Mercoledi' 23 Giugno 2021

Gatto che vomita? Ecco perchè e cosa fare

  • Pubblicato il:  01/01/2021

Nei gatti, può essere difficile distinguere tra conati di vomito, vomito, rigurgito e tosse. Sono sintomi che possono apparire simili ma in realtà sono molto diversi, così come sono diverse le possibili cause, quindi è importante conoscere le differenze.


Il vomito è il movimento attivo di espulsione del contenuto dallo stomaco e dall'intestino tenue attraverso la bocca. E' diverso dal rigurgito, che è un movimento passivo in cui non è necessaria alcuna forza per espellere il contenuto. Potresti anche scambiarli per tosse se non sei stato testimone di qualcosa che esce.

La cosa migliore da fare è girare un breve video, se possibile, e farlo vedere al veterinario. Solo un medico può aiutarti a capire se il tuo gatto sta davvero vomitando e, in tal caso, scoprire la causa. Ecco alcune informazioni utili sulle cause del vomito del gatto e sui possibili trattamenti.

Perché il mio gatto vomita?

Il veterinario potrebbe farti una serie di domande per capire il motivo per cui il tuo gatto vomita, tra cui:
  • Hai cambiato alimentazione del tuo gatto di recente?
  • Sta prendendo farmaci prescritti o da banco?
  • Quale dieta, comprese tutte le leccornie, segue il tuo gatto?
  • Hai altri gatti in casa e, in tal caso, vomitano anche loro?
  • Il tuo gatto vive al chiuso e/o all'aperto?
  • Con che frequenza vomita il gatto e che aspetto ha il vomito?
  • Il tuo gatto mangia normalmente?
  • Noti qualche altro sintomo, come diarrea e/o perdita di peso ?
  • Da quanto tempo vomita?

Esistono diverse cause per cui questi felini iniziano a vomitare e queste domande aiuteranno il veterinario a raggiungere in fretta la diagnosi. Le possibili ragioni per cui i gatti vomitano possono essere suddivise in due categorie: cause gastrointestinali e cause non gastrointestinali.

Cause gastrointestinali del vomito nel gatto
- Intossicazione alimentare
- Ingestione di corpi stranieri
- Parassiti
- Intolleranze alimentari
- Malattia infiammatoria intestinale
- Stipsi (stitichezza)
- Cancro
- Ulcere allo stomaco
- Avvelenamento da tossine (glicole etilenico, cioccolato , pesticidi , ecc.)

Cause non gastrointestinali del vomito nel gatto
- Pancreatite
- Malattie renali
- Malattia del fegato
- Diabete mellito
- Peritonite infettiva felina
- Cancro
- Malattie neurologiche

Che aspetto ha il vomito del tuo gatto?

Sapere che aspetto ha il vomito del gatto è molto importante, poiché ci sono alcune malattie che si manifestano con un tipo di vomito specifico. Ecco alcuni esempi di colore consistenza del vomito e possibili cause per ciascuno.

Bile / Giallo
I gatti possono vomitare bile quando hanno lo stomaco vuoto. Questo può accadere se dai da mangiare al tuo gatto solo al mattino e fai passare 24 ore di digiuno, oppure può accadere quando i gatti sono anoressici. Il cibo stimola la cistifellea a contrarsi, ma quando la cistifellea non si contrae, la bile può risalire nell'intestino tenue e nello stomaco.

Sangue
Il sangue può essere notato in presenza di ulcerazioni o se il gatto vomita più volte di seguito, ciò può essere causato da un'irritazione del rivestimento dello stomaco e dell'esofago a causa dell'aumento dei succhi gastrici. Il sangue può anche essere presente se c'è un problema di coagulazione, che può essere presente con alcune malattie e alcune tossine (avvelenamento da veleno per topi, per esempio).

Schiuma bianca
La schiuma bianca nel vomito di un gatto si verifica spesso perché il rivestimento dello stomaco o dell'intestino tenue è infiammato per diverse possibili cause.

Acqua / liquido trasparente
Se il tuo gatto vomita liquido trasparente, può essere il contenuto di liquidi dello stomaco o potrebbe aver bevuto troppa acqua. Ci sono possibili malattie che possono indurre i gatti a bere troppa acqua, tra cui diabete mellito e malattie renali.

Vermi
Il tipo più comune di verme visto nel vomito di gatto sono i nematodi . Se il tuo gatto vomita un verme, è importante portarlo subito dal veterinario in modo che possa essere trattato in modo appropriato.

Cibo
I gatti che mangiano troppo o troppo velocemente possono vomitare cibo e in genere può apparire in una forma tubolare. Possono anche vomitare cibo se provano un senso di nausea subito dopo aver mangiato, se c'è un corpo estraneo che impedisce al cibo di spostarsi nell'intestino tenue o se hanno un'allergia alimentare.

Boli di pelo
I gatti possono vomitare palle di pelo, soprattutto gatti che si leccano molto o gatti a pelo lungo.

Liquido marrone o scuro
D solito è indicativo di sangue digerito più in basso nel tratto intestinale e può verificarsi in presenza di ulcere intestinali, corpi estranei o persino palle di pelo bloccate nell'intestino.

Vomito verde
Se il tuo gatto vomita vomito verde, di solito indica che il cibo o la sostanza sono stati fatti uscire dall'intestino tenue. La bile a volte può rendere il colore del vomito verde.

Muco
Il muco è tipicamente visto quando il gatto rigurgita e non vomita. Se vedi muco, è importante capire se il tuo gatto sta effettivamente vomitando o se sta rigurgitando.

Gatto che vomita con altri sintomi

Spesso, quando i gatti vomitano, possono mostrare anche altri sintomi. Descrivere questi sintomi al veterinario sarà importante per determinare la diagnosi e iniziare subito le cure.

Il tuo gatto vomita e non mangia
E' normale che i gatti non vogliano mangiare se hanno la nausea. Può essere riscontrato in diverse condizioni, tra cui corpi estranei, malattie renali ed epatiche, diabete grave, malattie infiammatorie intestinali, ecc.

Il tuo gatto vomita ed è stitico
Se il tuo gatto non fa cacca da un paio di giorni e sta cercando di sforzarsi, è probabile che sia stitico. Ciò può causare un blocco nell'intestino tenue e nello stomaco, provocando il vomito.

Il tuo gatto vomita e ha la diarrea
Questa combinazione di sintomi ci dice che l'infiammazione, oltre ad essere presente all'interno dello stomaco, può essersi sviluppata anche nell'intestino tenue e/o crasso.

Il tuo gatto vomita e starnutisce
Se il tuo gatto ha vomito e starnuti, potrebbe aver contratto un virus (come il coronavirus). Non è raro che i gatti che si ammalano (vomito) sviluppino anche un'infezione del tratto respiratorio superiore. Questo perché una gran parte di questi animali contraggono determinati patogeni, come l'herpesvirus, tra cui i gattini e e quelli immunocompromessi.

Il tuo gatto vomita e beve molto
I gatti possono vomitare dopo aver bevuto molta acqua. Possono anche avere malattie che li inducono a bere molto e ad avere vomito, come malattie renali, diabete mellito e cancro.

Il tuo gatto vomita e fa la cacca sul pavimento
I gatti possono defecare sul pavimento se soffrono di stitichezza o hanno una maggiore urgenza di defecare, che può essere vista con infiammazione intestinale e diarrea.

Quando chiamare il veterinario?

Dovresti chiamare subito il tuo veterinario se:

  • Il tuo gatto vomita più di due o tre volte di seguito.

  • Il tuo gatto mostra altri sintomi, come non mangiare e diarrea. Se il tuo gatto ha la diarrea, sarà difficile mantenerlo idratato.

  • Il tuo gatto non mangia né beve da 12 ore e ha vomitato più volte di seguito.

  • Al tuo gatto è già stata diagnosticata una malattia (come diabete, malattie renali e ipertiroidismo). Si tratta in questo caso di un'emergenza e deve essere visitato immediatamente, poiché potrebbe significare che la sua malattia sta progredendo. In questi casi è necessario un intervento medico precoce, poiché possono disidratarsi molto rapidamente.

  • Se il tuo gatto ha vomitato un verme bisogna sverminarlo il prima possibile. È importante anche mantenere l'ambiente pulito e raccogliere le feci della lettiera più volte al giorno per garantire che altri animali possano infettarsi.

Cosa posso dare al mio gatto per il vomito?
Purtroppo, non ci sono molti farmaci da banco che possono aiutare un gatto a non vomitare. Se il tuo gatto inizia a vomitare, non somministrargli nulla (compresi acqua o cibo) per diverse ore.

Dopo quanto posso dare da mangiare?
Dopo aver atteso diverse ore, puoi provare a dare al tuo gatto circa il 25% di quello che daresti normalmente per vedere se riesce ad assimilarlo senza vomitare. Quindi aumenta gradualmente la quantità nelle 24 ore successive. Se il tuo gatto inizia di nuovo a vomitare, contatta subito il veterinario.

Cosa può fare il veterinario per trattare il vomito del tuo gatto?

È importante distinguere tra vomito acuto e vomito cronico. Il vomito cronico è definito come un gatto che vomita più di una volta alla settimana o vomita a intermittenza da più di tre mesi. E' molto diverso da un gatto che improvvisamente inizia a vomitare (acuto) continuamente.

Trattamento del vomito acuto nei gatti
Il primo passo per trattare adeguatamente il vomito è identificare la causa sottostante. Innanzitutto, il veterinario eseguirà una serie di analisi e test diagnostici non invasivi, tra cui

  • Analisi complete del sangue e test per lo screening di malattie, come malattie renali e diabete.
  • Un esame fecale per escludere la presenza di parassiti.
  • Radiografie addominali per escludere tumori o corpi estranei che potrebbero causare un'ostruzione.

Se questi test sono normali e il tuo gatto vomita in modo acuto, il veterinario probabilmente consiglierà trattamenti di supporto con farmaci anti-nausea. I gatti che vomitano boli di pelo possono essere sottoposti a una dieta speciale ricca di fibre insieme ad un farmaco per facilitare il passaggio dei boli di pelo.

Curare un gatto che continua a vomitare (vomito cronico nei gatti)
Se il tuo gatto continua a vomitare o ha una storia di vomito cronico, verranno eseguiti ulteriori test tra cui:

  • Analisi del tratto gastrointestinale: test per gli enzimi del pancreas per escludere la pancreatite. Analisi dei livelli di cobalamina e folato per determinare se ci sono evidenze di malassorbimento nell'intestino tenue.

  • Ecografia addominale: questa modalità di screening è molto utile per l'identificazione di oggetti estranei più piccoli che i raggi X possono sfuggire. Questa ecografia valuterà le condizioni del pancreas e a studiare il tratto gastrointestinale. Aiuterà anche a escludere eventuali linfonodi ingrossati che a volte possono essere visti in presenza di cancro.

  • Radiografie del torace: possono essere consigliate se non è chiaro ancora la causa del vomito, rigurgito o tosse. Le radiografie del torace sono consigliate anche nei gatti anziani per escludere l'evidenza di cancro.

In alcuni casi, la diagnostica è utile mentre in altri non fornisce una diagnosi definitiva, soprattutto se la malattia è a livello cellulare dell'intestino tenue.

In questo caso, la scelta migliore sarebbe quella di eseguire una biopsia del tratto gastrointestinale del gatto per distinguere tra malattia infiammatoria intestinale, ipersensibilità alimentare e linfoma gastrointestinale. Il veterinario può anche prescrivere una nuova dieta prima di scegliere la via della biopsia, soprattutto se sospetta un'allergia alimentare.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli