Giovedi' 3 Dicembre 2020

Come reagisce un Cane al lockdown?

Foto Come reagisce un Cane al lockdown?

Per molti di noi, il lockdown è stata un'opportunità per trascorrere più tempo con i nostri animali domestici e per loro di godere di maggiore attenzione. Ma una ricerca mostra che, mentre alcuni cani sono stati felici di avere la loro famiglia "umana" di più a casa, altri hanno sviluppato un maggiore stress emotivo causato soprattutto dalla riduzione dell'esercizio, dalla riduzione dei posti tranquilli per riposare o dalla mancanza di contatto con altri cani.

Sono stati intervistati oltre 6.000 proprietari di cani per scoprire l'impatto del lockdown per il coronavirus sui loro amici a quattro zampe.

Come hanno reagito i cani al lockdown?

La maggior parte dei proprietari (55%) ha riferito che la routine del proprio cane era cambiata molto, soprattutto il minor numero di passeggiate - poiché i proprietari si sono attenuti alle guide del governo -.

Oltre un quarto dei proprietari (26%) ha affermato che il proprio cane aveva sviluppato almeno un nuovo comportamento problematico durante il periodo di chiusura.

Ai proprietari è stato anche chiesto quali fossero i comportamenti del loro cane in diverse situazioni prima e durante il periodo di lockdown. I risultati hanno mostrato:

  • un aumento dell'82% delle segnalazioni di cani che si lamentano o abbaiano quando uno dei membri della famiglia era occupato;

  • un aumento del 20% delle segnalazioni di cani che richiedono frequentemente l'attenzione del loro proprietario;

  • aumento del 54% del numero di persone che affermano che il proprio cane si è nascosto o si è allontanato quando si avvicinavano;

  • un aumento del 41% delle segnalazioni di cani "appiccicosi" o che seguono le persone in casa durante i mesi di chiusura.

Oltre a questi risultati, la ricerca condotta da DogTrust ha rivelato che dopo l'inizio del lockdown, le ricerche su Google di "cane che abbaia" sono aumentate di circa il 48% e le ricerche di "morso di cane" sono aumentate di circa il 40%, facendo quindi intuire che le persone cercavano attivamente aiuto online sul comportamento dei loro cani.

Come comportarsi

Questi sono tempi difficili, ed essere presenti e amorevoli aiuterà i vostri amici a quattro zampe a superare meglio questo periodo di transizione. E' importante essere flessibili: il cambiamento della vita in isolamento è difficile per tutti noi, quindi se il vostro cane regredisce nel suo addestramento o mostra comportamenti negativi, cercate di essere pazienti e pronti a fare la scelta giusta per tentare di recuperare il prima possibile, magari chiedendo consigli al veterinario o ad un addestratore qualificato.

Ma soprattutto, godetevi questo momento con il vostro cane. Anche se tutto sembra così negativo, i nostri animali domestici fanno di tutto per portarci gioia. Fategli sapere che stanno facendo un ottimo lavoro!

Conclusioni

Molti esperti hanno espresso parecchie preoccupazioni, confermando che se i problemi comportamentali non vengono identificati e trattati tempestivamente, in futuro potrebbe esserci un aumento di abbandono di cani e persino il ricorso all'eutanasia.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->