Domenica 25 Febbraio 2018

Posso tagliare i baffi al Gatto?

  • Pubblicato il:  10/12/2017
Foto Posso tagliare i baffi al Gatto?

Si possono tagliare i baffi al gatto? I baffi dei gatti hanno sempre suscitato un grande intrigo, non solo nei proprietari di questi animali, ma anche in molte persone che non conoscono la loro funzione. Ma cosa succede se si tagliano i baffi al gatto?

Collegamenti sponsorizzati

Prima di tutto è importante capire perché i gatti hanno baffi o se la loro funzione è solo estetica; per i gatti, i baffi sono un vero strumento di comunicazione sensoriale con il mondo.

In questo articolo spiegheremo se è davvero utile tagliare o accorciare i baffi ai nostri "amici felini", e quali sono le loro funzioni.

A cosa servono i baffi al Gatto?

  • I baffi dei gatti sono molto sensibili: sono dei peli con delle radici molto profonde nella pelle, soprattutto in zone altamente innervate, ricche di recettori nervosi, e molto irrigati dal flusso sanguigno.

    Sono particolarmente sensibili alle vibrazioni, ai movimenti e ai cambiamenti di pressione. Sono così sensibili da poter rilevare anche il minimo cambiamento delle correnti d'aria. Se vengono tagliati, possono dare molto fastidio al gatto. Anche mangiare in un piatto troppo stretto che strofina sui baffi del gatto diventa spiacevole e a volte doloroso.

    In genere sono presenti dagli otto ai dodici baffi sul muso del gatto, ma possono trovarsi peli modificati dello stesso tipo e con la stessa funzione anche sopra gli occhi, sul mento e dietro le zampe anteriori.

  • Forniscono informazioni sulla propriocezione e dimensione degli oggetti: i baffi dei nostri gatti sono proporzionali alle loro dimensioni e li aiutano, ad esempio, a scoprire l'ampiezza di un'apertura o di uno spazio.

  • Aiutano a calcolare la posizione della loro preda: che si tratti di un topo o del suo giocattolo preferito oltre alla facoltà visiva, il gatto ha bisogno di sentire che la preda è nella posizione giusta per catturarla. I peli sul retro delle zampe anteriori, quelli sul mento e i baffi, sono fondamentali per questo scopo.

  • Sono un termometro emotivo: la posizione dei baffi del gatto può essere un indicatore del loro umore. Se sono rilassati in genere i gatti in genere sono calmi e tranquilli, se vengono portati in avanti significa che sono attenti e se sono arretrati o schiacciati contro le loro guance probabilmente sono arrabbiati o spaventati. A questi segni possiamo aggiungere il loro linguaggio del corpo, come la posizione delle orecchie e della coda, per scoprire cosa vuole dirci il nostro amico.

  • Non dovrebbero mai essere tagliati! Anche se il nostro gatto ogni tanto perde un paio di baffi, non bisogna mai tagliarli. Questo lo disorienta perché non può più ricevere quei segnali di "navigazione" che sono così importanti per le sue attività.

    Immaginate che qualcuno vi metta una benda davanti agli occhi e non potete toglierla. Questo è quello che un taglio di baffi significa per un gatto.

  • Possono cambiare colore: non sorprendetevi se cambiano colore o trovate baffi bianchi sul musetto del vostro gatto. Il tempo passa anche per loro!

Collegamenti sponsorizzati

Cosa succede se si tagliano i baffi al gatto?

Come abbiamo detto, i baffi giocano un ruolo importante nel senso della posizione e della direzionalità del gatto, oltre ad aiutarlo a muoversi in spazi piccoli o pericolosi. Quindi, è facile capire che un gatto che ha perso i baffi è più incline a ferite accidentali perché non sono in grado di misurare bene le distanze con gli oggetti.

I gatti usano i loro baffi per capire se il loro corpo si adatta agli spazi che devono attraversare, quindi un gatto che non li ha è probabile che rimanga bloccato da qualche parte.

I baffi funzionano anche come assistenti nell'equilibrio, ed è per questo che l'assenza o il danneggiamento di essi può far sì che il nostro gatto sviluppi problemi a camminare in linea retta e a correre. Può anche causare problemi durante il salto.

I baffi del gatto ricrescono?

Ora che sappiamo cosa succede se si tagliano i baffi di un gatto vi diremo se è vero o no che i baffi ricrescono.

La buona notizia è che nella maggior parte dei casi sì, ricresceranno . I baffi dei gatti sono simili agli altri peli quindi, a meno che non ci siano stati danni considerevoli al follicolo pilifero, non c'è nulla che impedisca la ricrescita.

Indipendentemente se i baffi del gatto ricrescono è importante capire che senza di questi i nostri animali sono più inclini a problemi di orientamento e del movimento, e saranno più indifesi durante una caduta, un trauma etc...

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere