Giovedi' 15 Aprile 2021

Quali sono gli animali che cambiano colore?

  • Pubblicato il:  04/01/2021

Nel regno animale possiamo trovare molte specie di animali capaci di cambiare colore e mimetizzarsi con l'ambiente. Questa capacità, davvero sorprendente e ineguagliabile per gli esseri umani, può avere scopi molto diversi a seconda della specie e degli obiettivi.


Se sei curioso e vuoi conoscere le caratteristiche, i nomi e le foto di questi animali con elevata capacità di mimetizzazione continua a leggere questo articolo.

Perché alcuni animali cambiano colore?

Diciamo che, in generale, sono 4 i motivi per cui alcuni animali adottano questa capacità di mimetizzarsi:

  • Istinto di sopravvivenza: è il motivo più comune e anche il più semplice da capire. Un animale capace di alterare i suoi colori in sintonia con il suo ambiente, ha maggiori probabilità di non essere ucciso dai suoi predatori o per cogliere di sorpresa le sue potenziali prede. Rientrano in questa categoria anche quegli animali che ricorrono all'aposematismo, cioè adottano colorazioni sgargianti per scoraggiare i loro nemici.

  • Regolare la temperatura corporea: i colori assorbono la luce diversamente, quindi, possono influenzare anche la temperatura del corpo. Per esempio, un colore scuro è in grado di riscaldarsi più velocemente al sole, mentre colori più chiari aiutano meglio a rinfrescarti.

  • Accoppiarsi: alcuni animali hanno rituali di accoppiamento un pò bizzarri, e cercano di attirare l'attenzione del sesso opposto anche alterando la loro colorazione. La capacità di cambiare il colore è un'abilità davvero preziosa e molti animali utilizzano questa tecnica per riprodursi.

  • Comunicazione: questo metodo di comunicazione viene usato spesso dal camaleonte. I suoi colori possono riflettere diversi stati d'animo, come la paura o la calma, e diventa quindi un modo per trasmettere un messaggio.

Camaleonte (Chamaeleonidae)

Tra gli animali che cambiano colore non può di certo rimanere escluso il più noto di tutti, il camaleonte (Chamaeleonidae), famoso oltre che per questa capacità, anche per i suoi grandi occhi curiosi , la sua lunga lingua e il suo andamento pacato.

Sebbene i colori dipendano dalla specie, tutti i camaleonti possono cambiare colore. Oltre che a per mimetizzarsi, utilizzano questa tecnica anche per attrarre le femmine e regolare la loro temperatura (possiedono cromatofori nei vari strati della pelle). Ecco alcune specie di camaleonti noti per la loro trasformazione:

- Camaleonte nano di Smith (Bradypodion taeniabronchum).
- Camaleonte di Jackson (Trioceros jacksonii).
- Camaleonte Ituri (Bradypodion adolfifriderici).
- Camaleonte di Fischer (Bradypodion fischeri).

Sogliola (Solea solea)

Questi particolari pesci piatti sono dei più grandi maestri a mimetizzarsi e utilizzano sapientemente questa tecnica. In genere vivono sotto la sabbia o sul fondo, e possono cambiare il colore delle loro squame passando totalmente inosservati.

La sogliola comune è uno dei suoi migliori esempi di pesce che cambia colore.

Anole americana (Anolis carolinensis)

Questo rettile trova la sua origine nei territori degli Stati Uniti, anche se oggi è esteso anche al Messico e ad alcune isole vicine. È tipico delle zone boschive e dei prati, passando la maggior parte del suo tempo sugli alberi o sulle rocce.

L'Anole americana (Anolis carolinensis) ha anche una degli animali cromatofori, e passa dal suo colore verde brillante (naturale) a un colore marrone o marrone scuro quando si sente in pericolo.

Polpo mimo (Thaumoctopus mimicus)

Questo interessante polpo (Thaumoctopus mimicus) è uno dei migliori quando si tratta di mimetizzarsi con altre cose. Il suo corpo è molto flessibile e possiede una spiccata intelligenza che, oltre ad essere in grado di cambiare la sua colorazione, gli permette di adottare le forme di altri animali.

Abita nelle acque dell'Australia e di alcuni paesi dell'Asia, ed è in grado di imitare almeno 20 specie diverse come granchi, meduse e razze.

Ragno granchio giallo (Misumena vatia)

Si tratta di uno dei più piccoli aracnidi (non è più grande di 1 cm) ed è tipico del Nord America. Il ragno granchio giallo, per adattarsi ai colori dei fiori dove in genere caccia, cambia colore mimetizzandosi con sfumature di bianco e giallo a con fantasie diverse.

In genere, per cambiare dal bianco al giallo ci vogliono da 10 a 25 giorni. Quindi, questi ragni aspettano pazientemente la completa mimetizzazione prima di poter attaccare le loro prede.

La raganella del Pacifico (Pseudacris regilla)

La raganella del Pacifico è una rana che vive nel Nord America, che ama arrampicarsi sugli alberi grazie alle potenti ventose sulle zampe, ed è in grado di cambiare colore per mimetizzarsi con l'ambiente o per regolare la sua temperatura. E lo fanno in meno di 1-2 minuti.

Cavalluccio Marino (Hippocampus)

Esistono alcune specie di cavallucci marini, o ippocampi, che riescono abilmente a controllare il colore della loro pelle grazie ai cromatofori.

Se si sentono minacciati, o magari si trovano in una fase di corteggiamento, queste specie marine sono in grado di cambiare il loro colore, e con una velocità che dipende dall'intensità dello stimolo. Per esempio, in una situazione di pericolo come può essere l'avvicinarsi di un predatore, il colore cambia rapidamente. Invece, nei casi di corteggiamento il cambiamento avviene lentamente.

Se parliamo di mimetizzazione non possiamo dimenticare il cavalluccio marino pigmeo. Di solito si attaccano a un corallo e vivono lì per tutta la vita, adottando gli stessi colori vivaci e la struttura grumosa del corallo. Questi adorabili esseri nascono di un colore grigio pallido e trasformano rapidamente il loro colore e la loro struttura fisica in base al corallo scelto.

Seppia (Sepiida)

La seppia comune è uno dei molluschi marini che possiamo trovare sia negli oceani che nei mari di tutto il mondo, a profondità variabili. Hanno una pelle dotata di cromatofori, come quella dei camaleonti e molte specie riescono a cambiare colore e disegni della pelle in tutto il corpo in molto, e in pochissimo tempo.

Un esempio è la seppia fiammeggiante (metasepia pfefferi). E' un animale tossico per qualsiasi predatore opportunista, e per farlo si colora di un granato e oro molto appariscente. Ha anche la capacità di cambiare il suo colore con quello di altre seppie, calamari e polpi.

Scarabeo tartaruga (Charidotella egregia)

Questa specie di coleottero ha le ali che coprono l'intera schiena e di solito sono di un colore oro metallizzato. Tuttavia, quando si trova in situazioni di particolare stress emotiva o prima di eventi che ne alterano lo stato psichico (come quando si riproduce o si sente minacciato), le sue ali cambiano completamente colore e assumono un vistoso colore rosso.

Volpe artica (Vulpes lagopus)

La pelle non è l'unica parte del corpo che gli animali possono cambiare di colore: può farlo anche il mantello, anche se cambia lentamente e non ha nulla a che fare con i cormatofori.

Alcuni mammiferi usano questa capacità, come la volpe artica. Quando arriva il caldo il suo mantello è grigio o marrone, ma nei mesi freddi, il suo mantello cambia in bianco, che gli permette di mimetizzarsi con la neve.

Si pensa che il cambiamento di colore sia, almeno parzialmente, collegato al fotoperiodo, cioè alla quantità di luce ricevuta durante il giorno. Man mano che le giornate si accorciano, i recettori della retina trasmettono queste informazioni al cervello, stimolando la sostituzione dei peli castani con quelli bianchi.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli