Sabato 24 Agosto 2019

Cosa fare se il cane attacca o morde una persona o animale?

Foto Cosa fare se il cane attacca o morde una persona o animale?

Se il vostro cane, per qualsiasi motivo, ha morso o attaccato un altro animale o una persona probabilmente dopo qualche minuto vi porrete alcune domande. Sarò denunciato? Cosa succederà al mio cane?


Se la vostra posizione è quella di vittima, le vostre domande saranno diametralmente opposte. Posso richiedere un risarcimento dei danni al proprietario del cane che mi ha aggredito? Devo fare denuncia alla polizia?

Cosa fare se il cane ha morso una persona o un altro animale?

Probabilmente, se il vostro cane attacca un altro cane o una persona, inizierà un processo di valutazione. Non importa se la persona che ha subito l'attacco o il proprietario del cane attaccato sporge denuncia, il processo di valutazione del cane avverrà ugualmente.

L'unica differenza è che insieme al processo di valutazione del cane si procederà con un atto giudiziario che determinerà il possibile risarcimento della persona attaccata.

Se la persona offesa si reca presso un ospedale o guardia medica a seguito del morso, il centro medico avvierà un protocollo. Verranno raccolti tutti i dati relativi al cane e al suo proprietario, l'identificazione, l'indirizzo, il telefono e i dettagli dell'attacco e informerà l'organismo sulla gestione degli attacchi degli animali.

Chi può notificare l'attacco di un cane?

La notifica di un attacco a una persona può procedere in diversi modi: dalla polizia mentre redige il rapporto, dall'ospedale che assiste la persona attaccata, o dal proprietario del cane quando andrà a segnalare l'attacco.

Una volta ricevuto l'avvertimento di attacco presso il Centro per la protezione degli animali, il proprietario ha 72 ore per andare per l'identificazione. In caso contrario, potrebbero subentrare sanzioni amministrative e persino penali.

Insieme al cane bisogna portare vari documenti e libretto di vaccinazione dell'animale al fine di verificare che il cane è coperto dalle malattie trasmissibili all'uomo (zoonosi) come la rabbia.

È inoltre necessario portare un'eventuale assicurazione di responsabilità civile per i cani.

In alcuni Stati il cane sarà messo in quarantena per 14 giorni (questo periodo dipende dalla legislazione), un periodo in cui verrà valutato il grado di aggressività dell'animale e se rappresenta un rischio per il resto della gente.

La quarantena può essere espletata, se la richiesta viene approvata, a casa del proprietario del cane. Durante questo periodo, i veterinari porranno al proprietario alcune domande, ad esempio se il cane prima dell'attacco ha smesso di mangiare o bere, se è stato più attivo o meno, ecc.

Dopo la quarantena, verrà espresso un parere che qualificherà il cane come potenzialmente pericoloso per le persone e / o altri animali e, di conseguenza, saranno stabilite le misure appropriate, la rieducazione, l'obbligo di indossare una museruola, etc...

Se l'opinione è stata favorevole, il cane può uscire di casa se il periodo di quarantena è passato.

analizzato un campione di tessuto cerebrale dell'animale deceduto per escludere la possibile presenza di rabbia e agire di conseguenza. La morte del cane non esonera il proprietario dalla responsabilità civile o penale.

Responsabilità legale quando il cane attacca una persona o un altro animale

Il responsabile del cane e la persona che assume tutte le responsabilità legali è sempre la persona che lo ha registrato a suo nome.

Quando viene creato il libretto di vaccinazione obbligatoria e viene inserito il microchip obbligatorio, il cane viene registrato in un registro insieme al nome del proprietario, e il dichiarante ne diventa il proprietario legale.

Quindi il proprietario dell'animale, vale a dire la persona che ha registrato il cane, è responsabile dei danni che il suo animale può causare.

In genere ci sono due eccezioni in cui il proprietario non viene considerato responsabile per eventuali danni che possono verificarsi:

  • In caso di forza maggiore, furto, incendio, terremoto, ecc.
  • Se l'incitatore dell'attacco è la vittima. Cioè, se il cane attacca un ladro, o se l'animale è stato ferito, ecc.

Se si tratta di un cane che è stato attaccato, è possibile che il proprietario, nel presentare una denuncia alla polizia, interponga anche una richiesta civile in cui richiede le spese del veterinario e le sue spese derivate, insieme con un risarcimento per danni e perdite.

Prevenire un attacco e responsabilità

Per evitare che il cane possa attaccare un altro animale o una persona, è importante educare l'animale fin da cucciolo.

I cani spesso mordono perché pensano che l'altro cane abbia invaso il loro territorio e possa mettere in discussione la loro leadership, dato che sono animali molto territoriali. Se accade ciò, il cane abbaia, grugnisce, mostra i denti, inizia un attacco e poi morde.

Un'altra causa di attacco è quando l'animale sente che deve proteggere qualcosa o qualcuno di molto prezioso. Può essere una palla, cibo o il suo proprietario. Pertanto, può diventare aggressivo quando il proprietario si avvicina a un'altra persona o a un altro cane.

Il cane può provare paura e diventare aggressivo. In questi casi cerca di difendersi da qualcosa o qualcuno che vede come una minaccia. Se il vostro cane mostra uno di questi segni è necessario portarlo fuori sempre con la museruola e legato, e lasciarlo giocare con altri cani solo se l'altro animale è docile.

Bisogna abbattere il cane dopo aver morso una persona o un altro cane?

Questo è un problema che bisogna valutare con attenzione, in quanto non tutti i cani che mordono una persona o un altro cane o animale vengono soppressi.

Ogni volta che un cane inizia un attacco e morde una persona, verrà messo in quarantena per osservare e valutare il loro comportamento. I professionisti decideranno se l'evento violento è un caso isolato o se il cane mostra segni di comportamento violento e può ripetere di nuovo gli attacchi.

Qualunque sia la diagnosi di questi esperti, il sacrificio è considerato l'ultima opzione e non verrà messo in atto fino a quando il periodo di quarantena non sarà terminato e verrà formulato un parere ufficiale.

Se siete dei proprietari responsabili vi consigliamo di stipulare un'assicurazione per animali domestici in modo da ridurre al minimo i rischi in caso di incidenti e eventi imprevisti che di solito vi potrebbero far sborsare compensi molto elevati.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->