Mercoledi' 8 Luglio 2020

Il Coniglio può vivere fuori?

Un coniglio nano può vivere fuori? Quale razza di coniglio posso mettere in giardino o in terrazza? Un coniglio riesce a vivere fuori tutto l'anno? Se avete un coniglio e una casa con giardino, probabilmente vi sarete chiesti se il vostro piccolo peloso può stare fuori tutto l'anno. L'idea di vedere il proprio coniglio scorrazzare libero in un giardino è affascinante, ma ci sono alcune regole da seguire per garantirgli una buona salute e sicurezza.

Scoprite se è possibile mettere un coniglio nano in una casetta all'aperto, in estate e inverno!!

Come prendersi cura del coniglio all'aperto?

Il coniglio è diventato l'animale domestico preferito per molti bambini. Simpatico, soffice e piccolo, si trova in 2 case su 10! Può questa piccola creatura, che sembra così fragile, vivere anche fuori? La risposta e !

La vita all'aperto è addirittura divertente per un coniglio. Per la sua natura incline a divertirsi, scavare e cercare il suo cibo, il coniglio ha bisogno di ampi spazi per stare bene, per questo molti consigliano di comprare una conigliera con un piccolo giardino recintato!

Recinzione esterna per conigli

Innanzitutto, bisogna scegliere dove posizionare la conigliera: lontano dalle correnti d'aria e in una zona semi-soleggiata. La conigliera dovrebbe avere uno spazio di circa 6 m² (se avete due conigli) con una piccola capanna di legno riempita di paglia. La paglia è essenziale per far sentire bene la vostra "palla di pelo".

Inoltre, il coniglio è un animale molto pulito, andrà a defecare nello stesso posto, quindi è necessario che i suoi rifiuti siano rimossi regolarmente. Come abbiamo detto sopra, il coniglio ha bisogno di divertirsi, quindi sarà necessario creargli un piccolo angolo protetto nel vostro giardino. La recinzione deve essere abbastanza alta e aderente al terreno in modo che non possa passare sotto.

coniglio nano esterno

Il coniglio e il freddo

Sebbene il coniglio sia un animale apparentemente fragile, ha una grande capacità di resistere al freddo rispetto alle alte temperature. In effetti è più facile riscaldare un coniglio in inverno che raffreddarlo in estate.

Quando arriva l'autunno, potete già preparare la sua conigliera: riempite di paglia il suo nascondiglio, amerà scavare una piccola tana che lo terrà caldo. Alcuni conigli hanno pochissimi peli sulle zampe, quindi non è consigliabile lasciare il terreno scoperto. Mettete sempre uno strato spesso di paglia. L'umidità del suolo può anche essere una causa di malattia, e controllate che la sua bacinella d'acqua sia bene fissata.

Come abbiamo detto, il coniglio soffre le correnti d'aria fredda , pertanto è necessario verificare che la conigliera sia ben riparata. L'aria fredda può causare stress, problemi respiratori e perdita di appetito. Un altro elemento che merita attenzione è: la passeggiata nel suo piccolo giardino. Durante l'inverno, la vegetazione cambia, l'erba diventa gialla o scompare, ma crescono altre piante.

Alcune di queste piante possono essere tossiche per il coniglio come i primi fiori, le conifere, l'oleandro, l'edera, il cipresso e tante altre! Preferite dargli verdure di stagione, foglie e fieno.

Abituare un coniglio alla vita all'aperto

Se il vostro coniglio ha vissuto sempre in casa e dentro una gabbia, non ha subito variazioni di temperatura grazie al riscaldamento e all'aria condizionata. Pertanto, non conosce la vita all'aperto e scoprirà un universo completamente nuovo.

L'acclimatazione del coniglio deve essere graduale e rispettare queste 4 regole:

  • Preparate un recinto sicuro e protetto, con una ciotola d'acqua e alcuni nascondigli. Lasciate che il vostro coniglio si diverta 1 a 2 ore al giorno per 2-3 settimane durante la primavera.

  • Quando il coniglio si è "abituato" al nuovo recinto, potete sistemare la sua conigliera. Mettete acqua e tanto fieno.

  • Se il vostro coniglio ha scavato un tunnel nel terreno o tra la paglia è un segno che si sente bene lì e potete lasciarlo per la prima notte.

  • Se la notte è andata bene, lasciatelo nella sua conigliera e dategli accesso al suo piccolo giardino. Verificate sempre che il recinto sia protetto da predatori, raffiche di vento e che la recinzione non sia tagliata o mal fissata.

Possiamo lasciare fuori un coniglio nano?

Contrariamente a quanto potremmo pensare, il coniglio nano può adattarsi perfettamente alla vita all'aperto! Sebbene sia nano, rimane un coniglio con un pelo adatto a resistere al freddo e a nascondersi nei tunnel per ripararsi.

Il processo di acclimatazione è molto simile a quello degli altri conigli: è indispensabile farlo abituare a stare fuori in primavera. I conigli nani avvertono maggiormente le variazioni di temperatura, umidità e soprattutto mangiano di più per immagazzinare grasso in previsione dell'inverno.

È quindi importante, come con altri conigli, fornirgli una quantità leggermente più alta di cibo stagionale, fieno costante e monitorare il suo comportamento.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli