Giovedi' 14 Dicembre 2017

Prurito, prurito, prurito - Il cane non smette di grattarsi

  • Pubblicato il:  31/07/2017
Foto Prurito, prurito, prurito - Il cane non smette di grattarsi

Se il vostro cane si gratta spesso per il prurito, può aver sviluppato una condizione o malattia che provoca questa spiacevole sensazione. Il prurito nei cani è causato da reazioni chimiche che si verificano nella pelle e che stimolano i nervi, inviando al cervello l'impellente bisogno di grattarsi o addirittura mordersi.

Collegamenti sponsorizzati

Quando un cane si gratta per il prurito può stimolare anche reazioni infiammatorie nella pelle e peggiorare la condizione. Qualsiasi problema della pelle che provoca infiammazione può causare prurito.

Ovviamente, il prurito lieve non causa alcun problema. Tuttavia, se lo stimolo a grattarsi è intenso, il cane potrebbe causarsi lesioni dolorose della pelle che potrebbero infettarsi.

In questi casi il cane si lamenterà per il dolore e avere problemi anche a dormire.

Ogni cane ha una soglia al "prurito" molto soggettiva, e inizia a grattarsi quando lo stimolo supera questa soglia. Ad esempio, cani affetti da una lieve allergia agli acari della polvere possono tranquillamente conviverci senza manifestare alcun problema, mentre possono grattarsi continuamente quando sono infestati da pulci.

Il prurito è associato a molte altre malattie della pelle, incluse le infezioni batteriche secondarie (piodermite) e le infezioni secondarie da lieviti. Il prurito è anche il sintomo principale delle malattie della pelle come allergie e parassiti della pelle.

Malattie allergiche della pelle nei cani


  • Allergia alle pulci: è la malattia cutanea più comune nei cani. Il cane tende in genere a grattarsi le estremità posteriori causandosi lesioni sulle caviglie, sulle zampe posteriori, sulla coda e sulla pancia. Basta solo una pulce per scatenare il prurito e far reagire il cane.

  • Atopia: è una reazione agli allergeni presenti nell'aria come pollini, polvere domestica e acari della polvere di casa. Cani con atopia tendono a grattarsi soprattutto le orecchie e il viso, e tendono a mordersi e leccarsi i piedi.
    L'atopia in genere si aggrava durante i mesi estivi, quando i livelli di polline e di muffe aumentano.

  • Allergia alimentare. è una reazione a uno o più ingredienti presenti nel cibo. Questi cani tendono a grattarsi le stesse zone di quelli affetti da atopia.

  • Allergie a morsi di insetti: l'ipersensibilità al morso di un insetto è la causa meno comune. Le lesioni sono evidenti soprattutto nelle aree in cui l'insetto, come le api, hanno punto il cane (punta del naso, orecchie).

  • Allergia da contatto: è una reazione ad un irritante che ha toccato la pelle del cane, spesso sul ventre e zampe. Le allergie di questo tipo sono rare nei cani.

Collegamenti sponsorizzati

Malattie parassitarie della pelle nei cani


  • Scabbia: è una malattia cutanea che provoca molto prurito. Le lesioni sono soprattutto visibili sulle orecchie, zampe e ginocchia.

  • Dermatite demodettica: è causato dall'accumulo demodex. Di solito si tratta di una malattia con prevalenza nei cani giovani e provoca una marcata perdita di pelo e dermatite sulla pelle. Questa malattia in genere non è pruriginosa, ma può portare ad una infezione batterica secondaria della pelle (piodermite), che può causare intenso prurito.

  • Pulci: questi parassiti possono causare molto prurito, anche nei cani che non sono allergici alla pulce.

  • Cheyletiella: è una condizione pruriginosa della pelle causata dal'acaro cheyletiella. Le lesioni di solito presenti lungo la parte superiore della schiena. Questi acari sono spesso visibili a occhio nudo sotto forma di piccole macchie bianche che si muovono.

  • Acari dell'orecchio: causano prurito delle orecchie e possono a volte causare prurito in altre parti del corpo.

Allergie alimentari

Quando il cane ha un'allergia alimentare, il suo sistema immunitario percepisce che qualcosa presente nel cibo può creare un problema. Per far fronte a questa "minaccia", il sistema immunitario lo identifica come un vero e proprio pericolo reale, quindi come se fosse un virus.

Ci sono alcune sostanze che possono innescare più facilmente una risposta del sistema immunitario rispetto ad altre e, purtroppo, la sostanza nutritiva che il vostro cane (animale carnivoro) ha più bisogno, ovvero le proteine, spesso sono le responsabili.

Anche se ancora nessuna ricerca spiega il perché i cani diventano allergici alla loro naturale alimentazione evolutiva, si ritiene che i potenziali colpevoli siano i contaminanti esterni. Infatti, gli ormoni della crescita, gli antibiotici e i residui chimici potrebbero essere loro i trigger dell'allergia, e non la proteina in sè.

In molti casi, questi cani non mostrano sintomi di disturbi digestivi e prurito, almeno fino a quando il loro tratto gastrointestinale ha subito danni significativi causati dall'infiammazione della stessa risposta allergica.

In molte occasioni questi cani sviluppano intolleranze alimentari agli ingredienti allergenici a grani e carboidrati presenti nel cibo commerciale per cani. Molti grani contengono glifosati, agenti chimici che possono danneggiare i tessuti intestinali dell'animale e contribuiscono a generare un forte e intenso prurito.

Altre cause di prurito nei cani


  • Dermatite umida acuta: conosciuta anche come dermatite a macchie calde, è localizzata, umida e con arrossamenti causati da infezioni batteriche della pelle. Può provocare molto prurito, portando il cane a leccarsi e a mordere le zone colpite.

  • Piodermite: è un'infezione della pelle che può essere abbastanza pruriginosa. Può essere superficiale o profonda e spesso è secondaria ad un'altra malattia della pelle de cane.

  • Otite: è l'infiammazione dell'orecchio, e può causare prurito significativo nella testa. I cani che hanno sviluppato un'otite in genere sono inclini a scuotere la testa e a grattarsi continuamente le orecchie

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere