Domenica 17 Dicembre 2017

Alimentazione e cura del Cane anemico

  • Pubblicato il:  13/06/2016
Foto Alimentazione e cura del Cane anemico

L'anemia nei cani è una malattia che consiste nella diminuzione dei globuli rossi nel sangue.
Essa può verificarsi per vari motivi: traumi, presenza di parassiti, parvovirus o per la presenza eccessiva di anticorpi.

Collegamenti sponsorizzati

Il veterinario è l'unico professionista in grado di diagnosticare e trattare efficacemente questa malattia, che, per i sintomi che provoca, può essere facilmente confusa con altri disturbi comuni nei cani.

In questo articolo vi daremo alcuni consigli sull'alimentazione e la cura che si possono dare ad un cane anemico.
Ricordate, però, che i nostri sono solo dei consigli, quindi è importante far controllare il cane da un veterinario se notate qualsiasi anomali nel vostro cane.

L'alimentazione di un cane con l'anemia

Il cibo gioca un ruolo molto importante nella cura dell'anemia canina, dove spesso si notano carenze di proteine, ferro e vitamine importanti.

Salvo i casi di emorragia interna causati da un'ulcera (che viene curata con antibiotici e altri farmaci) non devono mai mancare dalla dieta del cane i seguenti alimenti, sia per restituire energia al cane malato che per aiutarlo a recuperare alcuni nutrienti necessari:

IL FERRO
Il ferro è essenziale nel trattamento del cane anemico.
Si stima che i cani hanno bisogno di 1 milligrammo di ferro per 12 grammi di cibo. Molti alimenti di qualità hanno già nella loro formula il supporto nutrizionale di cui ha bisogno.

Alcuni alimenti ricchi di ferro sono:
fegato di vitello, montone, manzo, salmone, tonno, acciughe, sardine e fagioli

VITAMINA C
La vitamina C aiuta ad assorbire correttamente il ferro, quindi sarà utile pensare ad alimenti ricchi di questa vitamina.
Anche il sole è un altro fattore che aiuta l'assorbimento di questa importante vitamina.

Alcuni alimenti ricchi di vitamina C sono:
peperoni, melone, cavolfiore, spinaci, cavolo crudo.

PROTEINE
Le proteine ​​sono molto importanti nella gestione dell'anemia del cane, perché vi aiuterà a recuperare forza ed energia per consentirgli di superare più rapidamente la malattia.

Alcuni alimenti ricchi di proteine ​​che possono essere trovati facilmente a casa sono:
pollo, uova, riso, sgombro, cavoletti di Bruxelles, broccoli, spinaci.

VITAMINA B
Le vitamine del gruppo B sono un altro integratore alimentare ottimo per migliorare la salute di un cane che soffre di anemia.
Molti degli alimenti menzionati precedentemente contengono questa vitamina, ma è bene arricchire con altri cibi l'alimentazione del cane con:
Reni di maiale, cuore di bue, sgombro, avena, farina di riso, patate, banane.

Collegamenti sponsorizzati

Cosa fare se il cane non vuole mangiare

Se dopo aver preparato delle ricette gustose ed equilibrate il vostro cane non ne vuol sentire di mangiare, vi proponiamo alcuni suggerimenti che possono aiutarvi:

- Provate ad incoraggiarlo a bere brodo di pollo (senza sale o altri condimenti) al posto dell'acqua. Questo, oltre ad idratarlo, gli fornisce abbondanti proteine.

- Se il vostro cane accetta di bere il brodo di pollo cercate di includere un po di riso e alcune verdure ricche di vitamine come la mela e il cavolfiore.

- Se il cane non ha alcun problema a mangiare frutta offritegli pezzi di anguria e melone che sono molto ricchi di acqua e vitamine. Tuttavia cercate di non abusare perchè hanno un alto contenuto di zucchero.

- Anche se non è particolarmente digeribile potete dare al cane alcuni formaggi molli non salati, che sono fonti di proteine.

Prendersi cura di un cane anemico

Il cane anemico si sentono deboli e privi di forze per mancanza di vitamine e ferro, quindi si deve fare attenzione durante le passeggiate cercando di non esporre il cane a calore eccessivo, all'esercizio fisico o a passeggiate estremamente lunghe.

Provate durante il giorno a fargli bere spesso acqua fresca per evitare che si disidrati.

Da non dimenticare che una delle cause più comuni di anemia canina è dovuta alla presenza di parassiti esterni o intestinali.
Vaccinate il cane e fatelo visitare ogni 6 mesi dal veterinario.

Vi invitiamo a portare sempre il vostro animale dal veterinario se notate qualche disagio.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere