Sabato 18 Novembre 2017

Perche' il gatto non mangia?

  • Pubblicato il:  29/09/2016

Tanti sono i motivi per cui un gatto smette di mangiare e non ha fame, come una malattia dentale, l'influenza felina, problemi ai reni o al fegato.
Mentre il veterinario cerca la causa, è necessario fornire al gatto un'alimentazione supplementare e assisterlo con diligenza almeno fino a quando non si scopre il motivo.

Collegamenti sponsorizzati

Un esame completo insieme ad alcuni test diagnostici sono in grado di rilevare spesso la diagnosi e può contribuire a spianare la strada per il successo del trattamento.
Di seguito sono elencati alcune delle malattie del gatto o problemi associati per cui un gatto può smettere di mangiare:

Malattia dentale

La malattia dentale è una delle cause per il gatto non mangia, ma anche i tumori orali o altre malattie infiammatorie sono spesso responsabili.

La bocca del gatto può essere dolorante a causa di una ferita o di una infezione, rendendo la masticazione difficile e dolorosa.
Potrebbe trattarsi di un ascesso, una gengivite, un taglio all'interno della bocca o un dente rotto.

La visita dal veterinario dovrebbe includere sempre una valutazione della bocca del vostro animale e una pulizia dentale di routine.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Problemi gastrointestinali

Tutto ciò che causa disagio al gatto, come la nausea provocata da problemi gastrointestinali, può ridurre l'appetito del gatto.

Ci sono una serie di problemi del tratto gastrointestinale che potrebbero essere causa della perdita di appetito nel gatto, come:

  • parassiti

  • Colite (infiammazione acuta o cronica della membrana di rivestimento del colon)

  • Gastroenterite (infiammazione o infezione del tratto gastrointestinale)

  • Pancreatite (infiammazione o infezione del pancreas)

  • Cambiamenti della flora batterica nell'intestino

  • La presenza di corpi estranei nello stomaco o nell'intestino possono causare dolore e blocchi

  • Cancro (per esempio il linfoma intestinale)


Rifiuto del cibo, perdita di peso, vomito, diarrea e costipazione sono tutti segni di problemi gastrointestinali.
Solo il vostro veterinario può diagnosticare un problema del genere, quindi è importante fare visitare il gatto il prima possibile.

Alcuni proprietari di gatti pensano che un cambiamento nella dieta possa aiutare in presenza di problemi gastrointestinali, ma non si deve mai cercare di curare il proprio gatto da soli, senza una corretta diagnosi e una consultazione veterinaria.

Malattie renali

Un'altra causa comune, soprattutto nei gatti anziani, è la malattia renale.

Come nel caso dei problemi gastrointestinali, le malattie renali provocano nausea, e causerà uno stato di anoressia nel gatto.
Solo il vostro veterinario può diagnosticare la malattia renale, quindi ribadiamo che è estremamente importante fare esaminare il gatto il prima possibile.

Altre possibili cause

Una volta che le malattie più gravi o condizioni sono state escluse, il veterinario potrebbe farvi alcune domande mirate che possono essere di aiuto a scoprire la perdita di appetito del gatto.

Alcuni gatti tendono a cambiare abitudini alimentari per una serie di ragioni, tra cui:

  • Una vaccinazione recente

  • Viaggi in macchina (cinetosi)

  • Stati di ansia o depressione

  • Modifiche nelle abitudini familiari

  • Introduzione di un nuovo alimento


Tuttavia, questi eventi dovrebbero causare la perdita di un pasto o al massimo due.
Se il comportamento si protrae per più di un giorno, si dovrebbe contattare sempre il veterinario.

Cosa posso fare se il mio gatto non mangia?

Determinare la causa di fondo è la cosa più importante che potete fare per il vostro gatto.

La scelta di un gatto a non mangiare è clinicamente significativa e dovrebbe essere affrontata dal veterinario il più presto possibile.
I gatti, a differenza dei cani o degli esseri umani, possono ammalarsi gravemente (lipidosi epatica) e molto rapidamente se non mangiano.

Trattamento medico

Mentre si tratta la causa per cui il gatto si rifiuta di mangiare, ci sono farmaci che possono essere prescritti dal medico per stimolare l'appetito del'animale.

Nei casi più gravi, il veterinario può raccomandare di alimentare il gatto attraverso una terapia per via endovenosa o tramite il posizionamento di un tubo di alimentazione per assicurare che il gatto riceva le necessarie sostanze nutritive per riprendersi, ma queste misure possono essere valutate solo dal medico.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere