la pazienza è la madre di tutte le scienze e la formazione di un cane richiede tempo e molta pazienza.

  • Non usare collari di soffocamento o di tortura, è una crudeltà inutile. Ci sono tanti modi efficaci per addestrare un cane e nessuno si basa su punizioni fisiche.

  • Siate sempre coerenti, chiamatelo con il suo nome e poi dategli l'ordine.

Ora che sapete cosa non fare durante l'addestramento del vostro cane, è arrivato il momento di capire come formare un cane in modo efficace.

La prima cosa è far capire al cane chi sia il proprietario, il leader o il maschio alfa della famiglia in modo da vivere in serena convivenza.

addestrare un cane

Addestrare correttamente un cane

La formazione del nostro "partner peloso" deve essere fatta costantemente, almeno tre o quattro volte a settimana, in modo continuo e perseverante.

Si inizia con sessioni brevi dopo aver fatto una lunga passeggiata, soprattutto se si tratta di una razza più attiva come il Doberman o il Pitbull. Un cane troppo energico non imparerà mai bene.

Le sessioni di formazione devono svolgersi in un luogo tranquillo, senza nessun altro cane, rumori o in una zona affollata. Abbiamo bisogno di una certa privacy per far concentrare il più possibile il nostro cane.

Bisogna premiare il cane con una ricompensa quando fa bene gli esercizi... biscotti per cani e pezzettini di pane possono essere premi perfetti. Congratulazioni e carezze devono sempre accompagnare i premi in cibo.

Se il cane sbaglia un esercizio, tornate semplicemente alla posizione iniziale e riprendete l'esercizio. Se il cane sbaglia di nuovo fermatelo e con voce ferma dite, "No!" Non è necessario urlare o punirlo, e non va dato alcun premio.

Le sessioni di addestramento del cane non dovrebbero durare più di mezz'ora, o comunque non superare mai l'ora giornaliera.

In questo articolo non insegneremo ad addestrare un cane per la difesa personale, perchè è un rischio se si è inesperti. Se volete insegnare esercizi di autodifesa, andate da un allenatore cinofilo professionista. Se insegnerete in modo errato esercizi di difesa al cane, sarà una catastrofe.

Durante la sessione di addestramento bisogna insegnare un solo ordine fino a quando il cane non lo impara in modo corretto. Evitate di insegnare molte cose, ma procedete passo dopo passo, giorno dopo giorno.

Usate sempre lo stesso comando; e un giorno insegnate al cane a sedersi con il comando "Seduto" non potete cambiare il giorno successivo o con "Sit".

Le sessioni di allenamento dovrebbero essere svolte in un clima adeguato, nè troppo freddo nè troppo caldo.

Insegnare al cane a sedersi

Una volta seguite tutte le linee guida discusse nei capitoli precedenti, trovate un luogo tranquillo per iniziare la sessione di allenamento, e iniziamo ad insegnare al cane a rimanere seduto.

Mettetevi di fianco al vostro cane e con una mano premete sul dorso, all'altezza del sedere, in modo che il cane pieghi le zampe posteriori. Mentre premete, impartite con voce ferma, e solo una volta, l'ordine che volete che il cane ricordi in futuro, ad esempio "Sit".

Quando il cane si siede, congratulatevi con lui, dategli un bel premio (biscotto per cani o un pezzo di pane) e accarezzatelo un pò.

Ripetete l'esercizio più volte, fino a quando il cane esegue l'ordine da solo quando pronunciate la parola "Sit". Se il cane non lo fa, premete di nuovo sulla schiena per farlo sedere.

Non è un lavoro semplice, e può essere necessario qualche giorno per insegnarlo al cane. È importante che nei giorni in cui non fate formazione ripetiate questo ordine a casa, ad esempio, prima di dargli la cena o prima delle coccole. È un modo positivo e indiretto per ricordargli cosa avete fatto durante la sessione di allenamento.

Man mano che passano i giorni, e se il cane farà l'esercizio sempre meglio, allora è il momento di passare alla lezione successiva: tenere il cane seduto finché non gli diamo l'ordine di alzarsi.

Impartite l'ordine "Sit" per far sedere il cane, quindi allontanatevi a poco a poco, ma senza voltarvi. Se il vostro cane si alza per venire da voi, pronunciate un sonoro e deciso "No!" Quindi, ripetete di nuovo il comando "Sit" per farlo sedere di nuovo.

Bisogna ripetere questo passo finché il cane rimane seduto e ci si può allontanare da lui un paio di metri, senza che si alzi. Questa formazione fa fatta a poco a poco, inizialmente con distanze di mezzo metro. Se rimane fermo per almeno 30 secondi dategli un premio e congratulatevi con lui.

formazione cane
Continuate questo esercizio fino a quando il vostro cane impara a stare seduto anche a distanze di cinque o dieci metri.

La corretta esecuzione di questo esercizio può richiedere diverse settimane, soprattutto nelle razze un pò testarde come i Pitbull. Bisogna essere pazienti e perseveranti

Fate esercitare il cane con calma, e se non impara subito non è colpa sua. Magari rivedete la vostra tecnica perchè probabilmente non state dando le istruzioni corrette.

Collegamenti sponsorizzati

Insegnare al cane a sdraiarsi a terra

Per insegnare al cane a sdraiarsi, bisogna innanzitutto insegnargli a sedersi, dato che è un passo fondamentale per la corretta esecuzione di questo esercizio.

Date al vostro cane l'ordine di sedersi, quindi prendete un premio e mettetelo vicino alla sua bocca ma senza farglielo prendere. Senza farlo alzare, portate il premio in avanti in modo che il vostro cane si abbassi. Con l'altra mano date alcuni tocchi sulle gambe anteriori per farlo sdraiare.

Mentre si sta sdraiando, daremo l'ordine sonoro "A Terra" o "Giù". Quando è sdraiato, gli daremo il premio e ci congratuleremo con lui per aver fatto bene il suo esercizio. Prima di ripetere l'esercizio, chiedetegli di alzarsi completamente e ripartite dall'inizio.

Ripetere l'esercizio più volte e per più settimane, finché il cane eseguirà il comando di "sdraiarsi" anche a distanza.

Non fate alcuna pressione sul cane e non sgridatelo, non bisogna costringerlo a fare quello che non vuole fare. Se un giorno decide di non esercitarsi, è meglio continuare con l'addestramento un altro giorno.

Insegnare al cane a camminare vicino a noi

Bisogna legare il cane con un guinzaglio corto, non più di un metro. Comincerete a camminare in un ambiente calmo e senza distrazioni, e fate in modo che il vostro cane non cerchi mai di stare davanti a voi.

Quando si abitua, cambiate direzione di 180° all'improvviso, questo disorienterà un po' l'animale e gli farà acquisire una maggiore attenzione verso di voi.

Iniziate con passeggiate a ritmo medio, con cambi di direzione di 90 o 180º. Se il vostro cane cerca di stare davanti a voi, cambiate direzione in modo che il guinzaglio lo costringe a seguirci.

comandi cane addestramento
Questo tipo di formazione è forse uno dei più complessi, molti cani hanno difficoltà a essere addestrati correttamente, ma quando ci riusciranno, sarà un vero piacere camminare con loro

Ci sono anche speciali guinzagli e pettorine che facilitano questo tipo di addestramento, soprattutto se il cane è eccessivamente euforico.

Insegnare al cane a venire da noi

Questa tecnica è una delle più semplici, e cerca di ingannare i nostri amati animali con premi. Quando il nostro cane è lontano da voi, fategli vedere un premio e contemporaneamente chiamatelo tramite un comando, per esempio "Vieni" oppure "Qui".

Appena il cane vedrà il premio verrà di corsa, e quando sarà vicino a voi gli darete il premio e vi congratulerete con lui. Se il cane vi vede e non viene, probabilmente non gli piace il premio che gli state offrendo.

Bisogna praticare questa tecnica per diverse settimane, fino a quando il cane verrà da voi anche in assenza di un premio, anche se dovrete sempre congratularvi con lui e fargli qualche carezza.

Come addestrare un cucciolo

I cuccioli non hanno bisogno di essere addestrati, perché pensano semplicemente a giocare e a divertirsi. Solo dopo cinque o sei mesi possiamo cominciare ad addestrarli a poco a poco, ma in modo tenero e giocoso.

Non bisogna forzarli o rimproverarli mai. L'età ideale per iniziare ad addestrare un cane è 1 anno, ma sempre in modo giocoso e progressivo.

I cuccioli devono giocare e correre, interagire e socializzare con altri cani e persone... lasciateli felici, ci sarà tempo per imparare. Tuttavia, quando li vedete fare qualcosa di sbagliato come mordere le persone (ovviamente per gioco), potete dire loro "No!"

Errori durante l'addestramento del cane

Quasi tutti i proprietari vogliono addestrare il proprio cane, ma spesso commettono alcuni errori per la loro inesperienza, anche quando cercano di imitare le tecniche viste in televisione o nei video su Internet.

Per evitare questi problemi, vogliamo mostrarvi quali sono gli errori più comuni che si fanno nell'educare un cane.

  • Eseguire sessioni di allenamento senza preparare il cane. Uno degli errori più frequenti, quando si tratta di educare un cane, è quello di iniziare la sessione senza aver fatto sfogare prima l'energia in eccesso del cane.

    Prima di iniziare, bisogna portare il cane fuori, lasciargli fare i suoi bisogni, annusare le cose e giocare con altri cani. Quindi, è importante che il cane sazi sfoghi prima la sua ansia e le sue energie, altrimenti non sarà concentrato durante l'allenamento.

  • Addestramento per fascia di età. Spesso si vedono persone che cercano di addestrare cuccioli di due o tre mesi di vita come se fossero cani già adulti, e si arrabbiano anche se non lo fanno bene...

    L'addestramento di un cane deve iniziare a partire dai sei mesi, in modo graduale e mantenendo sempre la calma. È solo a partire da un anno di vita che il cane può eseguire sessioni più impegnative.

    L'unica cosa che vi consigliamo di fare con i cani di età inferiore ai sei mesi, è insegnare loro a fare i loro bisogni fuori casa, o qualche trucco come sedersi, sdraiarsi o venire da voi quando vengono chiamati.

  • Usare una tecnica sbagliata: ci sono ancora molte persone che continuano ad usare tecniche convenzionali dell'educazione canina, dove se il cane fa qualcosa di giusto viene ricompensato e se fa qualcosa di sbagliato viene rimproverato o punito.

    Le tecniche di educazione nei cani si sono molto evolute ed è stato dimostrato che la tecnica più efficace è il rinforzo positivo, in cui il cane viene ricompensato quando fa bene, ma viene ignorato quando sbaglia.

    Mai, in nessuna circostanza, un cane deve essere picchiato e punito fisicamente (è considerato un abuso di animali ed è punibile in termini di legge). Inoltre, il comportamento del cane può diventare più aggressivo, e invece di insegnargli qualcosa di positivo, imparerà solo cose negative.

  • Scegliere un posto sbagliato. Una volta che il cane è tranquillo, cioè, ha giocato ed è pronto per la sessione di allenamento, per iniziare è importante scegliere un posto tranquillo e adeguato.

    Uno dei tanti errori commessi nell'addestramento di un cane è cercare di farlo in strada dove c'è molto traffico e rumore, condizioni che fanno non favoriscono la concentrazione del dell'animale. Scegliete un posto tranquillo dove non ci sono né i cani né persone che possono distrarre.

  • Ripetere le sessioni di allenamento. Un altro degli errori più comuni che fanno molti proprietari durante l'addestramento del cane, è quello di insegnare un trucco e ripeterlo una sola volta il giorno dopo per vedere se il cane si ricorda.

    Quando insegniamo qualcosa al nostro cane, bisogna insistere, e per quanto semplice sia il trucco, ogni cane ha bisogno di esercitarsi in tutte le sessioni di allenamento successive.

    I cani imparano con la ripetizione, più volte lo fanno meglio rimarrà impresso nella loro mente. E ovviamente ogni volta che fa bene un esercizio, dategli un premio.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere