Martedi' 26 Gennaio 2021

Il Gatto ha la febbre: sintomi e cure

  • Pubblicato il:  02/01/2017
  • Valutazione:  

Così come accade con le persone anche il gatto potrebbe avere la febbre. Nel gatto, la temperatura fisiologica del corpo è compresa tra 38 °C e 39 °C , anche se è leggermente più alta nei gatti anziani e nei cuccioli, e può variare anche da animale a animale.


Indipendentemente dalla causa, la febbre è sempre un segno che il gatto è affetto da qualche malattia o da un problema di salute, quindi appena possibile è fondamentale diagnosticane la causa e iniziare rapidamente il trattamento.

Se la temperatura sale sopra i 39,2 °C , si parla di temperatura corporea maggiore, se aumenta ulteriormente, è febbre. Una febbre troppo alta può causare gravi danni, poiché le proteine ​​del corpo iniziano a denaturare a temperature troppo elevate e quindi non possono più svolgere le loro funzioni.

Cause della febbre nel gatto?

In genere, nei gatti, la febbre si verifica quando il sistema immunitario viene stimolato per una particolare anomalia del corpo.

Dal momento che non tutti i problemi di salute causano febbre, vi mostriamo le cause più comuni che di solito hanno come sintomo la febbre nel gatto:

  • Tumori, che tendono a colpire i gatti più anziani

  • Malattie virali, batteriche o fungine

  • Influenza e raffreddore comune

  • Pancreatite

  • Effetto collaterale di alcuni farmaci

Anche se questi sono i motivi più comuni che tendono a sviluppare febbre, questo non è l'unico sintomo, per cui è essenziale prestare attenzione a comportamento generale del gatto per identificare la causa e iniziare il trattamento adeguato.

Soprattutto se si tratta di un tumore, cimurro o leucemia, si deve agire rapidamente; queste malattie hanno un alto tasso di mortalità.


Principali sintomi della febbre nei gatti

Per rispondere a una delle domande più frequenti che vengono poste dai proprietari di gatti, cioè dei sintomi comuni se il gatto ha la febbre, è essenziale guardare il loro comportamento.

Un gatto con la febbre presenti alcuni o tutti dei seguenti sintomi:

  • Naso secco.
    Anche se il naso asciutto nel gatto potrebbe non essere determinante, può darci un indizio, soprattutto se associato ad altri sintomi.

    Come i cani, anche per i i gatti il naso di solito appare umido, ma in presenza di febbre tende ad asciugarsi.

  • Perdita di appetito.
    Il malessere generale che causa la febbre tende a ridurre l'appetito del gatto, e spesso a farlo smettere di mangiare.

  • Ridotto consumo di acqua.
    I gatti non sono animali di abituati a bere grandi quantità di acqua, e questo atteggiamento si accentua ancor più quando hanno la febbre.

  • Svogliatezza e letargia.
    Se il vostro gatto è un animale in genere molto energico e notate in lui apatia nel correre o saltare, potrebbe essere una chiara indicazione che non stia bene e che abbia la febbre.
    Alte volte, invece, la febbre può causare irrequietezza e ansietà.

  • Mancanza di igiene personale.
    I gatti sono animali estremamente puliti e se trascurano la cura del loro corpo vuol dire che non sono in perfette condizioni.

  • Nei casi più gravi, il gatto può soffrire di brividi, tremori o avere una respirazione accelerata.

La maggior parte delle malattie o dei problemi di salute che causano febbre nel felino, spesso sviluppano altri sintomi come diarrea , vomito, starnuti o tosse.

Diagnosi della febbre nei Gatti

La diagnosi esatta della febbre (temperatura superiore a 39,2 °C) può essere fatta solo dal veterinario. Il veterinario dovrà capire la causa della febbre e trattarla.

Come abbiamo visto, la diagnosi può confermare un'infezione in atto, come una polmonite o una malattia virale come la FIP ( peritonite infettiva felina ), un'influenza provocata dall'Herpes Virus felino.

Dal punto di vista diagnostico, è molto importante che comunichiate al veterinario tutti i sintomi nel modo più accurato possibile.

Come misurare la febbre al gatto

Se pensate che il vostro gatto ha uno dei sintomi descritti sopra, dovreste prendere la temperatura del suo corpo, anche perchè è l'unico modo per confermare se hanno davvero la febbre.

Per fare questo, è necessario disporre degli utensili necessari:

  • Termometro digitale per uso rettale, che si può comprare in qualsiasi ambulatorio veterinario o negozio per animali.

  • Vaselina o qualsiasi altro lubrificante.

  • Un panno pulito o un asciugamano.

Quando avete tutto pronto, attenetevi alla seguente procedura per prendere la temperatura del vostro gatto:

  • 1) Pulire accuratamente il termometro e spalmate la punta con un po' di vaselina o altro lubrificante.

  • 2) Se è possibile, dite a qualcuno di tenere il gatto dalle zampe anteriori.

  • 3) Sollevare delicatamente la coda del gatto e inserire la punta del termometro nel retto.

  • 4) Quando il termometro digitale finirà la misurazione, rimuovetelo, osservate la temperatura indicata e date al vostro animale una regalino per essersi comportato bene.

  • 5) Pulite il termometro e riponetelo nella sua custodia.

Come abbiamo già discusso in precedenza, la temperatura normale per il gatto deve oscillare tra 38 e 39ºC nei gatti adulti e 39.5ºC nei cuccioli.

Se il vostro gatto ha una temperatura superiore ha la febbre, e bisogna fare qualcosa il più presto possibile.

Se si superano i 41 °C portatatelo immediatamente dal veterinario in modo che sia lui a determinare la causa.


Quanto dura la febbre nei Gatti

Normalmente, la febbre dovrebbe diminuire entro 24 ore. Se aumenta o non diminuisce, bisogna assolutamente andare da un veterinario. A seconda della causa, la febbre può avere una durata più o meno lunga.

Alcune volte scompare e torna dopo poche ore. In alcune malattie, si possono alternare fasi completamente prive di febbre a periodi di febbre lieve, come nel caso, ad esempio, di alcune malattie virali e di infezioni batteriche. Inoltre, ci sono febbri resistenti alla terapia che possono perdurare anche settimane .

Come far abbassare la febbre al Gatto

Il trattamento per la febbre nei gatti è strettamente legato alla causa che lo provoca.

Se, per esempio, la causa è l'effetto collaterale di un determinato farmaco, bisogna consultare il proprio veterinario per capire cosa per fare, ma mai decidere di interrompere il trattamento medico.

Se la causa è una malattia di una certa gravità, come il cimurro, la leucemia o il cancro, lo specialista inizierà il trattamento per cercare di debellare questa malattia.

Per le infezioni batteriche o virali minori il veterinario può prescrivere antibiotici. Nel caso in cui la febbre è alta e la causa non può essere ancora diagnosticata, il veterinario può somministrare farmaci antipiretici al gatto.

Ricordate di non auto-medicare il vostro gatto, alcuni farmaci destinati all'uso umano sono tossici e possono solo peggiorare la sua condizione.

Nei casi più lievi, come un comune raffreddore, è possibile applicare alcune misure e rimedi casalinghi per ridurre la febbre del gatto:

  • Poichè uno dei sintomi della febbre è la disidratazione, la prima cosa da fare è idratare il gatto. Se non vuole bere, prendete una siringa, riempitela d'acqua e somministratela direttamente in bocca lentamente. L'acqua deve essere fresca e pulita.

  • Per prevenire la malnutrizione, bisogna incoraggiare il gatto a mangiare cibo per coprire le sue esigenze nutrizionali.

    Per fare ciò, optate per una dieta umida o combinata con il mangime secco. Se la febbre è accompagnata da vomito o diarrea, è meglio consultare il proprio veterinario per una corretta alimentazione.

  • Trovate un posto privo di umidità e caldo. Il vostro gatto deve sentirsi più a sua agio possibile affinchè possa guarire il prima possibile.

  • Gli impacchi umidi saranno i vostri grandi alleati per ridurre la febbre del vostro gatto.

    Bagnate un piccola tovaglia con acqua fresca (ma non troppo), mettetela sul viso del gatto, e lasciatela per un paio di minuti.
    Rimuovetela e fate lo stesso sulle sue gambe e addome.

    Dopo l'applicazione asciugate bene le zone umide e ripetete questo processo due volte al giorno.

Se dopo 48 ore la febbre non si abbassa, portate il gatto dal veterinario.

Ricordate che dovrebbe sempre un medico ad esaminare il vostro animale, per diagnosticare la causa e prescrivere il miglior trattamento.

Febbre dopo la vaccinazione

Dopo le vaccinazioni si possono verificare sintomi febbrili nel gatto lieve che di solito durano un paio d'ore o un giorno o due al massimo.

In genere è una reazione normale ma se la febbre persiste, soprattutto a temperature estremamente elevate o accompagnata da altri sintomi, bisogna consultare immediatamente il veterinario.

Febbre da polmonite nel Gatto

Se il vostro gatto ha contratto una polmonite, oltre la tosse, la febbre è spesso uno dei sintomi più comuni. La polmonite è l'infiammazione del tessuto polmonare del gatto, causata o da un'infezione virale, batterica o fungina, o come sintomo di una malattia sottostante.

L'infiammazione può essere causata anche da lesioni, da traumi o da corpi estranei inalati. Allo stesso modo, anche i tumori possono causare polmonite.

La febbre del Gatto è contagiosa per gli esseri umani?

Il rischio di infezione per l'uomo dipende dalla malattia del gatto. Poiché la febbre è un sintomo molto comune che si verifica in molte malattie, è importante sapere quale sia la causa.

Alcune malattie, le cosiddette zoonosi, possono essere trasmesse agli esseri umani e rappresentano quindi un pericolo: le zoonosi possono essere causate da batteri, virus, funghi o parassiti.

Al contrario, le malattie specifiche del gatto associate alla febbre non sono trasmissibili all'uomo, Il sintomo della febbre non è quindi contagioso.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Come valuti questo articolo?

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli