Sabato 18 Agosto 2018

Com'è la vita dei cani randagi?

  • Pubblicato il:  11/08/2018
Clicca per ingrandire le foto

Ogni anno, il 27 luglio, è la giornata dedicata ai cani randagi. L'International Day of the Street Dog pur essendo un evento speciale è tuttavia un giorno triste, perché ci rendiamo conto come il problema del randagismo sia diventato così grave da dedicargli una giornata mondiale.

Collegamenti sponsorizzati

Oggi vogliamo parlarvi della dura vita dei cani randagi, in modo che tutti diventiamo consapevoli di questa situazione.

La triste situazione dei cani randagi

Quelli di noi che amano gli animali vivono in una lotta costante per cercare di rendere le persone consapevoli della crudeltà dell'abbandono. Ma è in questo giorno che ci uniamo con più forza per urlare contro di essa.

Milioni di cani vivono per strada senza una casa, senza famiglia a cui badare e che li protegga e, purtroppo, nella maggior parte dei casi è la causa è dovuta all'abbandono volontario dei loro proprietari.

Durante l'estate, i cani che vivono nelle strade soffrono le alte temperature, soprattutto se non hanno un riparo all'ombra. I colpi di calore sono frequenti e la disidratazione spesso li uccide.

Durante l'inverno, senza una casa dove ripararsi, sono vittima di ipotermia. Inoltre, i combattimenti tra cani per il cibo o per il controllo del territorio possono finire in una drammatica fatalità.

Collegamenti sponsorizzati

Quanto vivono i cani randagi?

Come nel caso dei gatti randagi, i cani di strada sono esposti a malattie e sono più vulnerabili a traumi e incidenti. Inoltre, non avendo alcuna assistenza veterinaria e una buona alimentazione, la loro salute generale è più debole.

cane randagio
Le malattie più comuni che colpiscono i cani randagi sono:

È molto difficile dire con una cifra esatta quanto vive un cane randagio. Ci sono due fattori che influenzano l'aspettativa di vita di questi animali: le dimensioni e la razza.

In genere, accade che i cani più piccoli e meticci vivono più a lungo di quelli di razza pura e di taglia più grande, ma è solo un indicatore, poiché come abbiamo detto questi cani sono maggiormente soggetti a malattie anche gravi che riducono le loro vite senza tener conto né delle loro dimensioni né della genetica.

Inoltre, dipenderà molto dall'area in cui vive il cane randagio. Ad esempio, può trovarsi in un'area in cui ha facile accesso a qualche tipo di cibo, ma con un livello di traffico più elevato e, quindi, più probabilità di subire un trauma.

cane randagio

Non comprare, adotta!

Sebbene vivano per strada, questi cani sono ancora quegli esseri meravigliosi che ci danno tutto in cambio di niente , ma non hanno l'opportunità di dimostrarlo. Pertanto, riteniamo che ci siano tantissimi motivi per adottare un cane randagio.

Se non potete adottare, potreste sempre sostenere la loro causa schierandovi contro l'abbandono e incoraggiando l'adozione. Potrebbero sembrare solo parole, ma potete fare davvero molto.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere