Lunedi' 19 Aprile 2021

Perché i gatti mangiano i loro cuccioli?

  • Pubblicato il:  17/03/2021

La nascita dei gattini è un'esperienza bellissima e un momento di felicità e gioia per tutta la famiglia. Le mamme gatte hanno un istinto naturale di protezione e di cura verso i cuccioli, ma a volte succede il contrario. Potrebbe mangiare uno o più dei suoi gattini appena nati.


Questo non la rende meno madre, né la rende una cattiva madre e in questo articolo scoprirai il perchè.

E' normale che alcuni gatti mangino i loro gattini?

Sì, è un comportamento normale, ma non comune. Alcuni gatti mangiano un gattino, mentre altri uccidono l'intera cucciolata.

La scienza ancora non sa perché alcune gatte sviluppano questo comportamento cannibalistico. Ovviamente, questo comportamento non ha nulla a che fare con te come proprietario. Non sempre possiamo controllare la natura. Tuttavia, puoi provare a capire il motivo e adottare alcune misure per evitarlo.

Anche la prevenzione non è una garanzia. Il successo dipenderà in gran parte dal motivo per cui la mamma gatta mangia i suoi gattini.

Perchè mamma gatta uccide i suoi gattini?

Adesso vediamo i motivi che, secondo gli studiosi, potrebbero indurre una gatta che ha appena partorito a mangiare i suoi stessi cuccioli.

  • Gattini nati morti. Anche se potremmo considerarlo un comportamento barbaro, a volte la mamma gatta mangia i suoi cuccioli nati morti per nutrirsi di nutrienti che verranno poi passati attraverso il suo latte ai gattini che sopravvivono.

  • Malformazioni alla nascita. È la legge di sopravvivenza del più adatto. Se qualche gattino è troppo debole o deformato, la mamma potrebbe mangiarlo subito dopo la nascita. Questo per dare ai gattini sani una possibilità di sopravvivere e diventare adulti sani. Altri gatti lo ignoreranno, il che significa non dargli da mangiare. In tal caso, prendi il gattino e nutrirlo con il biberon.

  • Stress. Lo stress non sempre è motivo per cui le gatte mangiano i loro piccoli. Ma non possiamo comunque escluderlo. L'ambiente gioca un ruolo importante durante e dopo il parto e può causare comportamenti insoliti nella gatta.

    Tra i fattori di stress ambientali che possono colpire le mamme gatte ci sono il movimento continuo delle persone nella stanza, i rumori forti, la manipolazione eccessiva dell'animale o dei gattini, ecc. Non è solo la sicurezza della madre a generare nervosismo, ma la paura di ciò che potrebbe accadere alla sua cucciolata.

  • Mancanza di istinto materno. Ai gatti, come le persone, potrebbe mancare l'istinto materno. In questa situazione avranno poco interesse a prendersi cura dei gattini o non saprebbe come farlo, il che la porta a ignorarli e, a volte, a ucciderli e mangiarli.

    Questo comportamento può verificarsi nei gatti giovani e alla prima cucciolata, e nei gatti più anziani con squilibri ormonali che li inducono a rifiutare i loro piccoli.

  • Minaccia umana o da altri animali. Altri animali domestici o membri della famiglia possono essere percepiti dal gatto come una minaccia durante e dopo il parto.

    Sarebbe consigliabile presentare i gattini ai familiari e ad altri animali che vivono in casa una volta raggiunta la fase di svezzamento. Fatelo però in modo da non sopraffare o mettere in pericolo i gattini.

  • Cucciolata numerosa. È possibile che un gatto abbia una cucciolata numerosa e non può allattare tutti al seno (non ci sono abbastanza seni affinchè i gattini possano nutrirsi come dovrebbero) o non produce abbastanza latte per tutti. Potrebbe quindi decidere di mangiarne qualcuno per salvare i gattini più forti.

  • Malnutrizione. Se subito dopo il parto la mamma gatta è malnutrita e affamata o è troppo stanca per cercare cibo, potrebbe uccidere uno o più dei suoi gattini e mangiarlo. Ricorda, questo accade solo con i gatti selvatici e non dovrebbe accadere con i gatti domestici che ricevono una dieta ben bilanciata prima, durante e dopo la gravidanza.

Conclusioni

Sebbene ai nostri occhi sia un atto orrendo, a volte per una mamma gatta mangiare uno o più dei suoi gattini può essere normale.

Non puoi sempre possiamo impedire di farlo e se ciò dovesse accadere non bisogna rimproverarla. I gatti hanno istinti che noi umani non abbiamo, incluso sapere quanti gattini può allattare.

Dalla gravidanza allo svezzamento, fornisci al tuo gatto uno spazio tranquillo, cibo di alta qualità e acqua fresca e pulita. Intervieni solo quando necessario per la sopravvivenza di un gattino o della madre.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli