Sabato 14 Dicembre 2019

Crioterapia nei Cani: cos'è e quando usarla?

Per molti il termine crioterapia può essere sconosciuto, ma, in realtà, non è altro che l'applicazione del freddo a scopo terapeutico. L'uso del freddo intenso, che utilizziamo spesso in casa quando per esempio battiamo la testa, ha diverse applicazioni in medicina veterinaria tra cui spicca l'uso di azoto liquido.


In questo articolo, parleremo dell'importanza della crioterapia nei cani.

Cos'è la crioterapia?

La crioterapia è l'applicazione del freddo in alcune parti del corpo con l'obiettivo di accelerare il recupero da un disturbo. Bisogna distinguere tra crioterapia eseguita con elementi congelati e quella che utilizza azoto liquido o gas argon, chiamato anche criochirurgia o crioablazione.

Nel primo caso, borse di ghiaccio, sacchetti di gel congelati o, anche se meno consigliabile, la zona interessata viene messa a contatto con acqua ghiacciata o spruzzata con uno spray a base di ghiaccio sintetico.

Questo trattamento può essere eseguito più volte al giorno in sessioni di circa 20-30 minuti a seconda delle esigenze del cane e della lesione.

A casa si possono usare cubetti di ghiaccio da applicare a freddo, ma sempre avvolti in un asciugamano o un panno per evitare ustioni.

Qual’è la crioterapia usata nei cani?

Possiamo dire che la crioterapia o la criochirurgia sono prescritte in medicina veterinaria per fini fisioterapici o oncologici. In linee generali questa tecnica è indicata nei seguenti casi:

  • Fase acuta di un'infiammazione, soprattutto durante le prime 24-72 ore dall'insorgenza. L'infiammazione può essere dovuta a traumi, a interventi chirurgici, a lesioni muscolari, a tendiniti, ecc.

  • Problemi di pelle come la dermatite acrale da leccamento dove si osserva anche una componente psicologica e di solito è difficile da trattare.

  • L'azoto liquido può eliminare il tessuto canceroso, motivo per cui viene utilizzato, in alternativa all'estirpazione chirurgica, nel trattamento dei tumori sulla superficie del corpo, ad esempio papillomi benigni o sarcomi maligni. Ha pochissimi effetti collaterali.

  • Patologie oculari come il glaucoma

  • Patologie articolari come l'osteoartrosi

Benefici della crioterapia nei cani

Nella maggior parte dei casi, quando il veterinario prescrive la crioterapia, è perché cerca di aiutare il cane. Ma quali sono gli effetti benefici di questa tecnica sui nostri animali?

  • Analgesia, cioè sollievo dal dolore e anestesia con applicazioni a lungo termine
  • Diminuzione dell'infiammazione
  • Aiuta a controllare lo spasmo muscolare
  • Riassorbimento di edemi, che sono prodotti da accumuli di liquidi
  • Vasocostrizione dei vasi sanguigni
  • Abbassamento della temperatura a livello superficiale
  • Recupero dell'attività muscolare se applicata per un breve periodo di tempo. Nelle applicazioni ripetute aumenta il tono muscolare

Esistono delle controindicazioni?

Nonostante i tanti benefici del trattamento crioterapico, questa tecnica non può essere applicata in tutti i casi, in quanto potrebbe essere controproducente. Pertanto, ne viene sconsigliato l'utilizzo nelle seguenti situazioni o comunque dovrebbe essere usata con cautela:

  • Zone con deficit sensoriale
  • Lesioni di nervi periferici
  • Disturbi neurologici di origine diabetica, quindi bisogna stare attenti nei cani diabetici
  • Ferite aperte, profonde o infette
  • Zone con problemi di circolazione, soprattutto se sono in atto patologie cardiache o vascolari.
  • Cani molto giovani, indeboliti o anziani
  • Ipotermia, cioè cani con bassa temperatura corporea
  • Se il cane non tollera bene questa tecnica, bisogna rivalutarne l'applicazione

Effetti collaterali della crioterapia con azoto liquido o gas argon

Questa tecnica viene solitamente utilizzata come parte integrante dei trattamenti contro il cancro e, sebbene abbia meno effetti collaterali rispetto ad altre procedure come la chirurgia, dopo l'applicazione si potrebbero osservare alcuni segni come:

  • Gonfiore
  • Perdita di sensibilità
  • Perdita di pigmentazione
  • Dolore
  • Sanguinamento

Quanto costa la crioterapia per i cani?

Non è possibile stabilire una cifra esatta, poiché i prezzi delle procedure veterinarie variano a seconda della struttura, del veterinario e del grado di specializzazione richiesto dalla tecnica (più è alto, più aumenterà il costo).

In genere, il prezzo della crioterapia base, che comprende l'applicazione del freddo diretto dopo un infortunio, viene solitamente inclusa nel prezzo della consulenza veterinaria. Nei casi in cui fa parte di un trattamento di fisioterapia, verrà stabilito dal veterinario riabilitativo e dipenderà dalla durata della sessione e dal numero di sedute.

L'uso dell'azoto liquido per il trattamento di un tumore avrà un costo maggiore, e dipenderà dal numero di sedute necessarie. Pertanto, la nostra raccomandazione è di chiedere sempre un preventivo a più professionisti in modo da poter confrontare e scegliere l'opzione migliore.

Posso applicare la crioterapia al cane a casa?

Assolutamente no. La crioterapia porta dei benefici interessanti, ma solo il veterinario può decidere in quali casi è utile la sua applicazione. Eseguirla da soli e senza un consulto medico potrebbe essere dannoso per il cane.

Ovviamente, la crioterapia in cui viene utilizzato azoto liquido o gas argon può essere eseguita solo nei centri veterinari specializzati e da professionisti con conoscenze ed esperienza per gestire questi prodotti.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->